domenica 9 novembre 2014

Berlino, 25 anni dopo pezzi di Muro sono sparsi per il mondo - video

Dalla Corea del Sud al Vaticano, da Tonga a Los Angeles, i frammenti del Muro di Berlino sono sparsi in tutto il pianeta, simboli universali della libertà 25 anni dopo la sua caduta. In quei giorni del 1989 i tedeschi volevano soltanto distruggerlo, ma poi a poco a poco le cose
cambiarono. Intere parti della barriera di cemento e filo di ferro che si estendeva per oltre 150 km si trovano adesso sparse fra le Nazioni Unite a New York, l'Imperial War Museum di Londra, il distretto finanziario di Parigi e il Newseum di Washington. Non lontano da Berlino a Teltow, l'imprenditore Elmar Prost ha collezionato centinaia di frammenti del muro. I collezionisti possono comprarli per 500 euro e il ricavato va a nuovi progetti artistici: "Io credo che tutti abbiano le proprie memorie del Muro, ognuno con la sua storia personale, ma tutti noi avevamo 25 anni di meno...! Ci sono famiglie che si sono conosciute o riunite, ma anche altri il cui mondo crollò. Ci sono tante cose diverse e tutte sono espresse sul Muro". L'artista francese Thierry Noir lavora con Elmar e ha dipinto parti del Muro fin dal 1982: "E' davvero il paradosso del Muro: prima lo dipingevamo per farlo cadere, ora lo dipingiamo per preservarlo come simbolo della libertà ritrovata in Europa". "Questa città ha scritto la storia". Lo ha affermato Angela Merkel, rendendo omaggio a Berlino, 25 anni dopo la caduta del Muro.


Fonte: AskaNews

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...