sabato 30 giugno 2012

Viareggio: la città si ferma per ricordare strage, chiuse le indagini - video

Sono passati 3 anni dalla strage ferroviaria di Viareggio, costata la vita a 32 persone; a non passare sono l'indignazione e la voglia di giustizia che anzi aumentano, senza lasciare il passo alla rassegnazione. La città ha ricordato le vittime con

Tragedia a Palinuro: quattro sub bloccati in grotta, corpi recuperarti

Tragedia del mare a Palinuro per tre sub e la loro guida, morti dopo essere rimasti intrappolati nella Grotta del Sangue questa mattina poco dopo le 12. Ci sono volute delle ore per rintracciare e recuperare tutti i corpi. Il primo cadavere a essere riportato a terra è stato

Accordo a Bruxelles su scudo anti-spread, Monti: non lo useremo - video

E' servita una lunga trattativa, con tanto di minacce di veto, per raggiungere l'accordo. E non sono sicuramente mancate le tensioni, che si leggono anche nelle parole che i leader devono pesare per spiegare le misure anti spread, quelle per la ricapitalizzazione delle banche e l'impegno per la crescita. Tutto, con la vigilanza della Bce, che sarà anche 'agente' del fondo Esm per l'acquisto dei titoli di Stato dei Paesi che lo richiederanno, rispettando gli impegni e le condizioni individuate con la Commissione Ue. Italia e Spagna, sostenute dalla Francia, ottengono quello che cercavano, un intervento immediato per stabilizzare i mercati e sottrarsi all'effetto contagio che da mesi ormai rischia di compromettere le loro possibilità di rifinanziamento. La Germania deve 'digerire' decisioni che avrebbe evitato volentieri, a partire dalla rinuncia a imporre l'intervento della troika in caso di intervento anti spread. L'Europa, soprattutto, esce dalla due giorni di Bruxelles meno esposta alle scorribande della speculazione. A certificare questo primo risultato è la reazione dei mercati, con lo spread che 'guadagna' 40 punti, chiudendo a quota 426, e Piazza Affari che guadagna il 6,6%.

Via: Adnkronos
Foto da video: Sky Tg24



Meteo: weekend di afa con temperature in aumento, caldo fino a Martedì

Il caldo non dà tregua, anzi: le temperature sono previste ancora in aumento per la giornata di oggi e comunque al di sopra della media del periodo. Il picco tra domenica e lunedì. Secondo il meteorologo di 3bmeteo.com Francesco Nucera su oltre il 70% del territorio verranno superati i 32/35 gradi. Le regioni più calde in assoluto saranno quelle del Centro Sud, specie le interne e le adriatiche con temperature sino a 38/40 gradi. Non si escludono picchi anche 41/42 gradi. Caldo particolarmente afoso al Nord con notti insonni. "L'ondata di calore è generata da un persistente anticiclone africano, "lo stesso che negli ultimi giorni ha portato temperature record sulla Spagna" dice Nucera di 3bmeteo.com. Raggiunti i 44 gradi a Montoro e Cordoba, 40 gradi a Madrid. Oltre allo sport la sfida è dunque anche sul meteo. Tra domenica e lunedì forti temporali lambiranno il Nord, segnatamente i settori alpini e prealpini. Coinvolti in particolare Biellese, Verbano, Ossola, Varesotto, Comasco, Lecchese, Brianza e Milanese. Da martedì l'ondata di gran caldo inizierà ad allentare la sua morsa ma le temperature rimarranno sopra media, specie al Sud ove si concentreranno i valori più elevati.

Via: TM News
Foto dal web

Roma: gay insultato e picchiato, è la 5° aggressione da inizio giugno

Prima lo hanno insultato con frasi omofobe, poi lo hanno bloccato e giù pugni al volto. Racconta così l'aggressione avvenuta ieri mattina verso le 5.30 il ragazzo gay di 28 anni che ha denunciato di essere stato picchiato da due uomini mentre comprava

Milano: arrestati due agenti di polizia per aver pestato un 60enne - video

Due poliziotti finiti in manette per aver pestato a sangue un uomo di 63 anni. I due agenti arrestati ieri mattina a Milano sono entrambi siciliani, hanno 25 anni e lavorano in servizio sulle volanti da circa un anno. Ad incastrarli è stato soprattutto un video che ha registrato tutto ciò che è successo nella notte tra il 20 e il 21 maggio verso le 3, in viale Gorizia zona Darsena. La vittima ha riportato lesioni al volto che hanno richiesto una prognosi di 40 giorni. La versione dei fatti fornita dai due agenti è stata smentita dalle immagini di alcune telecamere di sorveglianza posizionate nei pressi del luogo dove è avvenuto il pestaggio. Probabilmente i due avrebbero compiuto l'aggressione, quando l'uomo, forse ubriaco, dall'altro lato della strada si era tolto la camicia e aveva urlato qualcosa verso di loro. Ora i poliziotti devono rispondere di lesioni gravissime, falso ideologico e calunnia (per aver detto di essere stati aggrediti dall’uomo). Nella ordinanza di custodia cautelare, il gip Alessandro Clemente specifica come i due agenti, che al momento del fatto erano fuori servizio, abbiano provocato all'uomo un ''fracasso di faccia''. Di qui l'aggravante contestata dal giudice nei loro confronti di aver causato una difformazione permanente del volto della vittima.
Via: ASCA
Foto da video

Aldrovandi/ agente chiede scusa per offese su Facebook, madre: inutili

"Dopo il rigetto della Cassazione del 21 giugno 2012 e le varie esternazioni mediatiche nei nostri confronti, mi sono trovato in uno stato di sconforto e di smarrimento assoluti che mi ha portato, l'indomani, ad esternare via web commenti e frasi sciagurate, di cui mi vergogno, all'indirizzo di persone direttamente colpite dalla vicenda". Inizia così la lettera di scuse diffusa da Paolo Forlani, uno dei 4 agenti condannati per la morte di Federico Aldrovandi, e che nei giorni scorsi aveva postato su Facebook alcuni commenti con insulti rivolti a Patrizia Moretti, la madre del ragazzo ucciso a Ferrara nel 2005. "Quelle mie espressioni sono state il frutto di una pressione che è gravata su di me per 7 anni, durante i quali invano ho cercato di esprimere le mie ragioni - prosegue Forlani - così, dopo l'ennesima e decisiva sconfitta mi sono lasciato andare ad un comportamento irragionevole". "Delle scuse di Forlani non so che farmene - ha commentato la madre di Federico all'Adnkronos - non mi interessano per nulla, quello che conta sono le azioni e lui ne ha commesse molte a partire da quella notte del 2005 in via Ippodromo: ora è troppo tardi".

Via: Adnkronos
Foto dal web

venerdì 29 giugno 2012

Como: spari per festeggiare Azzurri, bimba 10 anni in prognosi riservata

Un colpo di fucile esploso da uno sconosciuto durante i festeggiamenti per la vittoria dell'Italia ha colpito una bambina che si trovava in auto con mamma e papà a Como. La piccola di 10 anni ora è ricoverata in prognosi riservata. Decine di pattuglie dei carabinieri, da ieri sera, sono impegnate a dare la caccia al folle che ha sparato e che ha rischiato di trasformare una festa in tragedia. Come in molte città italiane subito dopo il fischio finale della partita, per le strade di Como ieri sera si sono riversate centinaia di persone per i tradizionali caroselli d'auto. Tra queste anche una famigliola con la figlioletta. D'improvviso, poco prima della mezzanotte, mentre stava percorrendo via Bellinzona, il lunotto posteriore della vettura è andato in frantumi, colpito in pieno da una fucilata esplosa non si sa da chi. Il proiettile vagante ha centrato in pieno la piccina che sedeva sul sedile posteriore. Sotto choc, mamma e papà sono corsi all'ospedale Valduce di Como, poi la piccola è stata trasferita all'ospedale Sacco di Milano. La bimba è stata sottoposta ad un delicato intervento chirurgico propedeutico all'asportazione del proiettile che l'ha colpita tra collo e spalla.

Via: AGI

Traffico di droga e armi: 22 arresti tra Milano, Bergamo e Varese - video

Il Nucleo Investigativo di Milano ha dato esecuzione, nelle province di Milano, Bergamo e Varese, a 22 misure cautelari in carcere, nei confronti di altrettanti soggetti italiani e stranieri, responsabili a vario titolo di associazione per delinquere finalizzata al traffico internazionale di stupefacenti e alla fabbricazione, detenzione e commercializzazione di armi comuni da sparo e da guerra, nonchè ricettazione e porto illegale di armi. Nel corso della complessa attività investigativa, attivata alla fine del 2008, e coordinata da Antonio Sangermano, sostituto procuratore presso la Dda della Procura di Milano,è stata disarticolata un'associazione per delinquere dedita all'importazione di ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti del tipo cocaina ed hashish, provenienti rispettivamente dall'Olanda ed Ecuador, e dal Marocco e Spagna. Tale attività ha permesso nel tempo di trarre in arresto oltre 90 persone per violazione delle norme sugli stupefacenti; deferire all'Autorità Giudiziaria circa 150 persone; sequestrare ingentissime quantità di cocaina ed hashish, armi e vario munizionamento, la somma in contanti di euro 300mila circa, depositi bancari ed autovetture; confiscare somme di denaro.


Via: TMNews

Caldo: malore mentre prende il sole, muore a Napoli nuotatrice 21enne

Stava prendendo il sole in un complesso turistico tra Torre Annunziata e Torre del Greco, nel Napoletano, quando mercoledì mattina Ida Correale, una ragazza di 21 anni di Sarno con l’amore per l’acqua e il nuoto, si è sentita male proprio a bordo della piscina che da anni frequentava. Era insieme a sua sorella quando, verso le 13 di mercoledì, ha perso i sensi. A nulla è servita la disperata corsa in ospedale dove i medici non hanno potuto che constatare la morte della giovane promessa del nuoto: "Abbiamo provato davvero di tutto, le parole di un medico del pronto soccorso, ma non c’è stato nulla da fare. La ragazza, che abbiamo trovato molto magra, è giunta da noi in condizioni disperate". La nuova ondata di caldo, con temperature che continueranno a salire nel fine settimana, ha già fatto registrare altre due vittime. Centinaia di chiamate, intanto, al numero gratuito nazionale 1500 del ministero della Salute che fornisce consigli ed informazioni su come difendersi dalle alte temperature di questi giorni. Le previsioni del tempo appaiono chiare: da oggi una nuova ondata di aria calda proveniente dal Nord Africa investirà l'Italia. Il caldo si farà sentire anche in montagna con punte di 30 gradi a 1000 metri.

Via: Fan Page

Europei, Giorgio Napolitano nel suo 87° compleanno: siete stati grandi

L'Italia va in finale, batte anche la Germania e fa esultare ancora una volta il suo primo tifoso, il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, nel suo 87/mo compleanno. "Questa è un'impresa senza aggettivi - il messaggio di Napolitano agli Azzurri - non ci sono parole per dirvi quanto siete stati grandi". Il presidente del Coni Giovanni Petrucci è raggiante: "Lo spread lo detta la Nazionale italiana di calcio. Stiamo facendo divertire e gioire tutti gli italiani". Poi la parola passa al protagonista di questa fantastica serata, a un Mario Balotelli che con la sua doppietta ha steso la Germania: "E’ stata la serata più bella della mia vita - ammette - spero che domenica sarà una serata ancora più bella. Ho fatto due gol importanti che sono serviti a vincere la partita. L’immagine più bella è quando a fine partita sono andato da mia mamma e le ho dedicato i due gol. Ho aspettato tanto questo momento e speravo di fare contenta mia mamma, ora in finale verrà anche mio papà e spero di farne 4 di gol. In occasione del primo gol ha sfruttato una magia di Cassano, mentre il raddoppio è arrivato grazie ad un lancio millimetrico di Montolivo (...)". Gli Azzurri hanno giocato con il lutto al braccio come omaggio a Manuele Braj, il militare 30enne ucciso lunedì scorso in Afghanistan.

Via: Figc
Foto da video: Presidenza della Repubblica

giovedì 28 giugno 2012

Roma, sequestrati in aeroporto Fiumicino 32 kg di droga: 6 arresti - video

Negli ultimi giorni, i finanzieri del comando provinciale di Roma, in collaborazione con il personale del servizio di vigilanza antifrode dell'Agenzia delle Dogane, hanno sventato altri tentativi di introdurre in Italia, attraverso l'aeroporto Leonardo da Vinci di Fiumicino, partite di droga purissima. Sei i corrieri arrestati e oltre 32 i chili di stupefacente sequestrato complessivamente. Il primo dei corrieri arrestati, aveva occultato oltre 6 kg di cocaina all'interno di alcune borse da donna, decorate artigianalmente con circa 700 sfere ornamentali, che a suo dire erano modelli da far visionare a probabili acquirenti italiani. Otto chili e mezzo sono stati trovati nei doppi fondi di bagagli al seguito di una coppia di turisti spagnoli provenienti dal Brasile, mentre ulteriori 7 kg e mezzo erano contenuti nello zaino di un cittadino ceco proveniente anch'esso da Santo Domingo. Altri 7 chili e mezzo della stessa sostanza stupefacente sono stati, invece, trovati nell'intelaiatura della valigia di una cittadina spagnola proveniente da Buenos Aires. Sempre a Fiumicino è stato, infine, operato il sequestro di 2 kg di eroina, nascosti all'interno del bagaglio di un turco in arrivo da Istanbul.



Via: TM News
Foto da video: Pupia TV

Tav/ scontri tra manifestanti e forze dell'ordine, No Tav: iniziativa riuscita

Più di 500 No Tav ieri sera hanno raggiunto in due momenti la val Clarea, radunandosi attorno alla baita ora recintata. Da lì si sono poi mossi in vari gruppi percorrendo i sentieri che costeggiano le recinzioni del cantiere, sorvegliate dalle forze dell'ordine. I No Tav spiegano di avere tagliato "in modo considerevole" le recinzioni "in almeno tre punti": la polizia ha reagito utilizzando anche idranti e gas lacrimogeni. Sempre i No Tav spiegano di aveva danneggiato anche "due torri faro e numerose protezioni di cantiere". Dopo due ore di "resistenza" il movimento ha poi ripreso la via di Chiomonte e Giaglione. "L'iniziativa, senza euforia fuoriluogo - spiegano i No Tav - è da considerarsi riuscita, nata domenica sera in una assemblea popolare nell'ottica di continuare il boicottaggio attivo del cantiere e che proseguirà tutta l'estate, luglio, agosto e settembre". Quanto ai "soliti sindacati di polizia, al noioso Esposito e al solito codazzo di giornalisti ruffiani, a loro diciamo - si legge sul sito No Tav - di rassegnarsi, la lotta ha i suoi tempi e a rotazione la valle e i suoi comitati segneranno la loro presenza a Chiomonte, a Giaglione, a Venaus e ovunque sarà necessario".

Fonte: No Tav
Via: TM News
Foto dal web

Calcio: stampa tedesca attacca gli azzurri, Nazionale con lutto al braccio

La stampa tedesca attacca gli azzurri mentre mancano poche ore al fatidico match di stasera a Varsavia tra Italia e Germania. La Welt online elenca 20 motivi per i quali i tedeschi batteranno gli "arci-rivali italiani". Tra i 20 motivi più o meno seri, che porterebbero - secondo il giornale - a far vincere i tedeschi, ci sono: "Perché il francese Stephane Lannoy sarà l'arbitro della semifinale"; "perché Daniele de Rossi è l'unico giocatore importante dell'Italia, che ha già segnato un goal con la Germania, ma forse questa volta non ce la fa per un problema a una gamba"; "Perché allo stadio di Varsavia ci saranno 25mila fan tedeschi contro circa 5mila italiani"; "Perchè agli italiani in tre semifinali non sono riusciti a concludere nè una vittoria, nè un goal". L'Italia non ha mai perso contro la Germania in match competitivi, ma non l'ha mai battuta nella fase finale di un Europeo. Intanto la Federazione Italiana Giuoco Calcio ha deciso che nella semifinale dei Campionati Europei in programma oggi a Varsavia contro la Germania, la Nazionale italiana scenderà in campo con il lutto al braccio per rendere onore alla memoria del carabiniere Manuele Braj, vittima nei giorni scorsi di un attentato in Afghanistan. L'Italia non ha mai perso contro la Germania in match competitivi, ma non l'ha mai battuta nella fase finale di un Europeo.

Fonte: TM News
Via: Figc
Foto: © Getty Images

Catania: sciame sismico in poche ore, scossa più forte di magnitudo 3.2

Una nuova scossa di terremoto, di magnitudo 2.8, è stata registrata alle 4.42 nel Nordest della Sicilia, in provincia di Catania. Secondo i rilievi dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, il sisma ha avuto ipocentro a 7,9 km di profondità ed epicentro in prossimità dei comuni di Giarre, Mascali, Milo, Riposto, Sant'Alfio, Santa Venerina e Zafferana Etnea. Dalle verifiche effettuate dalla Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione civile non risultano danni a persone o cose.. Quest'ultima scossa va ad aggiungersi alle quattro, di magnitudo comprese tra i 3.2 e i 2.2 gradi della scala Richter, registrate dalle 23.58 di mercoledì alle 00.39 di giovedì. Secondo i rilievi dell'Ingv, i sismi hanno avuto ipocentri compresi tra i 5 e i 6,2 km di profondità ed epicentri in prossimità dei comuni di Giarre, Milo, Sant'Alfio, Santa Venerina e Zafferanea Etnea. L'ultima scossa nella zona dell'Etna risaliva al 19 giugno scorso (magnitudo 2), mentre il Sudest della regione (provincia di Siracusa) è interessato da uno sciame sismico che negli ultimi tre giorni ha fatto registrare 17 scosse, la più forte delle quali alle 3.14 di mercoledì con magnitudo 3.7.

Via: TG Com

Golfo dell'Asinara, ritrovato relitto Corazzata Roma affondata nel '43 - foto

Nel Golfo dell'Asinara è stata identificata una parte del relitto della Corazzata Roma, adagiata a circa 1.000 metri di profondità e a circa 16 miglia dalla costa sarda. Sono stati ritrovati 5 pezzi di artiglieria antiaerea che erano sul fianco della Corazzata. Le prime ed esclusive immagini del relitto sono state riprese dall'Ingegner Guido Gay titolare della società Gaymarine che da molti anni conduce in zona sperimentazioni di innovative apparecchiature di esplorazione subacquea da lui ideate e costruite. Grazie all’ausilio di un sofisticato robot subacqueo Pluto Palla, e ad altri esclusivi strumenti imbarcati a bordo del catamarano Daedalus di proprietà dello stesso ingegnere, il sito dove giace il relitto della Corazzata Roma è stato individuato e visitato. Dopo 69 anni dall'affondamento è stato possibile assegnare la corretta posizione a quello che la Marina Militare ritiene uno dei più importanti Sacrari del mare; la Corazzata Roma fu affondata il nove settembre del 1943 da un aereo tedesco e nella quale morirono 1352 marinai, insieme al comandante delle forze navali da battaglia della regia Marina, l’ammiraglio di squadra Carlo Bergamini. Solo 622 furono i sopravvissuti.

Via: Marina Militare


mercoledì 27 giugno 2012

Meteo: in arrivo Caronte, nel fine settimana temperature fino a 40 gradi

Sarà "Caronte", il prossimo anticiclone africano che, come il traghettatore infernale dagli Occhi di Brace, ci porterà dritti al cuore dell’Estate. La tregua del caldo di oggi e domani durerà veramente poco: Antonio Sanò, direttore del portale web www.iLMeteo.it, avverte che a partire da Venerdì pomeriggio inizierà a soffiare aria calda a tutte le quote dall’entroterra algerino e tunisino verso il Mediterraneo. La Spagna sfiorerà i 45°C e molte regioni italiane toccheranno i 40°C nel corso del fine settimana, quando "Caronte" raggiungerà la massima potenza. Il Weekend sarà veramente infuocato: 39°C a Bologna, Firenze, Roma, 40°C a Ferrara, 40°C a Pescara, 41°C in Puglia, 36-37 quasi ovunque al centrosud e 37 anche sul Triveneto. I 34°C di Milano saranno poi percepiti come 38 a causa dell’elevato tasso di umidità. Quando ne usciremo? Il centro di calcolo del portale www.ilMeteo.it intravede un possibile cambiamento tra Lunedì 2 e Martedì 3 Luglio, ma solo per le Alpi, il nord e la Sardegna per il passaggio di veloci temporali e venti più freschi, mentre al sud e sulle regioni adriatiche "Caronte" proseguirà per tutta la settimana, probabilmente per altri 10 giorni.

Via: Immediapress
Foto dal web

Terremoto: 9 scosse in provincia di Siracusa, la più forte di magnitudo 3.7

Nove scosse di terremoto si sono susseguite la scorsa notte in provincia di Siracusa nell'arco di due ore mezzo, con epicentro in prossimità di Canicattini Bagni. La più forte, alle 3.14, ha avuto magnitudo 3.7 sulla scala Richter ed è stata seguita sei minuti dopo da una replica di magnitudo 3. La terra ha tremato nel distretto sismico dei monti Iblei, dove già ieri si erano verificate due scosse. Nell'area dell'epicentro si trovano anche i Comuni di Avola, Buscemi, Cassaro, Ferla, Floridia, Noto, Palazzolo Acreide, Rosolini, Solarino e Sortino. Il primo evento è stato registrato dall'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia alle 3.07 con magnitudo 2.6, poi la due scosse piu' forti, e quindi lo sciame sismico è proseguito con terremoti di magnitudo 2 alle 3.33 e alle 3.35, di magnitudo 2.1 alle 4.06, di magnitudo 3.2 alle 4.48, di magnitudo 2.4 alle 5.11 e di magnitudo 2 alle 5.33. L'attività sismica si e' prodotta a una profondità superficiale, compresa tra i 3 i 9,8 chilometri, e questo l'ha resa percepibile dalla popolazione. Non si segnalano al momento danni. L'Ingv sta compiendo diversi studi approfonditi su possibili terremoti in Sicilia e Calabria, la situazione resta quindi da monitorare.

Via: AGI

Rientra la salma di Manuele Braj, Napolitano alla camera ardente

E' atterrato a Ciampino il C130 dell'aeronautica militare che ha riportato in patria la salma del carabiniere scelto Manuele Braj, ucciso da un'esplosione in Afghanistan. Ad accoglierla, i presidenti di Senato e Camera, Renato Schifani e Gianfranco Fini,

Scontro tra camion e treno in un passaggio a livello nel bresciano - video

Incidente lungo i binari della ferrovia a Corte Franca, comune nel Bresciano: in corrispondenza di un passaggio a livello un camion carico di terra si è scontrato contro un treno che stava sopraggiungendo in quel momento. Nell'impatto dei due mezzi, diciotto passeggeri sono rimasti feriti in maniera lieve. Le condizioni della donna alla guida del treno e quelle del conducente del tir, invece, risultano gravi. Lo scontro è avvenuto lungo la linea Brescia-Iseo-Edolo delle Ferrovie Nord. La circolazione sulla tratta ferroviaria è rimasta interrotta per diverse ore. Attivato un servizio autobus sostitutivo. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia Stradale e della Polfer, diverse ambulanze inviate dal 118, i carabinieri e i Vigili del Fuoco di Palazzolo e Brescia. La macchinista, di 44 anni, e il conducente del camion sono stati ricoverati agli Ospedali civili di Brescia in codice rosso. La capotreno aveva perso il marito in un altro incidente ferroviario avvenuto nel 1996 a Calino, sempre nel Bresciano. Secondo la ricostruzione fornita da Trenord, il camion non avrebbe rispettato le norme di sicurezza, tentando di attraversare il passaggio a livello mentre le sbarre si stavano chiudendo.


Fonte: TGcom24
Via: Trenord
Immagini: Corriere della Sera

Strage di Ustica, Napolitano: Istituzioni facciano ogni sforzo per verità

Ancora non si è giunti alla completa verità sulla strage di Ustica, nonostante la sentenza depositata nel 2010 abbia stabilito che il DC9 che volava nei cieli siciliani è stato abbattuto. E il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, nella

Ground Zero, completato il grattacielo 4 World Trade Center - video

Il primo edificio del complesso del World Trade Center è stato completato. L'ultima trave del Four World Trade Center è stata issata e la struttura portante della prima opera del nuovo complesso che sta nascendo sulle ceneri delle Torri Gemelle è

Droga: Giornata contro consumo, campagna Dpa su monumenti - video

Il 26 giugno si è celebrata la XXVI Giornata internazionale contro il consumo e il traffico illecito di droga. ''Liberi da tutte le droghe, Liberi da tutte le mafie. Chi compra droga finanzia le mafie, le loro violenze e il terrorismo''. Sono questi gli slogan lanciati dal Dipartimento Politiche Antidroga, la cui delega è affidata al Ministro per la Cooperazione Internazionale e l'Integrazione, Andrea Riccardi. L'iniziativa è realizzata sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica, con il patrocinio del Presidente della Camera e del Presidente del Senato e con la condivisione del Procuratore Nazionale Antimafia, Pietro Grasso. Sino al 27 giugno prossimo, il messaggio antidroga campeggerà sulla Mole Antonelliana di Torino, in Piazza Maggiore a Bologna, sul Torrione del teatro Carlo Felice di Genova, su Palazzo Barbieri a Verona, sul Campanile di San Marco a Venezia, sulla Torre di San Niccolo' a Firenze, su Palazzo dei Priori di Perugia, sul Colosseo di Roma, sul Maschio Angioino a Napoli, sulla facciata della Sede comunale in Piazza Sant'Oronzo a Lecce, sulla Torre dell'Elefante a Cagliari, sul Palazzo di Città di Palermo, sulla statua del Cavatore a Catanzaro e in Piazza Ferrarese a Bari.




Via: ASCA
Foto da video: Dpa Channel

Aldrovandi, insulti su Facebook alla madre dagli agenti condannati - video

Insulti su Facebook contro la madre di Federico Aldrovandi, dopo la sentenza della Cassazione che ha reso definitiva la condanna per omicidio colposo a 3 anni e mezzi a 4 poliziotti. Sulla bacheca di Prima Difesa due, l'account di un'omonima associazione che difende gratuitamente esponenti delle forze dell'ordine, la firma è di tale Sergio Bandoli. Patrizia Moretti Aldrovandi ha denunciato tre persone, tra questi Paolo Forlani, uno degli agenti ritenuti colpevoli dell'omicidio del figlio, per diffamazione e minaccia. La madre di Federico ha detto basta. "Speravo che la Cassazione ponesse fine a questa vicenda - spiega Patrizia Moretti Aldrovandi - Invece no. Da parte di Forlani mi sono sentita minacciata, la sua aggressività si è espressa chiaramente". Questa è la sua prima denuncia. Indaga la procura di Ferrara. "Se ci sono stati abusi è giusto colpirli", ha detto il ministro dell'Interno Annamaria Cancellieri. Ma l'uso del condizionale ha irritato i genitori del ragazzo. "Fuori luogo per una sentenza definitiva". I quattro poliziotti sono ancora in servizio ma nei loro confronti è aperto un procedimento disciplinare, le frasi ingiuriose sono entrate nel dossier.



Via: La Repubblica
Foto da video: Sky Tg24

Siena: disoccupato tenta furto cibo per figli piccoli, agenti pagano il conto

E’ andato ad un noto supermercato alle porte di Siena a fare la spesa, sapendo di non avere denaro. Un padre di famiglia, cittadino egiziano di 27 anni regolare sul territorio nazionale, rimasto senza lavoro ma con moglie e due figli piccoli a carico, ha tentato di asportare beni di prima necessità dal negozio, accompagnato dal fratello 19enne. Il giovane è stato, però, notato dal personale dell’esercizio commerciale. Il titolare dell'esercizio che ha chiamato la Polizia non ha, tuttavia, voluto sporgere denuncia per quanto accaduto e ha riferito di aver richiesto l’intervento degli agenti solo per chiarire la situazione. I poliziotti delle Volanti della Questura di Siena, una volta appreso lo stato di indigenza dello straniero, che aveva con sé oltre alla pasta e al latte alcuni pacchi di pannolini e degli omogeneizzati, hanno deciso, senza pensarci sù, di offrire del denaro allo straniero per coprire almeno lo stretto necessario della spesa. Immediatamente gli agenti hanno attivato anche i servizi sociali del Comune dove la famiglia di egiziani risiede, subito a sud della provincia, che hanno riferito di conoscere gli stranieri, impegnandosi ad aiutarli.

Via: Polizia di Stato

Bimbo 18 mesi muore nel Comasco dopo aver mangiato insalata di riso

Autopsia e sequestro di tutti gli ingredienti utilizzati per preparare l'insalata di riso che potrebbe essere la causa dell'intossicazione costata la vita al piccolo Samuel, il bimbo di appena 18 mesi morto domenica notte a Lanzo Intelvi (Como) dove si trovava con i genitori e i nonni per il fine settimana. Il magistrato di turno alla Procura di Como, Massimo Astori, ha affidato al medico legale l'incarico di eseguire l'autopsia mentre tutti gli ingredienti saranno sottoposti a specifici esami per capire se possano avere avuto responsabilità. Sia a Lanzo, sia a Cardano al Campo (Varese) dove vivono i giovanissimi genitori del bimbo, la notizia di quanto accaduto ha suscitato grande commozione. I carabinieri lunedì mattina si sono recati a Cardano dove hanno posto sotto sequestro le confezioni ancora disponibili di tutti gli ingredienti utilizzati. Per quanto ricostruito, l'insalata di riso era stata preparata nell'abitazione di Cardano e portata poi in Valle. Sabato sera la famigliola varesina si è riunita attorno alla tavola per la cena. Durante la serata gli adulti hanno cominciato ad accusare uno stato di malessere. Poi è stato il bambino a sentirsi male, attorno alle due.

Via: AGI
Foto dal web

Gita sulla Calvana: muore bimbo 11 anni, forse problema congenito - video

Alcuni ragazzi di una comitiva della parrocchia di Paperino, alla periferia di Prato, in escursione sul monte Calvana, sono stati soccorsi ieri dagli uomini del 118 dopo aver accusato malori. Un 11enne è morto, colpito da arresto cardiaco. Il piccolo era stato trasportato in elisoccorso all'ospedale Careggi di Firenze. La comitiva, composta da una settantina di ragazzi tra gli 8 e i 17 anni più alcuni accompagnatori (tra cui Don Carlo Gestri), era partita da Paperino di Prato ed aveva approcciato la Calvana da un sentiero presso la località Casa Bastone. I giovani, dopo ore sotto il sole, erano disidratati, tanto da non riuscire a camminare. Il bimbo di undici anni è stato colto da arresto cardiaco prima della sosta per il pranzo. Gli altri ragazzini sono stati soccorsi con vari mezzi via terra e anche con l'ausilio di un elicottero. "Le indagini sono a 360 gradi", ma fra le ipotesi prese in considerazione dagli investigatori c'è anche quella che alla base del malore che ha provocato il decesso del bambino durante la gita sulla Calvana a Prato vi sia "un problema congenito". E' quanto spiegano dalla procura di Prato in merito all'indagine aperta sull'accaduto.







Via: TG Com
Foto: Vigili del Fuoco

martedì 26 giugno 2012

Cosenza: bambino 7 anni seviziato e abusato sessualmente dai genitori

Da piccolo veniva legato mani e piedi al seggiolone. Poi costretto ad assistere agli amplessi dei genitori che lo avrebbero anche seviziato con vari oggetti. Due genitori di 40 e 38 anni sono stati arrestati su richiesta della Procura di Cosenza. I due avrebbero per anni seviziato il loro bimbo, che oggi ha 7 anni. I fatti sarebbero avvenuti in un paesino dell'hinterland cosentino, a San Marco Argentano. Il bimbo, scontroso e introverso, avrebbe detto qualcosa ad una sua insegnante, che ha avvertito gli assistenti sociali: da qui le indagini. Il piccolo avrebbe riferito di vere e proprie torture e di violenze sessuali e psicologiche che avrebbe sopportato fin dalla tenera infanzia. Oltre a subire violenza, sarebbe stato costretto ad assistere ad atti sessuali compiuti dai suoi stessi genitori. E sarebbe anche stato seviziato con oggetti. Gli assistenti sociali hanno denunciato la cosa alla Procura, che ha chiesto ed ottenuto l'arresto del padre, di 40 anni, e della madre, di 38 anni. Le perizie e gli esami hanno confermato le violenze. Il bimbo adesso si trova in una residenza protetta. Il ragazzino ha altri tre fratellini dati in adozione perché i genitori nullafacenti non erano in grado di mantenerli.

Fonte: Tg Com
Via: Caserta News
Foto: TM News

Lanciano: 75enne violentò bimba, madre condannata per favoreggiamento

"Fallo fare". Così aveva risposto alla richiesta di aiuto della figlia, di età inferiore ai 10 anni, violentata ripetutamente da un anziano. Con l'accusa di favoreggiamento la mamma della bimba è stata condannata a 10 mesi di reclusione nel rito abbreviato tenutosi davanti il giudice del tribunale di Lanciano, Francesca Del Villano Aceto. L'accusa, sostenuta dalla pm Rosaria Vecchi, aveva chiesto 2 anni di reclusione. La pena è stata sospesa. Francesco Paolo Pasquini, 75 anni di Lanciano, che all'epoca dei fatti abitava con la donna e la bambina, era stato condannato lo scorso 30 maggio a 10 anni di reclusione. I due erano stati arrestati il 7 dicembre scorso a conclusione delle indagini della Procura di Lanciano diretta da Francesco Menditto. "In pochi mesi abbiamo ottenuto due condanne per dei reati particolarmente odiosi - ha detto il procuratore Menditto a margine della conclusione del primo grado - una volta che leggeremo la sentenza decideremo se ricorrere in appello". La sentenza verrà depositata entro 30 giorni. La madre è stata allontanata dalla bimba all'indomani della misura cautelare: da allora la minore è stata affidata a una struttura specializzata.

Via: AGI

Mafia: 49 fermi nell'agrigentino, in manette anche agente e imprenditori

La polizia ha eseguito 49 fermi nell'agrigentino su disposizione dei pm della Dda Vittorio Teresi, Emanuele Ravaglioli e Rita Fulantelli. Il gruppo aveva una larga disponibilità di armi e secondo gli investigatori aveva stretti rapporti con il boss latitante Matteo Messina Denaro. Gli indagati sono accusati a vario titolo di associazione mafiosa, estorsione e detenzione di armi. I fermi hanno colpito, tra gli altri, il presunto nuovo reggente provinciale di Cosa nostra Leo Sutera, Fabrizio Messina, fratello dell'ex latitante Gerlandino da poco prosciolto in un processo per omicidio compiuto nel Nord Italia, Rosario Bellavia, poliziotto penitenziario, una serie di imprenditori tra cui Alfonso Tuttolomondo di Porto Empedocle, Francesco Ribisi di Palma di Montechiaro. Con questa operazione sarebbe stata decapitata la consorteria mafiosa agrigentina. L'operazione è stata eseguita dalla squadra mobile di Agrigento e del servizio centrale operativo ed è stata effettuata con la collaborazione del commissariato di Porto Empedocle, delle squadre mobili di Palermo e Caltanissetta, del reparto prevenzione crimine e della sezione di polizia stradale e con l'ausilio di unità cinofile antidroga, per un totale di 250 uomini.

Via: TG Com
Foto dal web

Sisma, il Papa tra la gente dell'Emilia: non siete e non sarete soli - video

''Fin dai primi giorni del terremoto che vi ha colpito, sono stato sempre vicino a voi con la preghiera e l'interessamento. Ma quando ho visto che la prova era diventata più dura, ho sentito in modo sempre più forte il bisogno di venire di persona in mezzo a voi''. E' quanto ha affermato stamane il Papa durante la sua visita nelle zone colpite dal sisma. Benedetto XVI si è recato a Rovereto di Novi, in provincia di Modena, dove durante il sisma ha perso la vita il parroco don Ivan Martini nel tentativo di salvare la statua della Madonna della sua chiesa. ''Saluto con grande affetto voi, qui riuniti, e abbraccio con la mente e con il cuore tutti i paesi, tutte le popolazioni che hanno subito danni dal sisma, specialmente le famiglie e le comunità che piangono i defunti: il Signore li accolga nella sua pace''. La parola è poi passata al cardinale Carlo Caffarra, che ha citato Giovannino Guareschi. Il porporato ha ricordato l'esortazione che don Camillo faceva ai suoi fedeli in occasione di un'alluvione come esempio per affrontare il dramma del terremoto: le acque torneranno nel loro alveo - diceva il famoso personaggio letterario - l'importante è rimanere saldi nella fede.

Fonte: Adnkronos
Via: TM News
Foto da video: Sky Tg24





Camorra: sgominato clan napoletano con a capo donna, 66 arresti - video

Sono 66 le persone arrestate nella notte dai carabinieri del Gruppo di Castello di Cisterna. Sono ritenuti affiliati al clan camorristico Pianese-D'Alterio e responsabili, a vario titolo, di associazione di tipo mafioso, estorsione, rapina, spaccio di stupefacenti e violazione alla legge sulle armi. Tra gli altri è stata catturata anche Raffaella D'Alterio, la donna divenuta capo del clan dopo l'uccisione del marito, Nicola Pianese.Le indagini, coordinate dalla Dda partenopea, hanno documentato le alleanze dei Pianese con i Mallardo di Giugliano, i Bidognetti e gli Schiavone di Casal di Principe. Sono state scoperte, inoltre, le dinamiche che avevano originato contrasti nel clan Pianese culminati con l'omicidio del reggente e tracciato le fasi della conflittualità tra i Pianese-D'Alterio e i De Rosa per il controllo di un ingente volume di estorsioni e rapine ai danni di imprenditori, spaccio di stupefacenti e contraffazione e spendita di banconote false. Nel corso dell'operazione sono stati sottoposti a sequestro anche diversi beni immobili, tra cui bar, concessionarie di auto, supermercati e abitazioni nonché conti correnti e auto di grossa cilindrata.

Via: TM News
Foto dal web

Afghanistan: muore carabiniere, rilievi confermano attacco con razzo - video

Un carabiniere morto e altri due feriti. Questo il bilancio dell'esplosione avvenuta in Afghanistan, in un campo d'addestramento della polizia, ad Adraskan. La vittima si chiama Manuele Braj, di 30 anni di Collepasso (provincia di Lecce). L'esplosione è avvenuta vicino a una garitta di osservazione a ridosso della linea di tiro del poligono. L'Esercito ha confermato che si è trattato di un lancio di un razzo degli insorti: "Conclusi i rilievi e non c'è alcun dubbio", ha detto il tenente colonnello Longeri. Inizialmente le autorità locali pensavano fosse stato un incidente dovuto a "una erronea manipolazione di un ordigno che ha riguardato unicamente gli addestratori italiani". Un quarto militare, coinvolto nello scoppio, è rimasto illeso. La zona dell'esplosione è stata isolata per permettere i rilievi di rito e la ricostruzione della dinamica. Durante il sopralluogo, diversi pezzi e frammenti di un razzo da 107 millimetri sono stati rinvenuti dagli artificieri italiani ed americani. Ciò confermerebbe la versione dell'attacco da parte di insorti. Razzi di questo tipo, infatti, sono frequentemente usati in attacchi a basi e postazioni dalla coalizione internazionale e dalle forze di sicurezza afghane. Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, esprime, si legge in una nota, "i suoi sentimenti di solidale partecipazione al dolore dei famigliari del caduto".

Via: TG Com
Foto: ANSA



lunedì 25 giugno 2012

Roma, sgominata banda cinese specializzata in articoli contraffatti - video

Una ramificata organizzazione criminale, dedita all'importazione e commercializzazione di prodotti con marchi di fabbrica contraffatti, è stata disarticolata dai finanzieri del Comando provinciale di Roma, che hanno eseguito sette provvedimenti restrittivi emessi dal Gip del Tribunale di Roma Filippo Steidl, su richiesta del Pubblico Ministero, Pierluigi Cipolla. L'operazione delle Fiamme Gialle si è sviluppata proficuamente grazie a sofisticati sistemi di intercettazione telefonica ed ambientale, ad apparecchi di localizzazione satellitare ed all'analisi dei conti bancari, che hanno consentito di ricostruire ruoli e modus operandi del sodalizio nonchè di tracciare la mappa delle transazioni finanziarie sottese alle movimentazioni degli articoli con griffe false, che spaziavano dagli orologi dei più noti marchi Rolex, Cartier, Tag Hauer e Chopard alle calzature Hogan, Nike Adidas, fino agli occhiali Rayban e Safilo. Scoperti numerosi depositi scoperti che hanno permesso il sequestro di oltre 8 milioni di articoli contraffatti e i 7 arresti, oltre alla denuncia a piede libero all'Autorità Giudiziaria di Roma di altri quattordici affiliati.


Via: ASCA
Foto da video: Pupia Tv

Afghanistan, un carabiniere morto e due feriti in esplosione base - video

Un carabiniere è morto e altri due sono rimasti feriti in seguito a un'esplosione avvenuta in un campo addestrativo della polizia afghana, ad Adraskan, in Afghanistan. Alle ore 08,50 locali (6,20 italiane), spiega una nota dello Stato Maggiore della Difesa, in Adraskan (Afghanistan occidentale - Rc West), all'interno del locale campo addestrativo della Polizia afghana, si è verificata un'esplosione che ha interessato una garitta di osservazione installata nei pressi della linea di tiro del poligono, coinvolgendo tre militari dell'Arma dei Carabinieri appartenenti al Police Speciality Training Team (PSTT). A seguito dell'esplosione, il Carabiniere Scelto Manuele Braj, trentenne di Galatina (Le), effettivo al 13° Reggimento 'Friuli-Venezia Giulia' è deceduto sul colpo. Braj lascia la moglie, 28enne, e il figlio di 8 mesi. Gli altri due militari dell'Arma - il maresciallo capo Dario Cristinelli, 37enne di Lovere (Bergamo) e il carabiniere scelto Emiliano Asta, 29enne di Alcamo in provincia di Trapani - sono rimasti feriti alle gambe e sono stati trasportati in elicottero presso l'ospedale militare americano (Role 2) di Shindand, dove sono ricoverati non in pericolo di vita. Cordoglio del ministro degli Esteri Giulio Terzi.

Via: Adnkronos
Foto dal web

domenica 24 giugno 2012

Palermo: manifestazione ricorda Borsellino, agenda rossa sempre con sé

"Giovanni Falcone e Paolo Borsellino quando erano in vita furono spesso delegittimati sia all'interno del Palazzo di giustizia sia all'esterno, salvo poi essere beatificati da chi concorse al loro isolamento". E' la denuncia del pm della Dda di Palermo Gaetano Paci durante la manifestazione 'Senza tempo', organizzata dal Procuratore aggiunto di Palermo Leonardo Agueci e dal Progetto Legalità per ricordare i vent'anni delle stragi mafiose. Paolo Borsellino non si separava mai dalla sua agenda rossa, la stessa che il giorno della strage di via D'Amelio sparì dalla borsa del magistrato e che è oggetto di tanti misteri ancora irrisolti. La conferma in aula arriva dal magistrato Diego Cavaliero, amico fraterno del giudice ucciso da Cosa nostra 20 anni fa. Cavaliero, sentito al processo Mori, ha raccontato un aneddoto che risale all'11 luglio 1992, pochi giorni prima di morire. Borsellino era in Campania per battezzare il figlio dell'amico pm. "Ricordo che andammo da mia madre a Salerno - dice Cavaliero -andando via si rese conto di non avere la sua agenda rossa con se. Ricordo che mi fece smontare completamente la mia Peugeot. Solo dopo si rese conto di averla dimenticata in albergo".

Fonte: Adnkronos
Vie: Il TempoLibero News

Il Dalai Lama tra i terremotati di Mirandola, poi la visita a Matera - video

Il Dalai Lama è atterrato questa mattina all'aeroporto di Bologna, per recarsi a Mirandola, dove ha visitato le zone terremotate ed ha offerto una preghiera particolare per le vittime del sisma. Ad accoglierlo presso il Terminal Aviazione Generale del Marconi, era presente una delegazione del Comune di Mirandola. Successivamente il capo spirituale del buddismo tibetano si è recato in visita a Matera per conoscere la realizzazione della città della pace per i bambini dei Paesi in guerra. "La felicità che deriva dalla ricchezza materiale e dal potere non è quella vera. Quella che arriva dalla compassione e dall'amore è la felicità - ha detto il Dalai Lama -. La cultura del popolo tibetano è la pace, non solo per i 6 milioni di tibetani ma perché sia diffusa in tutto il mondo". Il capo spirituale del buddismo tibetano non ha risposto a domande di natura politica in quanto dall'anno scorso non è più a capo del governo provvisorio per l'autonomia della nazione tibetana. Rispondendo ad una domanda sul rinvio della cittadinanza onoraria a Milano, ha dichiarato: "Se a livello istituzionale ci sono queste difficoltà io da sempre preferisco non creare problemi e fastidi. Per me non è un problema".

Via: Adnkronos
Foto da video: Sky Tg24



Frecce Tricolori a Cinquale, torna dopo 12 anni il Triplo Tonneau - video

Grande giornata di festa, quella di oggi a Massa Carrara, che dalle prime ore del mattino si è aperta con una fiera per intrattenere il pubblico, oltre lo spettacolo delle Frecce Tricolori che si appena concluso nel cielo di Cinquale (Ms) e dedicato alle popolazioni

Sisma Emilia: oltre 14 mila strutture controllate, proseguono le verifiche

In Emilia Romagna sale a 14.661 il numero delle strutture controllate con sopralluoghi di valutazione dell'agibilità post-sismica su edifici pubblici e privati che hanno riportato danni - e su cui quindi occorre fare una valutazione di agibilità mirata con la scheda Aedes (Agibilità e Danno nell'Emergenza Sismica, ossia uno strumento omogeneo per il rilievo del danno). Di queste, 5144 sono state classificate agibili, 2.485 temporaneamente inagibili ma agibili con provvedimenti di pronto intervento, 762 parzialmente inagibili, 137 temporaneamente inagibili da rivedere con approfondimenti, 5.237 inagibili e 896 inagibili per rischio esterno, ossia a causa di elementi esterni pericolanti il cui crollo potrebbe interessare l'edificio. Parallelamente, proseguono le verifiche speditive condotte da tecnici del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco su un numero più ampio di edifici nell'area interessata dal sisma, che sono oltre 47mila. Sul sito web del Dipartimento, www.protezionecivile.gov.it, è consultabile una sezione dedicata all'emergenza Sisma Emilia, in cui quotidianamente vengono aggiornati anche i dati relativi alle verifiche di agibilità già effettuate.

Via: AGI
Foto: Meteoweb

Alta tensione Turchia e Siria, Ankara chiede riunione urgente Nato - video

La Turchia ha invocato oggi una riunione urgente della Nato, dopo che uno dei suoi caccia F-4 è stato abbattuto dalle forze siriane mentre era in volo nello spazio aereo internazionale. La riunione avrà luogo nella giornata di martedì prossimo. La Turchia ha chiesto l'adozione dell'articolo 4 del Trattato di Fondazione della Nato che prevede che i paesi membri possono portare un problema all'attenzione del Consiglio dell'Alleanza atlantica per discuterne con gli alleati. La vicenda ha fatto salire alle stelle la tensione tra Ankara e Damasco, ex alleati arrivati ai ferri corti sulla scia della violenta repressione attuata dal regime di Bashar al-Assad contro l'opposizione. La Turchia oggi ha alzato ulteriormente i toni, avvertendo il governo siriano di non sfidarlo militarmente. L'aereo militare turco abbattuto dalle forze siriane venerdì stava effettuando una missione di addestramento "ed è stato colpito mentre si trovava nello spazio aereo internazionale", come affermato dal capo della diplomazia turco Ahmet Davutoglu, in un'intervista alla televisione turca TRT Haber. Il ministro ha precisato che il caccia F-4 ''non era coinvolto in alcuna operazione contro la Siria ed era disarmato''.

Vie: TM News | Adnkronos
Foto da video

Gay Pride Roma, corteo sulle note dei Queen: siamo in 150 mila - video

Si è concluso a piazza della Bocca della Verità il lungo corteo del Gay pride di ieri a Roma, riunito sotto lo slogan 'Vogliamo tutto'. Un fiume di persone tra techno, hiphop, house, Queen e gli inevitabili Village People ha sfilato lungo le vie del centro della Capitale. Quasi al termine della manifestazione dell'orgoglio omosessuale l'annuncio dello speaker del carro in testa al corteo: "La cifra adesso è ufficiale: siamo 150.000". Il serpentone composto da 15 tir (30 in tutto le sigle dell'attivismo omosessuale presenti) è partito poco dopo le 16.30 da Piazza da Piazza della Repubblica. Primo fra tutti i carri il camion replica, con tutta evidenza, di quello usato per le riprese di Priscilla la regina del deserto. A chiudere il carro dei giovani dell'Italia dei Valori, l'unico partito presente ieri. Ma c'è anche la democratica Paola Concia, 'paladina' dei diritti gay in Parlamento. Una presenza che lei stessa ha annunciato in un tweet: "Mentre sono in corso il 'Big Bang' con Renzi e i 'Circoli Pd' con Bersani io vado al 'RomaPride2012': un giorno verranno pure loro? Un tuffo nella vita". Parata colorata del Gay Pride, con 15 carri, anche a Palermo.


Via: Adnkronos
Foto da video: ANSA Live

Apparecchi di intrattenimento: vademecum per i Comuni contro illegalità

Le regole e i requisiti necessari per gli apparecchi da intrattenimento nei locali pubblici, le disposizioni per le licenze e le autorizzazioni, le indicazioni pratiche e i riferimenti normativi sul settore: nasce il vademecum pensato per

Lusi, interrogatorio garanzia durato oltre 7 ore: sereno e tranquillo

Si è concluso nel carcere di Rebibbia a Roma dopo sette ore l'interrogatorio di garanzia per Luigi Lusi davanti al gip del tribunale di Roma Simonetta D'Alessandro. "Ha parlato di come funzionava il sistema e di quello che era il suo ruolo", hanno detto gli avvocati Luca

Cosenza, detenuto in cella di massima sicurezza disponeva di cellulare

Nel carcere di Rossano (Cosenza) è stato rinvenuto un telefono cellulare in uso ad un detenuto ristretto nel reparto alta sicurezza; il telefono cellulare era anche dotato di carica batteria. L'uomo era in cella con altri due detenuti. Lo denunciano Giovanni Battista Durante, segretario generale aggiunto del Sappe, e Damiano Bellucci, segretario nazionale. ''Nonostante tali episodi siano abbastanza frequenti negli istituti penitenziari italiani - aggiungono i due sindacalisti - non si comprende come mai l'amministrazione non provveda a dotare il personale di idonei strumenti per il rinvenimento dei telefoni cellulari, oppure a far schermare gli istituti, in modo da renderli inutilizzabili. Nel carcere di Rossano la situazione è sempre difficile, non solo per il sovraffollamento e la carenza di organico, ma anche e soprattutto per i difficili e conflittuali rapporti tra l'amministrazione locale e le organizzazioni sindacali, in particolare col Sappe, nonche' tra la stessa amministrazione e parte del personale. Purtroppo, i vertici dell'amministrazione nazionale e soprattutto regionale hanno dimostrato di non essere in grado di dare delle risposte adeguate a Rossano ed a tutti gli istituti della Calabria''.

Fonte: Sappe
Via: ASCA
Foto: Fdgroup

Siria abbatte caccia turco, Ankara: ha violato lo spazio aereo - video

Il regime siriano ha confermato che la sua contraerea ha abbattuto Venerdì sera un cacciabombardiere F-4 turco, al largo delle coste siriane. Il presidente turco Abdullah Gul ha riconosciuto ieri che il jet potrebbe aver violato temporaneamente lo spazio aereo della Siria a causa della sua alta velocità. "Se pensiamo alla velocità dei jet mentre sorvolano il mare, è cosa frequente che passino e ripassino sulle linee di frontiera per un breve periodo di tempo", ha detto Gul durante una visita a Kayseri, nel centro della Turchia, aggiungendo che ciò non avviene "in malafede". Le sue frasi sembrano segnalare comunque un ammorbidimento sulla questione che Venerdì ha portato allo scontro i due paesi. Il presidente turco ha riferito anche che sarà aperta una inchiesta sulla vicenda. Un portavoce dell'esercito siriano aveva detto che il caccia turco era stato "raggiunto da un colpo diretto dopo essere entrato nello spazio aereo siriano". "Si è schiantato in mare in acque territoriali siriane, a circa dieci chilometri dalla costa della provincia di Latakia". La marina siriana e quella turca stanno collaborando nelle ricerche dei due piloti, che secondo le prime informazioni fornite da Ankara si sarebbero salvati. Secondo la Bbc, la Turchia sta trattando il caso seriamente, ma con estrema cautela, e che non ci sarà alcuna risposta militare da parte di Ankara.


Via: TMNews
Foto: Turkish Air Force

sabato 23 giugno 2012

Conferenza Rio+20, Legambiente: ogni anno 6 mln di profughi ambientali

Uragani, tsunami, terremoti o alluvioni: ogni anno sono 6 milioni i profughi ambientali, persone costretti ad abbandonare le proprie case e i luoghi dove sono nati e cresciuti a causa di eventi climatici estremi. Sono le stime del dossier di Legambiente sulle migrazioni forzate presentato in occasione di Rio+20. Il fenomeno dei migranti ambientali per il 2050, secondo le stime dell'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (Unhcr), potrebbe riguardare 200-250 milioni di persone. E nel 2011 - ricorda Legambiente - sono stati 302 gli eventi catastrofici che hanno colpito circa 206 milioni di persone (164 milioni in più rispetto al 2010) e causato danni economici pari a 380 miliardi di dollari (fonte EM-DAT). Solo lo tsunami e il terremoto in Giappone hanno causato danni per circa 20 miliardi. E' drammatica la fotografia scattata da Profughi ambientali: cambiamento climatico e migrazioni forzate, il dossier di Legambiente, che vuole rilanciare all'attenzione internazionale questo problema in concomitanza di Rio+20, il summit internazionale sul clima. Per Legambiente "è necessario cambiare l'attuale paradigma economico ponendo al centro l'affermazione dei diritti umani e della natura".

Via: TM News
Foto dal web

Torino, volevano dare fuoco a formicaio: ustionati gravemente due ragazzini

Volevano aiutare tre bambini più piccoli a dare fuoco a un formicaio che avevano trovato in campagna i due ragazzini di 12 e 13 anni rimasti ustionati martedì scorso a Rivalta di Torino. I genitori dei tre bambini, tra i 9 e i 10 anni, hanno raccontato del gioco finito male ai carabinieri. I tre avevano acquistato dell'alcol per sterminare un formicaio che avevano trovato nella casetta nei boschi e mentre andavano sul posto hanno incrociato i ragazzi più grandi che si sono uniti a loro. Secondo il loro racconto sul posto hanno trovato i resti di un fuoco già acceso all'interno di una vecchia cucina abbandonata. A quel punto il 12enne avrebbe preso un tizzone dicendo a uno dei più piccoli di spruzzarci sopra l'alcol, senza prevedere la fiammata che ha investito lui e l'amico. I piccoli hanno raccontato che hanno tentato di aiutare gli amici e si sono poi precipitati a chiedere aiuto. I due ragazzini sono ricoverati in gravi condizioni all'ospedale Regina Margherita di Torino: il 12enne è in coma, con ustioni sul 60% del corpo, nel reparto di rianimazione mentre il 13enne, in prognosi riservata ma sveglio, ha ustioni sul 30% del corpo ed è ricoverato in Chirurgia.

Via: Adnkronos
Foto dal web

Camorra: catturato latitante Luigi Di Spirito, era reggente clan - video

Il boss latitante Luigi Di Spirito, 51 anni, ritenuto l'attuale reggente del clan Puca, è stato arrestato dai carabinieri ad Aversa, in provincia di Caserta. I militari del gruppo di Castello di Cisterna sono entrati in azione a Sant'Antimo pedinando un'auto a bordo della quale c'erano il cognato del latitante, Antonio Petito, 54 anni, e la sorella, Nicolina Di Spirito, 49. Nel centro abitato di Aversa l'auto si è fermata per far salire Luigi Di Spirito. I carabinieri hanno bloccato poco dopo il terzetto in via Kennedy, arrestando il boss latitante. Individuato anche il nascondiglio utilizzato da Di Spirito, Puca, un appartamento in via Dante Alighieri, ad Aversa. Il proprietario, Nicola Buoninconti, 44 anni, è stato arrestato per favoreggiamento. Di Spirito era latitante dal 31 gennaio ed ricercato sulla base di un'ordinanza di custodia cautelare del gip del Tribunale di Napoli per trasferimento fraudolento di valori insieme a Pasquale Puca ed a Lorenzo Puca, con l'aggravante di aver favorito il clan. Lorenzo Puca, 26 anni, era stato arrestato dai carabinieri, in collaborazione con la polizia romena a Nadlac, in Romania, nei pressi del confine ungherese.


Via: Corriere del Mezzogiorno
Foto da video: Pupia Tv

Parma: auto vola giù dal cavalcavia, tre morti e otto feriti sulla A1 - video

C'era una ragazza, poi deceduta, alla guida dell'Opel Corsa precipitata la scorsa notte dal ponte di via Cremonese, nel Parmense, causando l'incidente sul sottostante tratto della A1 che ha provocato 3 morti e 8 feriti. Secondo una prima ricostruzione l'incidente, avvenuto verso le 4.45,  potrebbe essere dovuto ad un colpo di sonno, che ha fatto uscire fuori strada l'auto guidata dalla giovane che, successivamente, ha invaso la corsia sud dell'Autosole impattando contro altri veicoli in transito. Tra questi, un'Alfa 147 dove si trovavano le altre due persone decedute a causa dell'incidente. Capottate in seguito all'urto una Renault Modus e una Ford Fiesta, sulla quale viaggiavano le persone rimaste ferite. Alla guida dell'Opel Corsa c'era una donna di origine albanese di 27 anni, residente a Parma, mentre le altre vittime sono due 70enni siciliani, un uomo e una donna. La giovane viaggiava sulla via Cremonese quando al centro del cavalcavia la vettura, dopo aver sbandato, ha abbattuto la rete di protezione ed è finita sulla carreggiata sottostante, centrando l'Alfa. Uno dei feriti è in condizioni gravi all'ospedale Maggiore di Parma; altri due invece risultano dimessi dopo le prime cure.

Via: ANSA
Foto da video: Sky Tg24

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...