martedì 18 novembre 2014

Calcio: Kovac si scusa per violenze, arrestati 16 ultras croati - video

Per qualche minuto a San Siro si è temuto di rivivere la folle notte di Genova del 13 ottobre 2010, quando Italia-Serbia non si giocò per la furia degli ultrà di Belgrado.  Stavolta sono stati gli hooligan di Zagabria a provare a diventare protagonisti di Italia-Croazia. Il lancio di
petardi e fumogeni è riuscito solo a far scappare molte famiglie, però. "Ho già chiesto scusa all'Italia, ora la chiedo a tutti", dice amaro il ct Kovac. Inevitabili le sanzioni Uefa, anche perchè la tifoseria croata è recidiva. Sedici di loro sono stati arrestati e portati a San Vittore, in attesa delle decisioni del Gip, mentre divampano le polemiche. "E' palese che c'è una responsabilità oggettiva della federazione croata, bisogna capire bene come mai ci fosse la possibilità di lanciare questi razzi in campo, una cosa che fa riflettere", ha attaccato  Giovanni Malagò, presidente del Coni. "Non lo so come possano succedere episodi del genere, sono domande da rivolgere alla polizia, a chi controlla l'ordine pubblico e fa fatica a mantenerlo - ha osservato Galliani -. È stato molto brutto. Il 98% delle persone allo stadio sono persone tranquillissime". Tutti comunque saranno sottoposti al Daspo e al divieto di soggiorno in Italia. Sono accusati, in particolare, di violenza e minacce nei confronti degli steward dello stadio, di lancio di oggetti pericolosi e di resistenza a pubblico ufficiale.


Fonte: ANSA

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...