lunedì 25 agosto 2014

Siria: liberato il giornalista Peter Theo Curtis rapito nel 2012 - video

Sarebbe stata fondamentale la mediazione del Qatar nell'operazione che porta uno spriraglio di luce nel lutto degli Stati Uniti dopo la decapitazione di James Foley. Peter Theo Curtis, scrittore e giornalista freelance, è stato liberato dopo due anni di sequestro nelle mani del Fronte
al Nusra in Siria. 45 anni, originario di Boston, Curtis è stato conseganto ai caschi blu delle Nazioni Unite sulle alture del Golan. Intanto a Rochester, nel New Hampshire, è stata celebrata ieri una messa di commemorazione per il fotoreporter James Foley. I genitori hanno pregato per la liberazione degli altri americani rapiti assieme al figlio, come il giornalista Steven Sotloff. Le autorità britanniche hanno intanto annunciato di essere vicine all'identificazione dello jihadista carnefice di Foley: uno degli oltre cinque cento cittadini del Regno partiti in Siria che secondo i servizi segreti. Peter Theo Curtis, originario di Boston, era stato sequestrato ad Antakya, nei pressi del confine siriano, nell'ottobre del 2012. L'antiterrorismo di Londra, per trovare il jihadista "Jonh", si sta concentrando su altre due persone di nazionalità britannica: l'hacker 20enne Abu Hussain Al Britani, di Birmingham, e Abu Abdullah al Britani, un altro 20enne di Portsmouth che sarebbe il "social media manager" dello Stato islamico. Un ex ostaggio ha detto che il gruppo è responsabile della gestione degli ostaggi internazionali.


Fonte: Euronews
Via: AGI

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...