lunedì 8 settembre 2014

Napoli, tensioni durante la manifestazione per Davide Bifolco - video

Invocano giustizia gli amici e i parenti di Davide Bifolco, il 17enne napoletano ucciso da un colpo di pistola esploso, forse accidentalmente, da un carabiniere dopo un inseguimento. In centinaia sono scesi in strada, nel rione Traiano, a pochi passi dal luogo della
tragedia, per ricordare il giovane, da tutti ritenuto un "bravo ragazzo". "Ha distrutto una famiglia deve pagare - dice uno dei fratelli di Davide - vogliamo giustizia. Mio fratello non era un delinquente, non ha mai avuto a che fare con la legge, era un bravissimo ragazzo, vogliamo giustizia e basta". Ci sono stati anche momenti di tensione tra i manifestanti e la Polizia che ha dovuto usare i lacrimogeni per disperdere i blocchi non autorizzati. La stessa famiglia di Davide - che ha ricevuto la solidarietà del sindaco di Napoli, de Magistris - ha chiesto agli amici del ragazzo di evitare gesti d'intolleranza nei confronti delle forze dell'ordine. "Noi confidiamo nello Stato - ha detto uno dei familiari - vogliamo giustizia. Se la legge è uguale per tutti, noi vogliamo giustizia".Sotto choc il carabiniere che ha ucciso il ragazzo, un appuntato di 32 anni che al magistrato ha dichiarato: "li ho inseguiti, avevo nella mano destra la pistola con il proiettile in canna per difendermi, ma sono inciampato ed è partito il colpo". Una ricostruzione che non coincide con quella di Salvatore Triunfo, il giovane che era con Davide al momento della tragedia [...]


Fonte: TMNews

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...