venerdì 7 novembre 2014

Belgio: esplode la rivolta contro l'austerity del nuovo governo - video

In Belgio esplode la rivolta contro l'austerity del nuovo governo di destra. Almeno 100.000 persone hanno sfilato per la capitale Bruxelles. Alla fine circa duecento dimostranti si sono scontrati con la polizia ed hanno dato alle fiamme automobili e
cassonetti. La protesta, che ha visto sfilare circa l'1% della popolazione del regno, prende di mira le misure annunciate dal nuovo governo conservatore liberale del primo ministro Charles Michel: dall'aumento dell'età pensionabile a 67 anni, al congelamento degli adeguamenti salariali all'inflazione, ai tagli a scuola, ricerca e servizi. "Sacrifici che colpiscono solo salari, pensioni e stato sociale accusa l'ex ministro socialista Laurette Onkelinx mentre non toccano grandi aziende e capitale". È solo l'inizio. Nelle prossime settimane si preannunciano scioperi in tutto il Paese sino allo sciopero generale annunciato per il 15 dicembre. "Il potere d'acquisto sarà compromesso, sia per i lavoratori che per i beneficiari di prestazioni e piccoli indipendenti", insiste Marc Calice, segretario generale del sindacato socialista Fgtb. "Queste misure ingiuste interesseranno solo il portafoglio dei lavoratori", ha detto Marie-Hélène Ska, il suo omologo del Csc, primo sindacato belga. "Questi provvedimenti sono necessari per garantire il futuro", ha commentato il primo ministro Michel davanti alla Camera dei Deputati.


Fonte: Euronews
Via: AFP

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...