venerdì 31 agosto 2012

Staminali, accolto il ricorso per Celeste: piccola potrà continuare cure

La piccola Celeste potrà continuare le cure predisposte dalla Stamina Foundation e somministrate presso gli Ospedali Civili di Brescia. Il giudice del Lavoro di Venezia ha depositato l'ordinanza che in sostanza accoglie il ricorso fatto dai genitori

Lady Diana: 15 anni fa moriva la principessa triste, nessun complotto - video

Era la notte del 31 agosto 1997, esattamente 15 anni fa. Sotto il Ponte de l'Alma, a Parigi, uno dei tunnel del lungosenna, finiva contro un pilastro di cemento la favola triste di Lady D, la principessa del popolo. Diana Spencer morì in un incidente d'auto in cui persero la vita anche il suo compagno, il miliardario Dodi al-Fayed e l'uomo che era alla guida della loro Mercedes, Hénry Paul, capo della sicurezza dell'Hotel Ritz, di proprietà della famiglia al-Fayed. A distanza di 15 anni da quella tragica notte francese, tuttavia, gli inglesi non hanno dimenticato la "principessa triste". "Il popolo britannico si sentiva vicino a Lady Diana più di quanto si senta vicino alla Regina, al Duca di Edimburgo o alla principessa Margaret - dice questa donna - è per questo, penso che Diana era stata soprannominata la principessa del popolo". I figli di Diana e del principe Carlo, Harry e William con la moglie Kate, hanno preso il posto della loro mamma nel cuore degli inglesi ma non ne hanno cancellato il ricordo. Sono state tre le inchieste che hanno ricostruito modalità e cause dell'incidente avvenuto nel tunnel de l'Alma. Tutte le sentenze hanno smentito le teorie del complotto che volevano Diana e al Fayed uccisi da un piano criminale della casa reale britannica.



Via: TM News
Foto dal web

Addio al cardinale Martini, ha rifiutato ogni accanimento terapeutico - video

E' morto il cardinale Carlo Maria Martini. Le condizioni del grande cardinale gesuita erano gravissime e giudicate irreversibili già da ieri sera. Così come Giovanni Paolo II, anche Martini soffriva del morbo di Parkinson. L'Arcivescovo emerito di Milano, già dalla metà di agosto, non era più stato in grado di alimentarsi spontaneamente. Il cardinale era ricoverato al collegio Aloisianum di Gallarate (Varese), dove viveva dal 2008. Aveva 85 anni. Benedetto XVI ha potuto salutarlo lo scorso 3 giugno, nell'episcopio di Milano: 7 minuti appena ma di comunicazione profonda. Uno scambio di sguardi, poche parole. Un abbraccio fraterno. Da Castel andolfo dove si trova in vacanza, il Papa ha mandato un messaggio di cordoglio per la morte dell'arcivescovo. Il cardinale Carlo Maria Martini nacque a Torino il 15 febbraio 1927. Si laureò in teologia nel 1958 alla Pontificia Università Gregoriana e nel 1978 fu nominato rettore. Nel 1979 Wojtyla lo volle arcivescovo di Milano, consacrandolo il 6 gennaio del 1980. Figura di spicco, e spesso controcorrente, nella Chiesa, ha guidato la diocesi di Milano dal 1979 fino al 2002. In coerenza con quanto scritto già nel 2007, Martini ha rifiutato in fin di vita forme di accanimento terapeutico.



Via: AGI
Foto dal web

Terremoto: scossa magnitudo 7,6 al largo delle Filippine, è allarme tsunami

Un terremoto di magnitudo 7,6 ha scosso le acque delle Filippine oggi facendo scattare un allarme tsunami nella regione, come riferito dal Geological Survey americano e dal Pacific Tsunami Warning Center (Noaa). Inizialmente l'Usgs aveva calcolato una magnitudo pari a 7.9 e poi è stata rivista e portata a 7.6. Il violento terremoto ha distrutto strade, ponti, interrotto la corrente elettrica in decine di centri e costretto migliaia di persone a lasciare le loro case per l'allarme tsunami. L'epicentro del sisma è stato registrato al largo della costa orientale, a 100 chilometri dalla città di Guiuan nella provincia di Samar, a una profondità di 34,9 chilometri. Ai residenti che vivono lungo la costa orientale dell'Isola di Samar è stato ordinato di lasciare le loro abitazioni e spostarsi in luoghi più alti. Diverse abitazioni sono senza elettricità. L'allarme tsunami è stato diramato per le Filippine, il Giappone, l'Indonesia, Taiwan, Papua Nuova Guinea e altre isole del Pacifico tra cui lo Stato americano delle Hawaii. Poco dopo il Noaa ha ritirato l'allerta per il Giappone, Taiwan e diverse altre isole del Pacifico. Nella centrale nucleare di Fukushima i tecnici al lavoro restano in allerta per l'arrivo dello tsunami che dovrebbe toccare le coste alle ore 19 italiane.

Fonte: INGV
Via: Adnkronos
Foto dal web

Pescara: finto dipendente Equitalia truffa debitori, sequestrati beni - video

Cinque Ferrari, una Maserati, un'Aston Martin e una Bmw. Poi ancora 2 moto, garage e appartamenti per un valore di milioni di euro. E' il "tesoretto" di un truffatore 45enne di Chieti che individuava le sue vittime tra i debitori di Equitalia. Spacciandosi per dipendente dell'azienda si proponeva di risolvere i loro problemi facendosi consegnare ingenti somme di denaro; in cambio rilasciava liberatorie e cancellazioni di ipoteche, su carta intestata ma ovviamente false. La truffa è stata scoperta dalla Gdf di Pescara che ha ricostruito l'attività truffaldina del faccendiere dal 2008 ad oggi, di cui erano vittima anche la stessa Equitalia e lo Stato per il mancato introito dei tributi dovuti. A destare sospetti nei finanzieri il tenore di vita dell'uomo, decisamente al di sopra di quanto concesso dalle sue dichiarazioni fiscali: meno di 7.500 euro l'anno fino al 2008, poi addirittura più nulla. I beni acquisiti con i soldi guadagnati dalle truffe, inoltre, erano tutti intestati all'anziana madre pensionata, anche lei indagata per riciclaggio e reimpiego di beni di provenienza delittuosa. Il "tesoretto" ora è stato sequestrato dalle Fiamme gialle e il controvalore servirà alle vittime per regolare le proprie pendenze con lo Stato.

Via: TM News
Foto da video

giovedì 30 agosto 2012

Incidenti: agente della stradale travolto su A14, segnalava incendio - video

Un agente della polizia stradale, Maurizio Zanella di 50 anni, è morto sul colpo investito sull'autostrada A14. L'uomo era stato inviato insieme ad un collega 49enne sul tratto autostradale pugliese tra San Severo e Poggio Imperiale, perché all'altezza di Serracapriola un incendio in un campo adiacente aveva sprigionato una nuvola di fumo che aveva invaso la carreggiata. Zanella e il collega avevano parcheggiato la Volvo sul ciglio della strada e il 50enne era sulla corsia di emergenza con la pala per cercare di rallentare il traffico. Verso mezzogiorno il conducente di una Ford Focus sopraggiunta a velocità non ha visto l'agente a causa dell'intenso fumo e lo ha travolto. Zanella è stato scaraventato a qualche metro di distanza, mentre il collega, che ha dato l’allarme, ha riportato diverse escoriazioni. In fin di vita, il poliziotto è stato trasportato d’urgenza all’ospedale San Timoteo di Termoli, dove però è morto dopo pochi minuti. Sul posto la polizia stradale di Vasto e di Pescara oltre ai vigili del fuoco di Foggia. La procura di Pescara ha immediatamente aperto un’inchiesta. Il ministro dell'Interno, Annamaria Cancellieri, ha inviato un telegramma di cordoglio al Capo della polizia, Antonio Manganelli.

Via: La Repubblica
Foto da video: Corriere del Mezzogiorno

Treno travolge auto/ morte sorelle, Cesaro: dovevano esserci sbarre

E' morta poco dopo il ricovero Grazia Annunziata, 53 anni, che era rimasta ferita a Somma Vesuviana, nel napoletano, in un incidente tra un'auto e un convolgio del treno Circumvesuviana nel quale era deceduta sul colpo la sorella Maria, 58

Intercettazioni, la reazione del Quirinale: torbida manovra destabilizzante

Il Quirinale respinge con forza "ogni torbida manovra destabilizzante", in riferimento all'ultimo numero di Panorama, che ha pubblicato le indiscrezioni sulle intercettazioni che riguardano Giorgio Napolitano. "La 'campagna di insinuazioni e sospetti' nei confronti del Presidente della Repubblica - si legge nella nota del Quirinale - ha raggiunto un nuovo apice con il clamoroso tentativo di alcuni periodici e quotidiani di spacciare come veritiere alcune presunte ricostruzioni delle conversazioni intercettate tra il Capo dello Stato e il senatore Mancino. Alle tante manipolazioni si aggiungono, così, autentici falsi. Il Presidente, che non ha nulla da nascondere ma valori di libertà e regole di garanzia da far valere, ha chiesto alla Corte costituzionale di pronunciarsi in termini di principio sul tema di possibili intercettazioni dirette o indirette di suoi colloqui telefonici, e ne attende serenamente la pronuncia. Quel che sta avvenendo, del resto conferma l'assoluta obbiettività e correttezza della scelta compiuta dal Presidente della Repubblica di ricorrere alla Corte costituzionale a tutela non della sua persona ma delle prerogative proprie dell'istituzione. Risibile perciò è la pretesa, da qualsiasi parte provenga, di poter 'ricattare' il Capo dello Stato".

Via: Quirinale
Foto archivio

Carbosulcis/ governo: chiusura non è scontata, minatore si ferisce - video

Quinta notte sotto terra per i minatori della Carbosulcis in protesta, mentre il Governo ha fatto sapere che "la chiusura della miniera a dicembre non sta scritta da nessuna parte. Al governo non risulta". Così il sottosegretario allo Sviluppo economico,

Paralimpiadi: Hawking a cerimonia, ritirati tre giordani per molestie - video

Due settimane dopo la chiusura dei Giochi Olimpici, lo stadio olimpico di Londra si è riacceso ieri sera per la cerimonia di apertura delle Paralimpiadi, con 4200 atleti che per 11 giorni daranno vita a quella che si annuncia l'edizione più seguita di sempre. La

Rizziconi: padre e due figli uccisi in un agguato, ci sarebbe un sospettato

Un triplice omicidio e avvenuto a Rizziconi (Rc). Uccisi a colpi d'arma da fuoco, Reno Borgese di 48 anni, e i suoi due figli Antonio e Francesco , di 27 e 21 anni. Un cugino, Antonino Borgese, è stato ferito a una spalla. Sul luogo dell'agguato sono stati trovati bossoli di pistola calibro 9. Ci sarebbe un sospettato: si tratta di un giovane, al momento irreperibile, che avrebbe avuto una lite con una delle vittime per una questione legata ad una ragazza. Remo Borgese e i figli, infatti, erano incensurati e nei loro confronti non è mai emerso alcun elemento che potesse farli ritenere legati ad ambienti criminali. Il padre era un assicuratore, i due figli gestivano una compagnia di soccorso stradale per il recupero di automobili guaste. Il cugino rimasto ferito è stato interrogato dagli inquirenti, ma non avrebbe fornito indicazioni sul nome dell'omicida. Dalle indagini sarebbe comunque emerso il particolare di un'auto di colore grigio sul luogo del delitto. Il grave fatto di sangue e avvenuto martedì notte in una piazzetta davanti le scuole elementari del paese. La dinamica è ancora al vaglio degli inquirenti. Le indagini sono condotte dalla squadra mobile di Reggio Calabria e dagli uomini del commissariato di Gioia Tauro che sono intervenuti sul posto.

Via: TG Com

Ritrovata ragazza scomparsa, Marcella Carbone ha telefonato ai familiari

Marcella Carbone sta bene e si trova a Parigi. A rivelarlo è il quotidiano l'Unione sarda, che riferisce di una telefonata fatta dalla giovane ai familiari per rassicurarli sulle sue condizioni di salute. La ragazza era scomparsa da Volterra sabato scorso. La giovane

mercoledì 29 agosto 2012

Roma/ sequestrata una tonnellata di marijuana: valeva 1 mln, due arresti

I carabinieri del Nucleo Investigativo di Roma hanno concluso un'operazione antidroga che ha consentito di arrestare due persone in flagranza di reato per traffico e detenzione di sostanze stupefacenti e sequestrare 940 kg di marijuana. Stimato in 1 milione di euro il valore di mercato della droga. Gli arresti sono stati eseguiti a conclusione di un lungo servizio di appostamento che ha consentito di localizzare il luogo dove veniva custodita la sostanza stupefacente: un box auto in zona Palmiro Togliatti. La marijuana era conservata in 75 sacchi neri della nettezza urbana, già suddivisa in 893 pacchi da 1-2 kg pronti per la commercializzazione. Nel corso delle perquisizioni domiciliari, a casa di uno degli arrestati, i carabinieri del Nucleo Investigativo di Roma hanno rinvenuto denaro contante pari a 63.400 euro e due bilance, una a sospensione e una di precisione. Il valore di mercato della droga sequestrata, che sarebbe stata smerciata nella Capitale, ammonta a circa un milione di euro. I due soggetti sono stati associati alla casa circondariale di Roma Regina Coeli. Nuove indagini dovranno ora far luce sulla provenienza della droga. I militari tendono a escludere sia una partita di un traffico internazionale.

Via: Adnkronos
Foto dal web

Camorra: latitante clan Mallardo arrestato nella villa al mare a Sperlonga

Stava trascorrendo le vacanze estive con la propria famiglia in una villetta a Sperlonga, sul litorale laziale, con giardino e accesso privato nonostante fosse ricercato dai carabinieri, ma è stato individuato e arrestato. In manette il latitante Biagio Micillo, 55 anni, uomo di spicco del clan camorristico Mallardo attivo soprattutto a Giugliano, grosso centro in provincia di Napoli. Il boss è stato arrestato nella notte dai carabinieri. Il boss, già noto alle forze dell'ordine, era destinatario di due ordinanze di custodia cautelare. Micillo, infatti, era riusciuto a sfuggire sia al blitz dello scorso 6 giugno eseguito dai Ros, che portò all'arresto di 47 persone tra cui i vertici del clan Mallardo, che all'operazione del 26 giugno scorso contro i Pianese-D'Alterio, nella quale furono eseguiti 64 provvedimenti cautelari in carcere. Tra i reati contestati al clan camorristico dei Mallardo: associazione per delinquere di tipo mafioso, estorsioni, traffico e spaccio di stupefacenti. Micillo era coinvolto anche nel secondo blitz del 26 giugno contro i Pianese-D'Alterio, con i quali aveva stretto un'alleanza. Secondo gli investigatori, infatti, era proprio lui ad avere tra i suoi compiti quello di intrecciare rapporti con questi per conto dei Mallardo.

Via: Tg1 Rai

Olanda/ sospetto dirottamento volo: solo un equivoco, F-16 scortano aereo

Allarme terrorismo sui cieli olandesi: il ministero della Difesa ha fatto alzare in volo due F-16 dell'aeronautica militare per scortare fino allo scalo Schiphol di Amsterdam un velivolo della Vueling partito da Malaga. L'aereo sarebbe un Airbus A320 con numero di volo

Usa: uragano Isaac in Louisiana e punta su New Orleans, venti a 130 km/h

L'uragano Isaac ha raggiunto la costa sud orientale della Louisiana con venti che raggiungono i 130 Km/h e secondo le previsioni raggiungerà New Orleans esattamente a sette anni di distanza dal disastro provocato dall'uragano Katrina. Lo rivela il National Hurricane

Meteo: stop al caldo, arriva Poppea con temporali e temperature in ribasso

Ultime ore d'Estate grazie ad una breve fiammata africana che promette 35°C al centrosud, punte di 36°C in Sardegna e in Sicilia, e ancora 33-34 sull'Emilia. Il pomeriggio di giovedì sarà un pò afoso, mentre primi temporali raggiungeranno il nordovest dalle Alpi verso Piemonte, Lombardia e Liguria; sono i primi segnali di un mutamento importante del tempo. Queste le previsioni degli esperti del portale iLMeteo.it che indicano come venerdì giungerà infatti il vortice "Poppea". Una prima perturbazione a carattere autunnale con piogge e temporali colpirà il centronord fino alla Campania e soffierà il maestrale in Sardegna ancora una volta rimane alta l'allerta per fenomeni intensi e con grandine dapprima sulla Liguria, Lombardia, sull'Emilia, poi sulla Toscana e nella tarda mattinata di venerdì verso l'Umbria e sul Triveneto. Nel corso del Weekend "Poppea" rimarrà sul Mediterraneo ed aria fresca dal mar del Nord scenderà verso l'Italia con un calo delle temperature fino a 10°C. Sabato pioverà soprattutto al nordovest. Al sud farà ancora caldo, ma l'aria fresca nord-atlantica raggiungerà dalla sera la Campania e punterà verso il sud e Sicilia. Il mese di Settembre si preannuncia altalenante con periodi piovosi alternati a fasi più calde.

Via: TM News
Foto: Forum il Meteo

Terremoto: scossa magnitudo 4.6 in Calabria, paura da Cosenza a Catania

Un terremoto di magnitudo 4.6 si è verificato alle 01:12 di mercoledì 29 agosto 2012 in Calabria al confine con la Sicilia (stretto di Messina). La scossa ha avuto come epicentro le seguenti coordinate: 38.25°N, 15.709°E. L'epicentro è stato localizzato nella terraferma, a meno di 100 metri dalla spiaggia di Marina Grande, molto vicino alla linea ferroviaria. Si è trattato di una scossa piuttosto profonda, con l'ipocentro localizzato a 45.4 km di profondità. I comuni indicati entro i 10 km dall'epicentro sono Calanna, Campo Calabro, Fiumara, Laganadi, San Roberto, Sant'Alessio in Aspromonte, Scilla e Villa San Giovanni. La scossa è stata avvertita da Cosenza a Catania, ma in modo più significativo nel reggino e nello Stretto di Messina, area densamente popolata a pochissimi chilometri dall'epicentro. Numerose le telefonate ai centralini dei vigili del fuoco. Al momento non sono segnalati danni, anche se in molti centri s'è scatenato il panico. Un terremoto di magnitudo 2 si era verificato ieri pomeriggio in Sicilia alle 16.57 nel distretto sismico dei monti Iblei, tra le province di Catania e Ragusa. Lunedì notte una scossa di terremoto di magnitudo 2.4 era stata registrata alle 4.19 nel distretto sismico delle isole Eolie.

Fonte: Ingv
Via: Meteo Web
Foto: Ingv

Livorno: scomparsa la ventenne Marcella Carbone, continuano ricerche

Una ragazza è scomparsa da sabato mattina, è stata vista l'ultima volta alla stazione di Cecina (Livorno). Si chiama Marcella Carbone, ha 20 anni e un diploma in ragioneria. Originaria di Irgoli (Nuoro), da gennaio la ragazza si era trasferita da parenti in Toscana, che

Roma, rubata in treno e ritrovata ampolla con sangue di Giovanni Paolo II

E' stata rubata e poi ritrovata una reliquia contenente l'ampolla con il sangue di papa Wojtyla. Il furto è avvenuto ieri mattina su un treno regionale diretto da Roma a Civitavecchia. A subirlo è stato il parroco della chiesa di Santa Maria delle Grazie di Allumiere che avrebbe dovuto portare la reliquia nella sua parrocchia dopo averla prelevata dalla chiesa dell'Immacolata di viale Monza a Roma. La reliquia è stata ritrovata dagli agenti della Polfer in un canneto nei pressi della stazione di Marina di Cerveteri. A compiere il furto sarebbero stati tre stranieri che con l'inganno hanno sottratto lo zaino al sacerdote durante il viaggio in treno: con una scusa uno dei tre ha distratto il parroco, mentre gli altri due hanno afferrato la borsa portandosela via per poi abbandonarla successivamente. Dalla Polfer fanno sapere che sono in corso accertamenti per rintracciare gli autori del furto. La reliquia è una riproduzione di quella originale, custodita sempre nella stessa chiesa dell'Immacolata, ma in entrambe è contenuto il sangue di papa Giovanni Paolo II, versato nell'attentato del 1981. La reliquia così detta "pellegrina" in quanto usata per l'esposizione in varie parti del mondo, è stata restituita direttamente al sacerdote.

Via: Adnkronos
Foto dal web

martedì 28 agosto 2012

Pedofilia: scarcerato prete di Fano, ai domiciliari in un luogo fuori provincia

Don Giacomo Ruggeri, l'ex portavoce del vescovo di Fano arrestato per atti sessuali su una 13enne, da ieri si trova agli arresti domiciliari in un convento francescano. Il Tribunale della libertà di Ancona, accogliendo l'appello dell'avv. Gianluca Sposito, ha infatti disposto la sua scarcerazione, concedendo al religioso i domiciliari in un luogo fuori dalla provincia di Pesaro-Urbino. Lo ha reso noto lo stesso avv. Sposito, difensore di Ruggeri. L'avv. si è detto molto soddisfatto: "il provvedimento accoglie i rilievi presentati". Don Ruggeri, parroco di Orciano, era stato arrestato dalla polizia, dopo che - a seguito della denuncia di un bagnino - gli agenti del commissario di Fano ne avevano filmato in due occasioni le avances alla ragazzina sulla spiaggia fanese. Il giorno stesso il vescovo mons. Armando Trasarti lo aveva sospeso da ogni incarico pastorale. "Non so che cosa mi sia successo" aveva detto il parroco, negando però di avere avuto comportamenti analoghi in passato con altre ragazzine. Il suo legale ha sempre sottolineato che i contatti tra il prete e la giovanissima sono avvenuti senza violenza. La fattispecie si configura automaticamente come violenza sessuale perchè la vittima ha meno di 14 anni.

Via: Vatican Insider
Foto dal web

India/ al via esame processo marò, difesa: Kerala non ha diritti sul caso

La Corte Suprema indiana ha cominciato oggi ad esaminare a New Delhi un ricorso presentato dall'Italia per invalidare il processo istruito nello Stato indiano del Kerala contro i marò Massimiliano Latorre e Salvatore Girone. Lo ha constatato l'ANSA nella capitale indiana. In presenza di una delegazione italiana guidata dall' ambasciatore Giacomo Sanfelice, il presidente del tribunale n.2 della Corte, Altamar Kabir, ha dato la parola all'avvocato difensore dei marò, Harish Salve, il quale ha illustrato per oltre tre ore i principi generali di esercizio della sovranità e di giurisdizione in base ai quali le autorità del Kerala non avevano il diritto di intervenire nella vicenda. Dopo aver ricordato che l'incidente fra la petroliera Enrica Lexie e il peschereccio St. Anthony è avvenuto a circa 20 miglia nautiche dalla costa, e quindi non in acque territoriali indiane, ma in quelle contigue, Salve ha insistito molto sul ruolo dei fucilieri di marina presenti sulla nave. Durante l'udienza del 30 maggio i rappresentanti legali dello Stato del Kerala avevano accettato di rinunciare ad utilizzare per l'accusa nei loro confronti gli argomenti contenuti nella cosiddetta Sua Act, nota anche come "Convenzione Lauro" per il contrasto del terrorismo internazionale.

Via: ANSA
Foto dal web

Venezuela: arrestato boss Bonomolo, intervista a Grassi e Calvino - video

E' finita dopo cinque anni la latitanza di Salvatore Bonomolo, esponente di spicco della famiglia di Palermo centro, inserita nel mandamento di Porta Nuova, resosi irreperibile dal 2007. Il boss, accusato di associazione mafiosa ed estorsione, è stato catturato in Venezuela durante un'operazione congiunta eseguita dalla Sezione Catturandi della Questura di Palermo, dal Servizio centrale operativo della Polizia, dall'Interpol e dalla Polizia venezuelana. Le indagini che hanno portato alla sua cattura sono scattate lo scorso aprile. L'uomo è stato fermato a Porlamar, cittadina venezuelana situata nell'isola di Margarita, nei pressi di uno dei più importanti centri commerciali del luogo. Dopo l'arresto Bonomolo è stato condotto in Tribunale per le formalità di rito. A coordinare le indagini, il procuratore aggiunto della Dda Antonio Ingroia. Bonomolo, secondo l'accusa, era affiliato al clan di Porta Nuova e gestiva squadre di esattori del pizzo, controllando le estorsioni nella zona di sua competenza. Di lui hanno parlato anche diversi collaboratori di giustizia. Adesso, Bonomolo è detenuto in un carcere di Caracas, in attesa dell'udienza che dovrà decidere per la sua estradizione. In Italia l'aspetta una condanna a 10 anni e 4 mesi.




Via: Adnkronos
Foto: Associated Press

Torino, arrestato 45enne: rubava tombini durante gli Europei - video

Ha trafugato dalle strade tra Rivoli (Torino) e i comuni vicini oltre 100 tombini, con non pochi pericoli per auto e pedoni. L'uomo, 45 anni originario dell'Isola di Capo Rizzuto, è stato arrestato con l'accusa di furto aggravato continuato ed attentato alla sicurezza

Decreto sanità: sigarette vietate ad under 18, videopoker lontani da scuola

Maximulte per chi vende sigarette e altri prodotti del tabacco ai minorenni e stretta sui videopoker, che non devono trovarsi nei pressi di scuole, ospedali e luoghi di culto. Queste alcune delle novità inserite nella bozza del 'decretone' messo a punto dal ministro della Salute Renato Balduzzi, che affronta tutti i temi della sanità a 360 gradi, e che dovrebbe essere esaminato nel Cdm di venerdì prossimo. "Chiunque vende o somministra i prodotti del tabacco ai minori di anni 18 - si legge nella bozza - è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da 250 a 1.000 euro. Se il fatto è commesso più di una volta si applica la sanzione amministrativa pecuniaria da 500 a 2.000 euro e la sospensione, per tre mesi, della licenza all'esercizio dell'attività". Oltre al tabacco, Balduzzi mette a punto una stretta anche per i videopoker, che possono creare dipendenza. Tasse su bibite e superalcolici. Novità in vista anche per tutti gli sportivi amatoriali. A breve, anche solo iscriversi in palestra o in piscina richiederà una certificazione medica più accurata. A breve sarà facile sapere quanto le aziende sanitarie pagano i beni e servizi acquistati. Torna l'idea di utilizzare 'fuori etichetta' farmaci meno cari per il Servizio sanitario nazionale.

Via: Adnkronos
Foto archivio

Maltempo: muore capitano peschereccio, riapre isola Lago Maggiore

Mentre si contano i danni dell'ondata di maltempo che ha colpito l'Italia nel weekend, oggi tornerà il caldo in tutta la penisola. Ieri problemi sono stati creati dal mare Adriatico in tempesta. Un peschereccio si è ribaltato a largo del porto canale di Pescara a causa del forte

lunedì 27 agosto 2012

'Ndrangheta: arrestato boss del clan degli Zingari, era latitante da gennaio

Il reggente del clan degli zingari di Cosenza, Franco Bruzzese, 45 anni, latitante dal gennaio scorso, è stato arrestato la notte scorsa dalla squadra mobile di Cosenza. Si nascondeva in un appartamento al nono piano di un edificio in via Panebianco, a Cosenza, dotato di tutti i comfort. Nell'appartamento gli agenti hanno trovato un un tapis roulant, la tv, la playstation. L'uomo, indicato come il reggente del clan degli zingari, aveva a disposizione anche una moto. Al momento dell'arresto non era armato e non ha opposto resistenza. Le indagini proseguono per risalire ai fiancheggiatori. "Lo Stato - ha detto il procuratore della Dda di Catanzaro Vincenzo Antonio Lombardo incontrando i giornalisti - si sta riappropriando del territorio. L'arresto di pericolosi latitanti è frutto anche di una sana 'concorrenza' tra polizia e carabinieri, che negli ultimi mesi hanno assicurato alla giustizia nomi eccellenti della mala del cosentino". Bruzzese ha precedenti per associazione mafiosa, rapina, armi e altri reati. Era ricercato per una sentenza di condanna a 12 anni e sei mesi di reclusione per tentato omicidio, a suo carico c'è anche una misura cautelare per violazione della sorveglianza speciale.


Fonte: LEGGO
Via: Adnkronos

Terrorismo: blitz contro gruppo anarco-insurrezionalista, arrestato leader

Un'operazione della Digos di Trento, condotta su un gruppo anarchico insurrezionalista, ha portato all'arresto di Massimo Passamani e della militante Daniela Battisti (posta ai domiciliari). La Questura di Trento ha arrestato nella notte due componenti del gruppo anarchico-insurrezionalista trentino. L'operazione della Digos di Trento è stata coordinata dalla Direzione centrale della Polizia di prevenzione. Arrestato con l'accusa di "associazione sovversiva" il leader locale degli anarchici insurrezionalisti, Massimo Passamani, di Rovereto (Tn). Secondo gli inquirenti locali la sua attività anche in val di Susa - per la contestazione dei lavori per l'Alta velocità - avrebbe destato "allarme ed attenzione", come si legge in una nota diffusa oggi dalla Questura di Trento. Passamani è stato condotto nella Casa circondariale. Il blitz notturno che ha visto impiegati cinquanta agenti della Polizia ha coinvolto anche la militante Daniela Battisti, alla quale il Gip ha concesso gli arresti domiciliari. Sono state effettuate inoltre perquisizioni in due centri anarchici a Trento e Rovereto e in una decina di abitazioni di militanti. Nel corso delle perquisizioni sarebbero stati sequestrati oggetti e documentazione di "interesse investigativo".

Via: AGI

Sulcis: operai barricati in miniera con esplosivo a 373 metri di profondità

Prosegue la protesta dei 40 minatori che, ieri alle 22.30, hanno occupato la miniera di carbone di Nuraxi Figus, a Gonnesa, in provincia di Carbonia-Iglesias, asserragliandosi a 373 metri sotto terra. La protesta è esplosa per convincere il governo a sbloccare il progetto di

Kabul/ decapitati 17 civili: puniti per una festa, talebani uccidono 10 soldati

Diciassette civili, tra cui due donne, sono stati decapitati a Helmand, in un villaggio del sud dell'Afghanistan, regione considerata roccaforte del movimento dei talebani. E nella stessa regione alcuni ribelli talebani hanno attaccato questa mattina una postazione militare, uccidendo dieci soldati afgani. Altri quattro soldati sono rimasti feriti, mentre sei sono ritenuti scomparsi. L'attacco ha avuto luogo nel distretto di Washir, ha precisato un alto responsabile della polizia nella regione, Mohammad Ismaiel Hotak. "La scorsa notte 17 residenti locali, due donne e 15 uomini, sono stati decapitati da gente sconosciuta nel distretto di Kajaki, nella provincia di Helman, ha invece confermato il portavoce del governatore, Daud Ahmadi. Il ministero dell'Interno afghano ha spiegato che all'origine della carneficina ci sarebbe una festa. Altre fonti, però, sottolineano la particolarità della festa. Per la legge afghana, infatti, donne e uomini non si possono mischiare in eventi mondani se non sono legati da un vincolo matrimoniale. L'episodio ricorda ciò che si era consumato in un hotel di lusso vicino a Kabul lo scorso giugno. Quando un gruppo di talebani aveva ucciso 20 persone, mentre era alla ricerca di informazioni su una presunta festa con prostitute.

Fonte: TM News
Via: Blitz Quotidiano
Foto dal web

Afghanistan: attacco con razzo a base italiana di Bala Boluk, tre feriti lievi

Questa mattina, alle 10 ora locale, le 7.30 in Italia, un razzo da 107 mm lanciato da insorti è caduto, senza esplodere, all'interno della FOB (Forward Operative Base) Tobruk, di Bala Boluk, settore di competenza della Task Force South, su base Reggimento Cavalleggeri Guide di Salerno, nell'area sud del Regional Command West, a guida italiana. Lo rende noto il portavoce del contingente italiano in Afghanistan, tenente colonnello Francesco Tirino. L'impatto dell'ordigno sul terreno ha causato la proiezione di terriccio e pietre, che hanno investito tre militari italiani. Trasportati per le cure del caso presso l'infermeria (Role 1) della base, per uno di loro si è reso necessario il trasferimento, a scopo precauzionale, per ulteriori accertamenti al Role 2 di Farah. Gli altri due militari hanno riportato solo lievi contusioni. I militari coinvolti, non in pericolo di vita, sono rimasti sempre coscienti ed hanno avvisato personalmente i propri familiari. L'area interessata è stata posta in sicurezza e un nucleo di specialisti EOD (Explosive Ordinance Device) provvederà a far brillare l'ordigno. L'EOD è un distintivo militare delle Forze Armate, che riconosce i tecnici di bonifica di ordigni esplosivi, ordigni improvvisati (IED) e di ordigni nucleari (IND).

Via: TM News
Foto: ANSA

Meteo: dopo Beatrice torna il caldo africano, poi temporali e fresco - video

Dopo il passaggio di Beatrice, oggi i cieli sono in gran parte tersi e l'umidità è bassa. I venti soffiano ancora forti di tramontana soprattutto al sud, sulle Adriatiche e in particolare in Puglia. Ma l'estate non è ancora finita, infatti nelle prossime ore e soprattutto da domani fino a giovedì il caldo tornerà a farci visita, per l'ottava breve fiammata africana che promette 35°C - 36°C al centrosud e punte di 38 in Sicilia, 34 in Emilia. Poi, giovedì pomeriggio una perturbazione raggiungerà il nord con primi temporali che si porteranno velocemente sul resto del nord, sulla Toscana e infine sul resto del centro entro venerdì. Antonio Sanò, direttore del portale ilMeteo.it avverte che nel primo weekend di Settembre aria fresca dal mar Baltico scenderà verso l'Italia e raggiungerà l'Italia con un calo delle temperature fino a 8-10°C in meno dei giorni precedenti sulle regioni adriatiche, e anche Roma e Napoli. Le piogge interesseranno direttamente il nordest, le regioni adriatiche e anche al sud e la Sicilia. Il mese di settembre si preannuncia però altalenante con periodi piovosi alternati a fasi più calde e ancora estive soprattutto al centrosud, mentre al nord saranno più frequenti le perturbazioni atlantiche.

Via: TM News

Carburanti: maxi-sconti agli sgoccioli, nuovo record benzina a 2,013 euro

La fine delle vacanze estive - con i weekend di maxi-sconti ormai agli sgoccioli - porta nuovi record per i carburanti, con la benzina che tocca un nuovo record a 2,013 euro. Una punta raggiunta in alcune realtà locali, per via delle addizionali regionali. E' al sud, invece, che si raggiunge il massimo per il gasolio (con picchi di 1,850 euro/litro) e per il Gpl a 0,824 euro/litro. Più nel dettaglio, secondo quanto risulta dal monitoraggio Check-Up Prezzi QE, i prezzi medi ''serviti'' sono oggi a 1,924 euro/litro per la benzina, 1,809 per il diesel e 0,778 per il Gpl. A livello Paese il prezzo medio praticato della benzina (sempre in modalità ''servito'') va dall'1,914 euro/litro di Esso all'1,924 di IP e TotalErg (no-logo a 1,824). Per il diesel si passa dall'1,798 euro/litro sempre di Esso all'1,809 di IP (no-logo giù a 1,700). Il Gpl infine è tra 0,775 euro/litro di Eni e 0,788 di Q8 (no-logo a 0,767). Oggi prezzi raccomandati quasi fermi: solo un ritocco in salita per IP sulla benzina di 0,5 cent euro/litro e sul diesel di 0,3 cent. Nel corso delle ultime due settimane tuttavia a partire da Eni, che dal 13 agosto ha aumentato i prezzi per quattro volte, tutte le compagnie hanno praticato aumenti conseguenti alla crescita costante delle quotazioni internazionali.

Fonte: Adnkronos

Napoli: in azione banda del buco, sventata ennesima rapina a banca - video

Un mese d'agosto trafficato nel sottosuolo del centro di Napoli, dove entra in azione la "banda del buco". La gang più di una volta ha provato a mettere a segno una rapina passando dalla rete fognaria; l'ultima sventata era stata progettata ai danni di una banca in Via Santa Brigida. A dare l'allarme è stata la vigilanza privata dell'istituto che ha poi chiamato le forze dell'Ordine. Sul posto sono intervenuti Vigili del Fuoco e carabinieri, anche con i gruppi subacquei che hanno rinvenuto alcuni attrezzi da scasso. In realtà più che una "banda del buco" sembra una "banda Bassotti", visto che ogni volta vengono scoperti. Già ad inizio agosto erano stati sventati altri due colpi, in quel caso i militari trovarono due buchi del diametro di mezzo metro proprio sotto una gioielleria e una banca. Pure allora i ladri interrotti prima di portare a termine il colpo abbandonarono i ferri del mestiere, martelli, mazze, cacciaviti e torce. Svaligiare un banca con la "tecnica del buco" non passa mai di moda, a Febbraio scorso però il foro fu stato fatto in pieno giorno, col la banca aperta e con alcuni clienti all'interno. La Rapina fu ai danni dell'agenzia della Banca di Credito Cooperativo di via Bracco, in pieno centro città.


Fonte: TM News
Via: La Stampa
Foto da video

Siria/ 320 morti a Daraya, Assad: fermeremo complotto a qualsiasi costo

La Siria continuerà a battersi per fermare ''il complotto messo in atto contro di me''. Lo ha detto il presidente Bashar al-Assad secondo quanto riferisce la tv di stato. Il popolo siriano, ha aggiunto, non consentirà ''a nessun costo'' che si raggiunga questo

Pedofilia: Polonia, ritrovato carbonizzato sacerdote accusato di molestie

Il corpo di un sacerdote cattolico polacco di 53 anni accusato di pedofilia è stato ritrovato carbonizzato davanti alla tomba di famiglia nel cimitero del villaggio di Lopiennik Nadrzeczny, nel sud della Polonia. Lo ha reso noto nei giorni scorsi la locale procura di di Zamosc. Il sacerdote, identificato solo con il nome di Boguslaw P., era imputato in un processo per molestie sessuali commesse negli anni 2004-2005 ai danni di un suo chierichetto a Pocking, in Germania, dove era parroco. Il religioso era sospettato di aver commesso lo stesso reato nei confronti di altri due ragazzi 10 anni fa a Turka, nel sudest della Polonia. Secondo il sito gazeta.pl, un coltello e una bottiglia di liquido infiammabile sono stati ritrovati accanto al corpo parzialmente carbonizzato. Il sacerdote era stato fermato dalla polizia in seguito all'indagine sui fatti di Turka, ma rilasciato a condizione di non lasciare il luogo di soggiorno abituale e di non avvicinare la sue presunte vittime. Boguslaw P., che si dichiarava non colpevole, rischiava 12 anni di carcere. Nonostante qualche caso isolato negli anni scorsi, in Polonia non è mai scoppiato un vero e proprio scandalo pedofilia nei ranghi della chiesa cattolica, in un Paese in cui il 90% degli abitanti si professa cattolico.

Via: TMNews
Foto: Wojciech Surdziel/ Agencja Gazeta

domenica 26 agosto 2012

Genova: rimossa bomba dal porto, ordigno fatto brillare in cava a Pallare

È stata fatta brillare nella cava di Veriusa a Pallare, in provincia di Savona, la bomba da aereo da 130 kg di tritolo risalente alla Seconda guerra mondiale, ritrovata il 3 agosto durante le operazioni di dragaggio del porto di Genova. Gli artificieri del 32/mo

Palermo: rapina in pieno centro città, tabaccaio legato e picchiato - video

Aveva subito un'altra rapina appena 7 mesi fa ma questa volta per un tabaccaio in via Mariano Stabile nel centro di Palermo è stato un vero pomeriggio di terrore. Poco dopo le 17 quattro uomini col volto coperto sono entrati nel suo negozio. L'uomo era da solo così l'hanno schiaffeggiato e preso a pugni e poi l'hanno legato ad una sedia con delle fascette di plastica. Due dei quattro rapinatori avevano il volto coperto da un casco integrale. Uno indossava occhiali da sole e cappuccio, un'altro solo occhiali da sole. Al tabaccaio hanno chiesto i soldi, lui gli ha indicato la cassa ma aveva aperto da poco più di mezz'ora e i malviventi hanno trovato solo 500 euro. A quel punto, visto il magro bottino hanno pensato bene di portare via sigarette, gratta e vinci e valori bollati per un valore fra i 5 mila e i 7 mila euro, il tutto in pochi minuti. Il tabaccaio molto scosso fortunatamente non ha riportato feriti di rilievo. Sta indagando la polizia. In meno di 24 ore sono state due le rapine a Palermo in esercizi commerciali. La notte scorsa nel chiosco di gelati di via Notarbartolo due banditi armati si sono fatti consegnare non solo l'incasso della giornata, circa 600 euro, ma anche tutti i tagliandi del concorso gratta e vinci e persino un tablet.


Fonte: La Siciliaweb
Via: ANSA

Milano: in permesso per buona condotta rapina farmacia, arrestato - video

Ha rapinato una farmacia con una siringa in pugno e un taglierino in tasca mentre era in permesso premio (art. 30-ter dell'Ordinamento penitenziario), ed è stato nuovamente arrestato dai carabinieri. L'uomo non si era evidentemente per nulla pentito. Ha rapinato una farmacia in permesso premio, praticamente quello che già faceva prima di finire in carcere, nel 2008, e di uscirne, poi, per buona condotta, tre giorni fa. Ma l'uomo, un italiano arrestato dai carabinieri, non si era per niente redento, tanto che è stato bloccato in flagranza di reato dai carabinieri, con una siringa in pugno e un taglierino in tasca. L'arresto è tra quelli operati nel corso dei recenti controlli a tappeto effettuati dai carabinieri del Comando provinciale di Milano nel capoluogo lombardo e nell'hinterland, che vedono in campo ogni giorno, oltre 450 militari. Il rapinatore, Flavio Grugnetti, di 49 anni, era stato condannato a 6 anni e 6 mesi di reclusione per un cumulo di pene emesso dal Tribunale di Milano in seguito a numerosi reati compiuti in precedenza. Ma nei giorni scorsi aveva ottenuto un permesso premio dal 23 al 26 agosto, da trascorrere a Castelli Calepio, in provincia di Bergamo. Invece lo ha passato a Milano, dove è stato nuovamente arrestato.


Via: Corriere della Sera
Foto da video: Corriere.it

Napoli: armiere scissionisti si consegna alla polizia dopo omicidio Marino

Si è consegnato alla polizia dopo aver saputo della morte di Gaetano Marino, ucciso da due killer con dieci colpi di pistola giovedì scorso sul lungomare di Terracina. Gianluca Giugliano detto "O' Piccione" si è fatto arrestare a Secondigliano per non fare la stessa fine di "McKay". Il 31enne è considerato l'armiere degli scissionisti. Secondo le prime dichiarazioni il giovane ha riferito che 'Moncherino' era stato messo all'angolo e la piazza di spaccio affidata a un'altra persona, un tale Roberto M. Per questo motivo l'uomo sarebbe stato ucciso dalla Vanella Grassi. L'omicidio di Marino sarebbe stato deciso nel corso di una riunione che si è tenuta alle Case Celesti, zona di espansione per chi comanda a Vanella Grassi da dove poi sarebbero partite le auto con i killer che hanno freddato 'Moncherino'. A Marino, infatti, secondo quanto riferito da Giugliano, era stata tolta la piazza di spaccio per un paio di ragioni: la prima dovuta a un consistente ammanco di denaro dalle casse delle Case Celesti e l'altra legata al fatto che l'uomo avrebbe fatto uso di cocaina mostrando al clan una certa "inaffidabilità". Da qui la decisione, dopo l'estromissione di 'McKay' dalla piazza dello spaccio, di farlo fuori definitivamente.

Via: AGI
Foto archivio

Scuola/ nuove assunzioni: concorso per 12mila docenti, primo dal 1999

Il 24 settembre verrà pubblicato il bando per un concorso per quasi 12mila docenti. Si tratta del primo concorso dal 1999. E' quanto ha fatto sapere il ministero dell'Istruzione, dando notizia di quattro decreti approvati venerdì dal Cdm. I decreti, si legge nella nota del Miur, riguardano il regolamento sul sistema nazionale di valutazione in materia di istruzione e formazione e l'autorizzazione al Miur a effettuare assunzioni di: dirigenti scolastici, docenti e personale educativo, docenti per le accademie e i conservatori di musica, personale tecnico-amministrativo e tre unità di direttore amministrativo per il settore Afam. E' quindi previsto il reclutamento di docenti della scuola tramite procedura concorsuale. E' prevista per il 24 settembre la pubblicazione di un bando di concorso, per titoli ed esami, su base regionale, finalizzato alla copertura di 11.892 cattedre nelle scuole statali di ogni ordine e grado, risultanti vacanti e disponibili; altrettanti posti saranno messi a disposizione dal Miur attingendo dalle attuali graduatorie. La procedura concorsuale avverrà secondo modalità innovative per favorire l'ingresso nella scuola di insegnanti giovani, capaci e meritevoli, si legge ancora nel comunicato. A questo primo bando seguirà un secondo entro maggio 2013.

Fonte: Miur
Via: TM News

Molesta 16enne e rischia linciaggio, Calderoli: serve castrazione chimica

Ha rischiato il linciaggio e solo l'intervento dei carabinieri, che lo hanno arrestato, ha salvato un peruviano di 43 anni, senza fissa dimora, che venerdì sera ha molestato in strada una ragazza di 16 anni, abbassandosi davanti a lei i pantaloni. È accaduto intorno alle 20 in piazza Re di Roma. L'uomo è stato accerchiato da numerosi passanti, che volevano picchiarlo. Le urla della ragazza, oltre ai passanti, hanno attirato l'attenzione di una pattuglia di carabinieri della Stazione Roma San Giovanni che ha bloccato il molestatore. E di lunedì scorso, a Roma, l'ultimo episodio di violenza sessuale, quando una donna romana è stata violentata da un magrebino nel parco di Tor Pignattara. Dopo l'ennesimo stupro, il leghista Roberto Calderoli rilancia la necessità di introdurre la castrazione chimica come pena per i violentatori. "Ancora una donna, in questo caso una madre di tre figli, violentata. E' inutile a questo punto perdersi in discorsi retorici o filosofici, perchè l'unica soluzione nei confronti di chi violenta il fisico e la dignità di donne o bambini è quella di tagliarglielo via, se non chirurgicamente almeno chimicamente. Sono anni che continuo a proporre la castrazione chimica e sono anni che nessuno mi ascolta, intanto le violenze e gli stupri continuano''

Fonte: Il Corriere della Sera
Via: TM News
Foto archivio

Ostia: arrestato Frank l'iracheno, appartenente ex Banda della Magliana

Sulaiman Faraj, detto "Frank l'iracheno", appartenente all'ex Banda della Magliana e coinvolto nell'operazione del 2004 denominata "Anco Marzio", è stato arrestato dagli agenti del Commissariato di Ostia. A carico dell'uomo era pendente un decreto per la carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Tivoli, per una serie di reati commessi nel 2010. L'uomo, che dovrà scontare circa un anno di pena, è stato fermato dalla Polizia di Stato nei pressi del porto turistico di Ostia. Sul litorale lidense "Frank" è un volto noto alle forze dell'ordine. Nel 2004 è stato coinvolto nella vasta operazione effettuata dalla Squadra Mobile romana chiamata "Anco Marzio" che ebbe origine in seguito all'uccisione, avvenuta nel 2002, del boss Paolo Frau, detto "Paoletto", freddato da due killer a bordo di una moto sotto la sua abitazione. Le indagini sull'omicidio Frau avevano permesso di individuare sul litorale, un sodalizio criminale dedito allo spaccio di sostanze stupefacenti e soprattutto di gioco d'azzardo con il monopolio delle macchinette video poker. In quella circostanza furono 18 le persone a finire in manette, tra le quali nomi di spicco come Luciano Crialesi, 53 anni e Roberto Pergola detto "Er Negro" boss della banda.

Via: ANSA
Foto dal web

Reggio Emilia/ arsenale in casa di armi, munizioni ed esplosivi: 2 arresti

Nascondevano in casa varie armi, tra cui una pistola semiautomatica, una pistola a tamburo, un fucile Mauser da guerra modificato per renderlo funzionante, una quindicina di baionette di vario tipo, oltre 1.500 munizioni di vario calibro, ma anche un chilo di polvere da sparo, oltre 200 grammi di esplosivo altamente pericoloso in quanto a base di nitroglicerina, 7 detonatori e una spoletta. I due uomini, un 62enne imprenditore di Baiso e un artigiano 46enne di Toano, sono stati arrestati dai carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Castelnovo Monti, e messi a disposizione del sostituto procuratore, Isabelle Chiesi, presso la Procura reggiana titolare del'inchiesta. A seguito di indagini finalizzate al contrasto della detenzione illegale di armi, i militari il 16 agosto hanno effettuato una perquisizione presso l'abitazione del 62enne. L'uomo ha consegnato spontaneamente una pistola calibro 7,65 marca Yzor70 completa di caricatore con 9 colpi che deteneva illegalmente nascondendola in uno zaino riposto nel bagno. In una camera invece i militari hanno trovato un fucile Mauser calibro 7x63 modificato con l'inserimento di un nuovo otturatore per renderlo funzionante, e oltre 600 munizioni. Armi e munizioni sono state sequestrate.

Fonte: Andkronos
Via: La Repubblica

Palermo: picchiano direttore banca e tentano rapina, arrestati 3 ventenni

La Polizia ha arrestato a Palermo tre rapinatori, bloccati durante un colpo in banca. A quanto si  è appreso, venerdì mattina i tre malviventi, dopo essersi introdotti nei locali dell'istituto di credito di corso Camillo Finocchiaro Aprile, hanno aggredito il direttore della banca per costringerlo a consegnare il denaro contenuto all'interno della cassaforte. Uno dei presenti, pero', e' riuscito ad allertare il 113. L'arrivo delle volanti ha cosi' permesso di bloccare i rapinatori. Le manette sono scattate ai polsi di S.G., 20 anni, S.C., 22 anni, entrambi incensurati, e F.L.C., 22 anni. Tutti e tre devono rispondere adesso di rapina aggravata in concorso. Ad allertare gli agenti e' stato un cliente della banca, che mentre stava effettuando un prelievo bancomat ha notato due giovani fare irruzione nell'istituto di credito con il volto coperto da un passamontagna. All'interno a fare da 'apripista' c'era un terzo complice. I tre dopo aver picchiato con calci e pugni il direttore della filiale erano riusciti a racimolare 3mila euro. L'intervento dei poliziotti, pero', ha mandato in fumo il loro piano. I tre malviventi sono stati immobilizzati all'interno dello stesso istituto di credito. Il direttore, costretto a consegnare anche il suo portafogli, e' stato medicato sul posto.

Fonte: Adnkronos
Via: La Repubblica
Foto: La Repubblica

sabato 25 agosto 2012

Vallanzasca licenziato a Sarnico, Cancellieri: problema sensibilità loco

Finisce in anticipo il periodo di lavoro esterno di Renato Vallanzasca. La titolare del negozio di abbigliamento di Sarnico (Bg) in cui l'ex leader della Banda della Comasina stava usufruendo del beneficio dell'articolo 21 (lavoro esterno, appunto) ha deciso di interrompere

Anzio: vigilante uccide ladro che forzava distributore automatico, arrestato

Stava forzando il distributore automatico di bevande negli Ospedali Riuniti di Anzio-Nettuno, quando è stato sorpreso dal vigilante che ha esploso colpi con la pistola d'ordinanza ferendolo a morte. Prima degli spari un concitato inseguimento del ladro,

Cerveteri: auto forza il posto di blocco e rischia di travolgere carabiniere

E' caccia all'uomo a Cerveteri dopo che due persone a bordo di un'Audi A6 hanno forzato un posto di blocco dei carabinieri a Campo di Mare. L'episodio è avvenuto ieri mattina alle 12. Il conducente dell'auto, a bordo della quale c'era un'altra

venerdì 24 agosto 2012

Gioia Tauro: sequestrati 28 kg di droga al porto, cocaina per 6 mln - video

Ventotto chili di cocaina purissima sono stati trovati e sequestrati da Guardia di Finanza e Agenzia delle Dogane nel porto di Gioia Tauro. La droga - proveniente dal Cile e destinata a Napoli - era in un container in transito presso il porto calabrese e sbarcato

Usa, sparatoria all'Empire State Building: licenziato uccide ex capo - video

Era stato licenziato un anno fa, oggi è tornato in ufficio, vicino all'Empire State Building, e ha sparato in faccia al suo ex capo di 41 anni, uccidendolo, quindi ha fatto fuoco con una calibro 45 contro la folla. E' accaduto alle 9 di mattina (ora locale), le 15 in Italia, a New York, tra la 5th Avenue e la 34esima strada, davanti al grattacielo, simbolo della Grande Mela. Nove le persone rimaste ferite di cui almeno una in modo grave. L'uomo che ha fatto fuoco è stato ucciso dagli agenti. L'autore della sparatoria non aveva precedenti penali, si chiamava Jeffrey Johnson e aveva 53 anni, hanno riferito il sindaco di New York Michael Bloomberg e il capo della polizia Ray Kelly. Prima di perdere il lavoro Johnson era impiegato come designer di accessori da donna in una azienda tessile che ha i suoi uffici nei pressi del grattacielo. Johnson sarebbe stato inseguito poi da un operaio che, dopo aver assistito alla scena, ha avvisato alcuni poliziotti di zona. Quando gli agenti si sono avvicinati all'uomo, Johnson ha aperto il fuoco, costringendoli a loro volta a sparare. Alcuni dei feriti (due donne e sette uomini) potrebbero essere stati colpiti accidentalmente dagli agenti. L'Fbi ha escluso che la sparatoria abbia una matrice terroristica.

Via: Adnkronos
Foto dal web





Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...