venerdì 31 dicembre 2010

Afghanistan: alpino ucciso da cecchino, Anavafaf chiede inchiesta

Si chiamava Matteo Miotto, 24 anni, di Thiene (Vicenza), il militare italiano ucciso stamani da un cecchino, mentre era di guardia a una torretta. Era in forza al 7mo reggimento alpini di Belluno il caporal maggiore Matteo Miotto, che si trovava in Afghanistan da luglio. Assieme agli uomini del suo reparto e a una componente del genio era impiegato nella Task Force South East, la task Force italiana che dal primo settembre ha iniziato ad operare nell'area al confine con l'Helmand. Il caporal maggiore Miotto, secondo le prime informazioni, era un volontario con ferma prolungata (quattro anni di servizio). Il militare italiano è stato ucciso "a seguito di un colpo di arma da fuoco" mentre si trovava "all'interno della base" di Buji, dove prestava servizio. Lo si apprende da fonti militari. Il proiettile, riferiscono le stesse fonti, è penetrato in prossimità della spalla, nella parte lasciata scoperta dal giubbetto, ed ha raggiunto organi vitali. Nonostante i soccorsi, immediati, non c'é stato niente da fare. I fatti sono avvenuti alle 15, ora locale. Non convince Falco Accame, presidente dell'Associazione nazionale assistenza vittime arruolate nelle forze armate (Anavafaf), la versione dell'attentato. "La questione del soldato italiano ucciso in Afghanistan mentre faceva la guardia in garitta - si legge in una nota - lascia profondamente perplessi, almeno in relazione alla versione ufficiale che è stata fornita: in primo luogo perché la garitta è una struttura protetta (o almeno deve essere tale) e non si capisce quindi come un colpo di un cecchino possa esservi penetrato e in secondo luogo perché il giubbotto antiproiettile deve coprire le parti vitali del corpo. Non resta da pensare quindi che non fosse della foggia prescritta o non possedesse le caratteristiche dovute". L'associazione, quindi, "chiede che venga aperta una approfondita inchiesta sulla vicenda".

Capodanno: italiani in piazza per salutare il 2011, 500 mln auguri via sms

In dieci milioni festeggeranno il Capodanno fuori casa, secondo l'osservatorio attivato dall'associazione consumatori 'Telefono Blu': tre milioni in piazza e sette milioni in ristoranti e discoteche. Le previsioni sono legate anche al meteo, "ma non sarà il freddo a fermare le feste". Anche se, complessivamente, si calcola una spesa inferiore del 12% a quello dello scorso fine anno. In particolare, le previsioni di Telefono Blu parlano di 4,5 milioni di famiglie fuori casa in vacanza o anche solo per il cenone; di 16 milioni di famiglie nelle case proprie o degli amici a festeggiare intorno a tavole bandite; di 1,5 milioni a lavorare. Passando ai fuochi d'artificio, i 'botti' sparati saranno oltre 80 milioni, con una spesa media di 10 euro per botto. Il giro d'affari per il cenone in casa potrà contare su 90 milioni di bottiglie di spumante e oltre 8 milioni di bottiglie di champagne; su 7 milioni di cotechini e migliaia di tonnellate di lenticchie. E ancora: circa 500 milioni di auguri fra sms, telefonate dal fisso e dal mobile ed email. Per i cenoni e l'alimentazione in genere, compresi i dolci, saranno spesi 1,4 miliardi mentre 500 milioni andranno a ristoranti e pub con 1,3 miliardi destinati ai viaggi, 500 milioni ai vestiti, ai divertimenti, agli spettacoli e ai regali.

Via: Adnkronos

Napolitano, messaggio di fine anno: preoccupato per i giovani

Giorgio Napolitano ha letto il suo discorso di fine anno: è stato un intervento di 15 cartelle. "Non vi stupirete, credo, se dedico questo messaggio soprattutto ai più giovani tra noi, che vedono avvicinarsi il tempo delle scelte e cercano un'occupazione, cercano una strada. Dedico loro questo messaggio, perché i problemi che essi sentono e si pongono per il futuro sono gli stessi che si pongono per il futuro dell'Italia". Comincia così il discorso di fine anno del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Il capo dello Stato ribadisce la propria "preoccupazione" per "il malessere diffuso tra i giovani" e per il "distacco ormai allarmante tra la politica, tra le stesse istituzioni democratiche e la società, le forze sociali, in modo particolare le giovani generazioni". Proprio i giovani sono il filo conduttore del discorso in cui Napolitano ha affrontato i problemi del paese. "Trovare la via per abbattere il debito pubblico accumulato nei decenni - prosegue il Capo dello Stato - e quindi sottoporre alla più severa rassegna i capitoli della spesa pubblica corrente, rendere operante per tutti il dovere del pagamento delle imposte, a qualunque livello le si voglia assestare. Questo dovrebbe essere l'oggetto di un confronto serio, costruttivo, responsabile, tra le forze politiche e sociali, fuori dall'abituale frastuono e da ogni calcolo tattico".

Via: ANSA

Lula nega l'estradizione del terrorista Cesare Battisti: è rifugiato politico

Cesare Battisti non sarà estradato, questa la decisione del presidente Lula. Il presidente brasiliano in scadenza Luiz Inacio Lula da Silva ha concesso lo status di rifugiato politico a Cesare Battisti. L'ex terrorista resterà comunque in carcere almeno fino a febbraio. Dopo che l'avvocatura generale del Paese sudamericano aveva presentato il suo parere contrario alla concessione dell'estradizione, anche Lula ha detto il suo no. Ma adesso si annuncia battaglia con il governo italiano, che negli ultimi giorni aveva già fatto sapere che una decisione di questo tipo non sarebbe stata accettabile. La decisione è stata presa dopo un incontro con l'avvocato generale dello stato Luis Inacio Lucena Adams nel palazzo presidenziale del Planalto. La motivazione della mancata estradizione in Italia non sè ancora stata divulgata e l'annuncio è stato fatto attraverso una nota del ministro Celso Amorim. Nella nota si legge che il governo brasiliano ha definito "una profunda estranheza" (impertinente) la posizione del nostro governo con le accuse a Lula diffusa ieri ancora prima dell'annuncio ufficiale. Cesare Battisti. Battisti, 56 anni, detenuto in Brasile dal 2007, e' stato condannato in Italia all'ergastolo per 4 omicidi commessi quando negli anni '70 era leader dei Proletari Armati per il Comunismo.

Afghanistan: morto militare italiano ucciso da un cecchino

Kabul, 31 dic (La Repubblica) - Un militare italiano è morto in Afghanistan. Lo riferiscono le agenzie di stampa citando fonti parlamentari. Secondo le prime informazioni e da quanto dichiarato dal ministro della Difesa, Ignazio La Russa, il soldato è stato ucciso da un cecchino. Il fatto è avvenuto un paio di ore fa, nel distretto del Gulistan, nell'ovest del Paese. La Russa riferisce che il militare "era di guardia a una torretta a sud della zona sotto controllo italiano, quando un colpo di fucile sparato da lontano da un cecchino lo ha colpito a un fianco (probabilmente ad una spalla, n.d.), proprio in una parte del corpo non protetta". Nel Gulistan (provincia di Farah), una delle zone più 'calde' del settore affidato al controllo dei militari italiani, al confine con l'Helmand, dal primo settembre operano gli alpini del 7/o reggimento di Belluno, che costituiscono l'ossatura della Task force south east, composta anche da militari di altri reparti. Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, appresa con profonda commozione la notizia dell'attentato esprime i suoi sentimenti di solidale partecipazione al dolore dei famigliari del caduto e al cordoglio delle Forze Armate.

Fiamme Gialle fanno brillare due tonnellate di botti proibiti

Circa 500 chili di fuochi pirici sequestrati negli ultimi giorni dalla Guardia di Finanza di Lecce sono stati distrutti con un esplosione controllata in un poligono salentino. I sequestri, avvenuti negli ultimi 20 giorni di dicembre, hanno riguardato depositi non autorizzati, bar, ma soprattutto garage posti sottostanti le abitazioni. In uno di questi ultimi, infatti, sono stati scoperti circa 400 chilogrammi di fuochi pirici di IV e V categoria, altamente pericolosi ed in grado di mettere a repentaglio l'incolumita' degli stessi occupanti e dei vicini. I finanzieri stamane hanno predisposto il fornello per il brillamento, scavando quindi una buca, sul fondo della quale l'artificiere ha posato gli oltre cinque quintali di "botti" insieme al tritolo ed alla miccia esplodente. Infine il tutto e' stato coperto con diversi metri cubi di terra. L'esplosione controllata, che e' stata udita nettamente nella zona, ha provocato un grosso cratere, lanciando materiale su un vasto raggio.

Fonte: AGI
Foto dal web

Crolla muro diga ad Arezzo, riaperto ponte sul Tevere

Foto Ansa
Arezzo, 31 dic (ANSA/Il Giornale) - E' stato riaperto stamani il ponte sul Tevere a Sansepolcro (Arezzo), chiuso da mercoledi' sera dopo l'apertura della falla nella diga di Montedoglio. Da stamani,con la diminuzione della portata del Tevere,il sindaco e la prefettura hanno ritenuto possibile riaprire al traffico l'ex SS 73 che collega Sansepolcro ad Arezzo. Alle 8.30 la portata di acqua dalla falla della diga era di 115 metri cubi al secondo: mercoledi' era di 600 metri cubi al secondo. Al momento dell’incidente uscivano almeno 500 metri cubi di acqua al secondo. A crollare è stato un fronte di 30 metri, per un’altezza di circa 15, del muro in cemento che separa l’estremità sinistra della diga dal canale laterale che raccoglie le acque in eccedenza. La situazione, tenuta sotto controllo dai vigili del fuoco, col passare delle ore è tornata comunque verso la normalità. «Tutto sotto controllo, il flusso di acqua in uscita dalla diga è in diminuzione», ha detto detto il sindaco di Sansepolcro. E ieri sera gli abitanti sono rientrati nelle loro case.

Non si lascia superare da Ferrari, viene picchiato dal conducente

Testa a testa tra una Ferrari e una Fiat 600, con tanto di speronamenti. E' successo la notte scorsa sul grande raccordo anulare di Roma. Quella che sembrava una folle gara si è rivelata una lite per futili motivi finita poi con l'aggressione, sulla corsia d’emergenza, del conducente della Fiat 600 da parte del conducente della Ferrari e dell’amico che viaggiava con lui. A notare la scena è stato un carabiniere libero dal servizio che, chiamando il 112 prima e intervenendo in aiuto dei colleghi, ha evitato il peggio. A finire i manette sono stati due cittadini romani di 30 e 32 anni, entrambi già noti alle forze dell’ordine, che dovranno rispondere di violenza privata lesioni aggravate in concorso, danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale. All’interno della Ferrari i militari hanno rinvenuto 27.500 euro in contanti la cui provenienza dovrà essere chiarita. Il conducente della 600 è stato trasportato presso il Sant’Eugenio, dove visitato e medicato, è stato dimesso con una prognosi di 21 giorni per le lesioni riportate, mentre la Ferrari e il denaro trovato all’interno, sono stati sequestrati.

Via: Adnkronos
Foto dal web

Funerali all'alba in forma privata per le 5 vittime della masseria

http://www.ansa.it/
Vibo Valentia, 31 dic (Adnkronos) - Si sono svolti questa mattina all'alba i funerali in forma privata di Domenico Fontana e dei suoi quattro figli, uccisi in una sparatoria alla masseria di Filandari di loro proprietà lunedì scorso.La disposizione di vietare esequie pubbliche è stata data dal questore di Vibo Valentia, Filippo Nicastro, dopo la riunione del comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica in prefettura. La messa è stata celebrata alle 5 nella chiesa di Maria Santissima del Potere, nella frazione Scaliti dove è avvenuta la tragedia e dove vivono, a poca distanza, sia le famiglie delle vittime che i presunti assassini che ora si trovano in carcere. A celebrare i funerali, protetti da un imponente cordone delle forze dell'ordine, è stato il parroco del luogo don Giuseppe Lo Presti. Fuori dalla chiesa i familiari hanno dato sfogo al loro dolore. E' tipico, nel vibonese, accompagnare i feretri dei congiunti con una cantilena.


Fonte: http://bit.ly/i2oHWu

Tenuta segregata e violentata, arrestato dalla Polfer

Roma, 31 dic (Adnkronos) - E' stata picchiata, violentata e tenuta segregata in una stanza di albergo vicino alla stazione Termini, a Roma, per alcuni giorni. La ragazza, 23 anni, originaria del Marocco, e' riuscita a fuggire mercoledi pomeriggio e a denunciare quello che aveva subito. Tarik Fecha, 30 anni, connazionale della vittima, e' stato arrestato dalla polizia ferroviaria di Roma Termini con le accuse di sequestro di persona, violenza sessuale e lesioni. La vittima residente a Malaga era stata attirata in Italia con la scusa di un lavoro.

Fonte: http://bit.ly/erw94M

Consigliere ucciso, assassino confessa ai carabinieri

Genova, 31 dic (Sicurezza Pubblica) - L'assassino di Andrea Giacomelli, il consigliere comunale ucciso la notte scorsa a Castelnuovo Magra (La Spezia), è l'ex marito della donna con cui la vittima aveva allacciato una relazione. L'uomo, 40 anni, incensurato, si chiama Antonio Silvestro. Secondo quanto riportato dall'ANSA, la confessione e' arrivata durante l'interrogatorio da parte dei carabinieri a Casoria (Napoli), dove e' stato fermato. Per catturare l'uomo i carabinieri avevano istituito posti di blocco e le ricerche si erano concentrate sulla direttrice sud. Si temeva che il sospettato, avesse potuto fare del male ad altre persone.

Permalink: http://bit.ly/h18SIn

giovedì 30 dicembre 2010

Battisti, La Russa: ci saranno conseguenze, ma Lula non teme

Roma, 30 dic - "Il governo italiano si riserva di considerare tutte le misure necessarie per ottenere il rispetto del trattato bilaterale di estradizione, in conformità con il diritto brasiliano". Lo ha detto il ministro degli Esteri, Franco Frattini, circa la probabile non concessione dell'estradizione di Cesare Battisti da parte del Brasile. Frattini ha però precisato che non si esprimerà sul caso se non successivamente al previsto annuncio di Lula. «Nessuno pensi che il no all'estradizione di Cesare Battisti sia senza conseguenze. L'azione diplomatica non compete a me. Però porrò la questione al Governo. E almeno altri 4 ministri hanno la stessa intenzione, a partire da Giorgia Meloni». Lo afferma il ministro della Difesa, Ignazio La Russa. La Russa si dice pronto «ad appoggiare iniziative che arrivano al boicottaggio. Sconsiglierei a chiunque di andare in un Paese dove gli assassini sono lasciati in libertà. E molti non comprerebbero più i loro prodotti. Come minimo, richiamerò i tre ufficiali che sono impegnati nel progetto di cooperazione con il Brasile relativo all'Amx, il bombardiere senza bombe. E chiederò loro se se la sentono di restare in un Paese dove in autobus potresti ritrovarti di fronte un assassino». Il presidente brasiliano, Inacio Lula da Silva, non teme una rappresaglia del governo italiano se, come sembra ormai intenzionato a fare, non permettera' il rimpatrio di Cesare Battisti. Il presidente brasiliano ha reagito quasi infastidito a una domanda dei giornalisti sulla questione: "Non esiste una rappresaglia dell'Italia. Il Brasile e' sovrano. Chi fara' una rappresaglia? Abbiamo gia' raggiunto la maggior eta'".

Fonti: Il Corriere | TG Com24 | AGI

Yara: presto tabulati su cellulari, lettera genitori a volontari

Bergamo, 30 dic (ANSA) - Saranno presto disponibili, per gli investigatori che indagano sulla scomparsa di Yara Gambirasio, i tabulati relativi al traffico telefonico a Brembate Sopra di quel venerdi' 26 novembre in cui la tredicenne e' scomparsa senza lasciare traccia. L'arrivo dell'elaborazione scientifica dei tabulati, previsto per meta' gennaio, potrebbe rappresentare una svolta nelle indagini. Non e' un caso, infatti, che gli inquirenti ripongano molte speranze negli indizi che potranno emergere da questi dati. Intanto i genitori di Yara hanno fatto recapitare una lettera di ringraziamento alle forze dell'ordine e ai volontari che cercano la loro figlia. 'Vorremo abbracciarvi tutti - si legge nella lettera consegnata a Natale - vorremmo ringraziarvi personalmente, vorremmo stringere le vostre mani logorate dal freddo e dal gelo'.

Fonte: http://www.ansa.it/

Trovato cadavere di ragazza nel bergamasco

Ghisalba (Bergamo), 30 dic (Tg1) - Il corpo senza vita di una giovane donna extracomunitaria è stato trovato oggi pomeriggio lungo le sponde del fiume Serio a Ghisalba (Bergamo). Secondo le prime informazioni, si tratterebbe di una ragazza indiana di 22 anni, di cui i familiari avevano denunciato la scomparsa dopo che se ne erano perse le tracce da alcuni giorni. Il cadavere è stato trovato nei pressi della strada provinciale 122, sul greto del fiume in una zona in cui non c'è acqua. Ancora non si conoscono le cause della morte, sulla quale stanno indagando i carabinieri della Compagnia di Treviglio.

Fonte: http://bit.ly/e0SHte

Gdf sequestra tre quintali di botti, 7 denunciati

Roma, 30 dic (La Repubblica) - Oltre tre quintali di materiale pirotecnico pronti ad essere immessi nel mercato clandestino sono stati sequestrati, nella ultime ore, dagli uomini del comando provinciale della guardia di finanza di roma, nel corso di una capillare azione di controllo del territorio. 7 sono i soggetti denunciati a piede libero. L'attivita delle fiamme gialle si inserisce nel piu ampio contesto delle direttive impartite dal comando provinciale della guardia di finanza di Roma per ridurre al minimo i pericoli insiti nel tradizionale uso di materiale pirotecnico in occasione dell'arrivo del nuovo anno.

Fonte: http://bit.ly/gN0Ucr

Sparatoria in strada, ucciso consigliere comunale

http://www3.lastampa.it/
Castelnuovo Magra (La Spezia), 30 dic (Sicurezza Pubblica) - Un consigliere comunale di Castelnuovo Magra, è stato trovato morto all’alba di stamani per strada. La vittima è Andrea Giacomelli, 37 anni. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della compagnia di Sarzana per i primi rilievi. La vittima conosceva il suo assassino. L'uomo, ricercato dai carabinieri, gli ha tagliato le gomme dell'auto e poi l'ha chiamato per attirarlo in strada. Giacomelli è sceso e si è trovato di fronte l'uomo che l'ha subito colpito con una pistola al torace e alla testa, poi si è dato alla fuga. Secondo gli amici della vittima l'uomo era stato minacciato dall'ex di una donna che stava frequentando, ma non ci aveva dato peso.

Permalink: http://bit.ly/fZuZhQ

Travolto ed ucciso vigile del fuoco, tre indagati

Savona, 30 dic (ANSA) - Tre gli indagati per la morte di Ermanno Fossati, il vigile del fuoco di 54 anni deceduto ieri mattina a Bormida durante un intervento di soccorso. L'uomo e' stato travolto e ucciso da un collega alla guida di un mezzo di servizio. Quest'ultimo e' indagato insieme al responsabile del parco mezzi dei vigili del fuoco di Finale Ligure, da cui era partita la squadra per soccorrere un'auto rimasta in panne in una strada non percorribile. Anche il proprietario dell'auto risulta indagato.

Fonte: http://bit.ly/gbLu2o

'Ndrangheta: confiscati beni per 4,5 milioni di euro

Reggio Calabria, 30 dic (ANSA) - La Dia di Reggio Calabria ha confiscato beni per un valore di quattro milioni e mezzo di euro ad un imprenditore di Gioia Tauro (Reggio Calabria), Vincenzo Giacobbe, 42 anni, considerato dagli investigatori vicino alla cosca Piromalli-Mole' della 'Ndrangheta. Giacobbe e' titolare di un'impresa coinvolta nelle inchieste sulle presunte infiltrazioni della 'Ndrangheta negli appalti per i lavori di ammodernamento dell'autostrada Salerno-Reggio Calabria.

Fonte: http://bit.ly/hXjWJh

Ruba un’auto ma dentro c’è un bimbo, arrestato

Pavia, 30 dic (Il Giornale) - Non si è comportata da mamma modello la donna che lunedì pomeriggio ha abbandonato sull’auto accesa il figlioletto di tre anni mentre lei entrava nell’autogrill di Casei Gerola (Pavia) lungo la Milano-Genova. Offrendo così la possibilità a un ladro di salire sulla vettura e scappare verso Milano. Il ladro, quando ha visto il bambino, lo ha lasciato vicino a una pompa di benzina all'area di servizio successiva. È stato proprio il benzinaio che, vedendo il bambino tutto solo, ha lanciato l’allarme permettendo così poco più tardi a madre e figlio di ritrovarsi. In serata - un cileno di 18 anni, incensurato - che guidava l'auto rubata e' stato fermato a Milano da una volante e denunciato per resistenza aggravata a pubblico ufficiale e per ricettazione della macchina.

Fonte: http://bit.ly/dQnAON

Cosenza, trovata quindicenne scomparsa

Cosenza, 30 dic (Tgcom) - E' stata ritrovata dai carabinieri e sta bene Francesca Pirillo, la ragazza di 15 anni che era scomparsa a Mangone, nel Cosentino. La giovane era con alcuni amici a bordo di un'automobile che è stata bloccata dai militari del comando provinciale di Cosenza all'altezza dello svincolo di Cosenza nord dell'autostrada Salerno-Reggio Calabria. La 15enne ha riferito ai carabinieri di essersi allontanata volontariamente da casa dopo una lite che aveva avuto con i genitori. I militari, dopo il ritrovamento, hanno riaccompagnato la giovane nell'abitazione del padre a Mangone.

Fonte: http://bit.ly/eBpkxA

mercoledì 29 dicembre 2010

Pompei, Gdf scopre frode da 700mila euro

La Guardia di Finanza di Napoli ha scoperto una frode che ha permesso a 265 dipendenti addetti alla vigilanza presso i siti archeologici di Pompei di percepire, attraverso fittizi corsi di formazione, il pagamento di arretrati per ore di straordinario prescritte. Il danno erariale e' di 700mila euro. Sequestrati beni per un valore corrispondente a Luigi Crimaco, ex direttore amministrativo degli Scavi, ritenuto dall'accusa l'artefice principale della truffa.

Fonte: ANSA

Sacerdote arrestato per prostituzione

Oristano, 29 dic (ANSA) - E' accusato di mancata vigilanza e di un caso di violenza sessuale don Giovanni Usai, fondatore della comunita' Il Samaritano ad Arborea, da ieri agli arresti domiciliari. Il sacerdote non avrebbe impedito che alcune ospiti nigeriane, in affidamento dal tribunale di sorveglianza, si prostituissero all'interno della comunita'. In un caso, avrebbe chiesto ad una ragazza una prestazione sessuale in cambio dell'assunzione. Nell'inchiesta e' stato arrestato anche un nigeriano di 35 anni.

Fonte: http://bit.ly/ho48X0

Botti, sequestrati 800 chili a Roma

Roma, 29 dic (ANSA) - Circa 800 chili di fuochi pirotecnici illegali sono stati sequestrati dalla Guardia di finanza a Roma, che li ha scoperti nel garage di una palazzina del quartiere periferico di Tor Bella Monaca. Un uomo di 47 anni e' stato denunciato. Tra i botti di Capodanno sequestrati ci sono ''la Finanziaria'', ordigno di 15 chili dal costo che si aggira dai 150 ai 200 euro, la ''bomba di Bin Laden'', e anche alcuni fuochi ''Ratzinger''.

Fonte: http://bit.ly/dX3ceR

Droga: sequestro laboratorio per mefredone

Treviso, 29 dic (ANSA) - La polizia di Treviso sequestra un laboratorio per la preparazione del mefredone, una nuova droga che provoca gravi conseguenze psicofisiche. Nella stessa operazione sono scattati arresti e perquisizioni. Le indagini erano partite mesi fa, con l'arresto di una decina di giovani appena maggiorenni, ed avevano portato all'inizio di dicembre ad altri arresti e sequestri. Infine, la polizia ha localizzato e sequestrato la notte scorsa l'appartamento dove il mefredone veniva preparato.

Fonte: http://bit.ly/fLklyh

Razzismo: Atac sospende ex nar Bianco

Francesco Bianco, ex terrorista dei Nar (Nuclei Armati Rivoluzionari), dipendente dell'Atac, e' stato sospeso dopo che erano comparse sul suo profilo Facebook parole antisemite contro il presidente della Comunita' ebraica di Roma Riccardo Pacifici e insultato gli studenti che pacificamente manifestavano contro la riforma Gelmini. L'Atac informa che 'in data odierna si e' provveduto a sospendere, con effetto immediato, il dipendente Francesco Bianco, per comportamento non conforme, in via cautelativa'.

Via: ANSA

Asilo Pinerolo: pm, 'maestre a giudizio'

Torino, 29 dic (ANSA) - Chiesto il rinvio a giudizio per le maestre dell'asilo privato 'Nel paese delle meraviglie' di Pinerolo. La struttura era stata sequestrata a novembre per presunti maltrattamenti ai bambini. Il provvedimento riguarda Francesca Pamfili, Stefania Di Maria e Elisa Griotti. Devono rispondere di maltrattamenti e abbandono di minori; alla Griotti viene anche contestato il reato di lesioni colpose perche', un pomeriggio in cui era sola in servizio, una bambina aveva preso a morsi una compagna.

Fonte: http://bit.ly/gMNASW

Pastori: Marazzita, violata Costituzione

Roma, 29 dic (ANSA) - 'Aver impedito ai pastori sardi di manifestare e' stata una brutale forma di repressione che viola diversi principi della Costituzione', ha detto l'avv. Nino Marazzita. Anche l'ex presidente della sezione tributaria della Cassazione, Enrico Altieri, ha affermato: 'mi sembra una prassi alquanto anomala che mi lascia perplesso'. Mentre il segretario nazionale Fnsi Franco Siddi ha detto: 'quanto accaduto e' di una gravita' assoluta. Offro ai cittadini sardi la sede Fnsi per una conferenza stampa'.

Fonte: http://bit.ly/gCmM77

Battisti: Lula ha deciso di non estradare il terrorista

Il presidente Lula avrebbe gia' preso la decisione di non estradare Cesare Battisti, il terrorista condannato in Italia per quattro omicidi. E' quanto rivela oggi il sito del canale Globonews, ricordando che il presidente brasialiano uscente ha ribadito che annuncera' ufficialmente la sua decisione in merito entro la fine dell'anno e del suo mandato. Secondo quanto si legge ancora sul sito brasiliano, Lula giustificherebbe la sua decisione sulla base di "rischi" per la persona di Battisti una volta tornato in Italia.

Fonte: AdnKronos

Pacchi bomba fatti con la stessa tecnica

Roma, 29 dic (ANSA) - C'e' un filo che sembra unire tutti i pacchi bomba inviati negli ultimi giorni ad alcune sedi diplomatiche a Roma.Per gli inquirenti i plichi inviati alle ambasciate di Svizzera, Cile e Grecia sarebbero stati confezionati utilizzando una tecnica identica. L'ultimo plico recapitato lunedi all'ambasciata greca si sta rivelando utile alle indagini per tentare di risalire al mittente e alla zona da dove sono partiti i pacchi. Per gli inquirenti potrebbe essere terminata la prima ondata di spedizioni.

Fonte: http://bit.ly/fh7qJt

Fini: procura di Bari indaga, attentato eversivo

La Procura distrettuale di Bari ha aperto un fascicolo per 'attentato per finalita' terroristiche o di eversione' (art.280 del codice penale) in relazione ai contenuti dell'editoriale di ieri del direttore di 'Libero', Maurizio Belpietro, riguardante il progetto di

Rapina in casa ex senatore Basso, coinvolto nipote

http://www.ilgazzettino.it/
S. Stino di Livenza (Venezia), 29 dic (Tg1) - Ci sarebbe anche un nipote di secondo grado tra le tre persone fermate dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Venezia per la violenta rapina in casa dell’ex senatore Marcello Basso. Il 18enne secondo gli investigatori sarebbe il basista dell’azione perpetrata il 22 ottobre scorso a Santo Stino di Livenza, mentre gli altri due sospettati, un albanese e un marocchino, sarebbero gli autori materiali. In quell'occasione i malviventi aggredirono e picchiarono selvaggiamente la moglie di Basso, che fini' in ospedale.

Fonte: http://www.tg1.rai.it/

Rubavano bagagli in aeroporto, arrestati 5 addetti

Genova, 29 dic (Adnkronos) - Tastavano le valigie dei passeggeri e, se intuivano la presenza di oggetti di valore, li rubavano. Secondo gli investigatori della Polizia di Frontiera Marittima ed Aerea di Genova, diretti dal primo dirigente Pietro Martullo e coordinati dal dirigente della sezione Aeroporto, vicequestore aggiunto Luisa De Felice, cosi' agivano cinque dipendenti della Cooperativa Burlando, subconcessionaria della societa' di gestione aeroportuale dell'aeroporto Cristoforo Colombo, colpiti da misure cautelari, due in carcere e tre agli arresti domiciliari.

Fonte: http://bit.ly/fKR2kQ

martedì 28 dicembre 2010

Droga: sgominata banda, cellulari per comunicare dal carcere

Treviso, 28 dic (Corriere del Veneto) - È stata sgominata dai carabinieri di Treviso un’organizzazione italo-albanese di trafficanti di droga collegata a cartelli del narcotraffico colombiano. Sette sono state le ordinanze di custodia cautelare in carcere. Secondo quanto appurato dagli investigatori, il traffico veniva gestito anche da alcuni indagati che si trovavano in carcere: sebbene reclusi, erano in grado di coordinare le attività illecite dell’organizzazione oltre le mura attraverso l’uso di telefoni cellulari che riuscivano ad avere tramite la complicità delle loro compagne. Queste, celandoli nelle parti intime, li introducevano all’interno del penitenziario.

Fonte: http://bit.ly/dS4wLh

Yara: ridateci nostra figlia, genitori convinti che è viva

"Noi imploriamo la pietà di quelle persone che trattengono Yara, chiediamo loro di rispolverare nella loro coscienza un sentimento di amore e dopo averla guardata negli occhi gli aprano quella porta o quel cancello che la separa dalla sua libertà". Questo l'appello che i genitori di Yara Gambirasio, Fulvio e Maura, hanno rivolto in un incontro con la stampa nella ex colonia elioterapica di Brembate di Sopra. Prima di leggere questo accorato appello il padre di Yara, signor Fulvio, ha voluto ringraziare tutti quanti stanno operando per le ricerche della figlia sottolineando la convinzione "che Yara sia ancora viva". L'incontro è durato pochi minuti e al termine della lettura dell'appello i genitori, accompagnati dal sindaco di Brembate di Sopra, Diego Locatelli, si sono allontanati senza aggiungere altro.

Fonte: AdnKronos

Bimba di 2 anni muore sul treno

Alessandria, 28 dic (ANSA) - Una bambina di due anni e'morta, per cause naturali, sul treno che la stava conducendo con la mamma a Torino. E' accaduto stamattina, alla stazione di Alessandria. La piccola e' di origine nigeriana. Appena ha accusato il malore la madre ha chiesto aiuto; il treno e' stato fermato, ma quando i soccorritori sono arrivati la situazione era gravissima, tuttavia hanno tentato una rianimazione d'emergenza. La madre avrebbe detto ai medici che la figlia non si sentiva bene da un paio di giorni.

Fonte: http://bit.ly/fysovR

Uomo si impicca dopo essere stato licenziato

Cagliari, 28 dic (Adnkronos) - Non ha retto alla notizia del licenziamento e ha deciso di togliersi la vita, impiccandosi con una corda nel garage dell'abitazione di famiglia, nel quartiere cagliaritano di Is Mirrionis. Si è suicidato così, un ragazzo di 27 anni, dopo aver perso il lavoro nella ditta di soccorso stradale per la quale lavorava da dieci anni. Niente biglietti né annunci trovati dopo la sua morte. Il testamento sono le parole ripetute al padre: "Mi diceva che era disperato perché doveva pagare le rate della macchina e della tv". A trovare il corpo senza vita, la sera del 23 dicembre, è stata la madre.

Fonte: http://bit.ly/hbMnQx

Bloccato blitz pastori sardi

Bloccato a Civitavecchia il blitz di duecento pastori sardi che volevano raggiungere Roma dopo essere sbarcati dal traghetto proveniente da Olbia. Al porto li attendevano polizia e carabinieri e ci sono stati anche momenti di tensione con il sequestro dei pullman ma gli allevatori proseguiranno in treno. Ma la marcia degli allevatori non si ferma e hanno deciso di raggiungere Roma in treno.

Fonte: ANSA

Strage in masseria: quattro fermi

Vibo Valentia, 28 dic (ANSA) - Quattro persone sono state sottoposte a fermo dai carabinieri di Vibo Valentia per la strage compiuta ieri, in una masseria di Filandari, nel vibonese. Tra i quattro fermati c'e' Ercole Vangeli, l'uomo che si e' costituito ai militari ieri e che aveva dichiarato di essere l'autore della strage da solo, per una controversia su un terreno. I quattro, tutti imparentati, sono accusati di omicidio plurimo.

Fonte: http://bit.ly/foRU1e

Mafia: decapitati dalla polizia clan Scu

Brindisi, 28 dic (ANSA) - Una operazione di polizia e' in corso nel brindisino con l'esecuzione di 28 provvedimenti di fermo per smantellare i vertici dei clan criminali della provincia di Brindisi, vecchi e nuovi assetti di potere della Sacra corona unita. Dieci dei provvedimenti vengono notificati in carcere ad alcuni tra i capi storici della organizzazione, mentre altri 18 vengono eseguiti tra Brindisi, Mesagne, Francavilla Fontana, San Pietro Vernotico e Cellino San Marco.

Fonte: http://bit.ly/htK6Jf

Strage in masseria: uomo si costituisce

Un uomo di 42 anni, si e' presentato nella caserma dei Carabinieri di Vibo Valentia assumendosi la responsabilita' della strage di Filandari in cui sono state uccise cinque persone, padre e quattro figli. L'uomo, interrogato dal pm della Procura di Vibo Valentia, e' proprietario di una masseria vicina a quella in cui e' avvenuta la strage. Il movente sarebbe legato alla compravendita di un terreno. Secondo gli investigatori pero' a sparare sarebbero state due persone.

Fonte: ANSA

Finto attentato a Fini per accusare Berlusconi, indaga la Procura

La Procura di Milano ha aperto un fascicolo sulle affermazioni di Maurizio Belpietro, che ha scritto su Libero di un attentato che sarebbe stato commissionato contro il presidente della Camera, Gianfranco Fini, per attribuirne la responsabilita' ad

Sparatoria in masseria: uccisi padre e 4 figli

Vibo Valentia, 28 dic (Adnkronos/Ign) - Strage a Filandari, nel vibonese, dove una famiglia è stata sterminata in una sparatoria avvenuta ieri pomeriggio in una masseria. Cinque i morti: padre e quattro figli uccisi a colpi di pistola. Sul posto sono giunti i carabinieri della Compagnia di Vibo Valentia. Gli investigatori stanno ascoltando in caserma alcune persone per risalire ai responsabili della strage. C'è un testimone oculare che sta collaborando, fornendo indicazioni utili. E' di nazionalità romena e lavorava insieme alle vittime che gestivano la masseria. E' riuscito a nascondersi e a dare l'allarme, raccontando poi quello che ha visto. Ad esplodere i numerosi colpi di arma da fuoco sarebbero state almeno due persone.

Fonte: http://bit.ly/gqL1tc

Yara, oggi appello dei genitori

Per la prima volta i genitori di Yara, la 13enne scomparsa nella Bergamasca, incontreranno oggi la stampa per lanciare un appello. I familiari dell'adolescente hanno così deciso di rivolgersi pubblicamene a chi, secondo loro, da oltre trenta giorni terrebbe nascosta la figlia. La famiglia ringrazierà anche coloro che in queste settimane li hanno sostenuti, rispettando il loro silenzio, con dimostrazioni di vicinanza e affetto. L'appuntamento è dunque in via Brembo a Brembate Sopra, nella struttura delle ex colonia, dove fino ad un decina di giorni fa c'era il quartier generale delle ricerche e dei soccorsi, spostato poi nei comuni di Madone e Zogno.

Fonte: ANSA

Capodanno: botti, allarme per animali che muoiono nella notte

Ogni anno almeno cinquemila animali muoiono nella notte di San Silvestro per colpa dei 'botti'. Tra questi circa 1500 sono cani e gatti, i restanti sono piccoli mammiferi o uccelli. 'Un massacro al quale, ancora una volta, siamo costretti ad assistere impotenti, nonostante tutti gli appelli che da anni le associazioni animaliste lanciano e le persone di buon senso sottoscrivono, e nonostante le migliaia di firme raccolte', sottolineano all'Aidaa (Associazione italiana difesa animali e ambiente).

Fonte: ANSA

Stragi naziste: inchiodati ex caporali

Modena, 28 dic (ANSA) - 'Anche da noi non tutto girava in maniera pulita. Ma io non tradiro' certo nessun commilitone. Noi due lo sappiamo cosa succedeva'. Sono alcune delle frasi che si sono scambiati al telefono (sotto intercettazione) nel 2006 Horst Gunther Gabriel e Alfred Luhmann, ora 85enni, durante la Seconda guerra mondiale caporali della divisione Goehring. Da una settimana sono nuovi imputati al processo per la strage nazista di Monchio, Costrignano e Susano compiuta il 18 marzo 1944, con 140 morti.

Fonte: http://bit.ly/gfIvoI

Madre in morte cerebrale, nato figlio

E' nato a Niguarda con un parto cesareo il figlio di una donna cingalese in stato di morte cerebrale, ricoverata il 3 novembre scorso per una meningite fulminante, mentre era alla 21/a settimana di gestazione. Terminato il periodo di osservazione, è stato dichiarato il decesso della mamma: la famiglia ha autorizzato l'espianto di organi. Il bimbo pesa 1 kg e 140 grammi. Le sue condizioni generali sono discrete, respira da solo e l'attivita' cardiaca regolare ma la prognosi resta riservata.

Fonte: ANSA

Muore durante allenamento in palestra

Cosenza, 28 dic (ANSA) - Un uomo di 37 anni, e' morto a Rende (Cosenza) mentre si allenava in una palestra. Secondo i primi accertamenti, L'uomo e' stato schiacciato sotto i pesi di una macchina utilizzata per il potenziamento muscolare. Non e' stato ancora accertato se l'uomo sia stato travolto dai pesi a causa di un malore o se sia rimasto vittima di un incidente. Cliente abituale della palestra, aveva ricevuto le chiavi del locale dal proprietario. La macchina utilizzata dall'uomo ha un peso di circa 200 kg.

Fonte: http://bit.ly/g0yYB6

Pugnalato per uno sguardo a ragazza, morto

Torino, 28 dic (ANSA) - Ucciso con un pugnale durante una rissa per uno sguardo di troppo alla ragazza del gruppo rivale: le indagini hanno fatto luce sull'omicidio di Jonatan Rios Davila, il peruviano di 17 anni morto a Torino la notte tra il 19 e il 20 dicembre. L'arma del delitto e' stata trovata e, che sia quella, lo dimostra una foto scattata col cellulare che ritrae Miguel Rodriguez, in carcere accusato dell'omicidio, mentre la impugna. Il procuratore Caselli ha commentato: ''la normalita' subisce un'eclissi''.

Fonte: http://bit.ly/gLT89W

Pacco bomba davanti ambasciata greca a Roma

Roma, 28 dic (Adnkronos) - Nuovo allarme bomba davanti alle sedi diplomatiche a Roma. Un plico sospetto è stato trovato davanti all'ambasciata greca. All'interno c'era un ordigno, disinnescato dagli artificieri dei carabinieri. "E' stato solo un caso se l'ordigno non è esploso in mano al dipendente che ha maneggiato il pacco" hanno rivelato gli inquirenti. A quanto apprende l'ADNKRONOS da fonti investigative il meccanismo del pacco-bomba era identico a quelli recapitati nei giorni scorsi alle ambasciate della Svizzera e del Cile.

Fonte: http://bit.ly/gtustU

lunedì 27 dicembre 2010

'Ndrangheta: scaduti termini custodia, ergastolano scarcerato

Reggio Calabria, 27 dic (ANSA) - Giuseppe Belcastro, 50 anni, condannato all'ergastolo dalla Corte d'assise d'appello di Reggio Calabria, il 3 marzo del 2006, e' stato scarcerato ed avviato alla pena alternativa della casa di lavoro di Sulmona per scadenza dei termini della custodia cautelare, secondo la 'Gazzetta del Sud'. Belcastro era stato condannato alla pena massima nei due gradi del giudizio per reati di mafia legati all'inchiesta sulla 'faida di Sant'Ilario', nella locride, che provoco' numerosi omicidi.

Fonte: http://bit.ly/icv4un
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...