giovedì 3 luglio 2014

Terni: uccide il compagno e getta corpo nel bosco, arrestato - video

Alla fine l'uomo, un 45enne di Terni, ha confessato: è stato lui ad uccidere un cittadino romeno di 38 anni, residente a Terni, con cui aveva una relazione omosessuale. A far crollare l'assassino è stata la Polizia di Terni che ha avviato le indagini sul caso ad aprile, dopo una
denuncia della sorella del romeno, che si è presentata in Questura per segnalare la scomparsa del fratello. L'assassino ha confessato di aver ucciso l'amico nel suo garage, sparandogli un colpo alla testa con la sua pistola, regolarmente detenuta e di aver gettato nel fiume Nera il suo telefono cellulare. Poi ha caricato il corpo in macchina e lo ha abbandonato in un bosco nella zona di Stroncone. Gli agenti hanno rinvenuto il cadavere, che presentava un foro di proiettile nel cranio. Dalle indagini è emerso che lo scomparso e l'amico italiano si erano conosciuti a Terni nel 1999, quando il rumeno era ancora clandestino e conviveva con una connazionale che lavorava in un locale notturno e l'altro era già sposato con due bambini piccoli. La relazione si era interrotta nel novembre del 2000, quando il rumeno era stato espulso dall'Italia con un altro nome. Nell'agosto 2012, si incontrano di nuovo a Terni e riprendono a frequentarsi assiduamente. Il ternano abbandona le proprie amicizie e trascura la famiglia, mentre il rumeno continua a nascondere la relazione anche ai famigliari.


Fonte: TMNews

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...