lunedì 20 maggio 2013

Internet: Anonymous Italia si vendica e blocca sito tribunale di Roma

Dopo l'arresto dei quattro "hacktivisti" accusati degli attacchi informatici di Anonymous Italia, l'organizzazione si vendica e blocca il sito del tribunale di Roma. La notizia dell'attacco è sul blog ufficiale del movimento, Anon-news, per ora solo in forma di immagine e senza il consueto lungo comunicato che gli attivisti sono soliti emanare dopo ogni azione. "Qui è dove li bloccheremo, qui è dove li combatteremo. Pensano di averci tagliato la testa? Siamo ancora vivi e continueremo a seguire i nostri ideali. Nobody can stop us", si legge nel flyer elettronico, con accanto la maschera di Guy Fawkes che - dal film 'V per Vendetta' in poi - caratterizza parecchi dei movimentisti moderni. L'operazione "Tango down", affidata al Centro nazionale anticrimine informatico della polizia postale (Cnaipic) con il coordinamento del procuratore aggiunto Giancarlo Capaldo e del pm Perla Lori è sfociata, il 17 maggio, in quattro misure cautelari, sei denunce e dieci perquisizioni. Per la prima volta è stata contestata l'associazione per delinquere a persone che non si conoscono fra loro. Sedici i portali violati, da quelli della polizia e dei carabinieri a quelli del ministero della Difesa e dell Guardia costiera, della presidenza del Consiglio e di Bankitalia, dell'Enel e di Trenitalia, dell'università Luiss e di Enav.


Fonte: Adnkronos
Foto dal web

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...