lunedì 10 novembre 2014

Mafia: estorsione a fiction antimafia, sequestrati beni a boss - video

La Polizia di Stato, a seguito di un'articolata attività d’indagine, ha sequestrato beni per 500mila euro a Tommaso Tognetti, 49enne palermitano. Il Tribunale di Palermo - Sezione Misure di Prevenzione, ha disposto il sequestro di due unità immobiliari frutto delle illecite attività poste
in essere dal predetto nell'ambito del mandamento mafioso della Noce, rispetto al quale ha ricoperto un ruolo di primissimo piano. L'indagine è stata condotta dagli investigatori della Sezione Patrimoniale dell'Ufficio Misure di Prevenzione  della Questura e dal Gico della Guardia di Finanza ed ha permesso di individuare e successivamente sequestrare, due appartamenti intestati a stretti congiunti, ma in realtà nella diretta disponbilità di Tognetti, che, in virtù della sua posizione all'interno di Cosa Nostra, ha potuto operare in maniera spregiudicata ed investire capitali, riversando su tali beni cospicui flussi di denaro di illecita provenienza. La figura di Tognetti è emersa attraverso le indagini, svolte dalla Squadra Mobile di Palermo (sfociate nell'operazione "Atropos") che, il 22 ottobre 2012, lo ha portato in carcere.  Tognetti sarebbe tra gli estorsori della Magnolia Fiction, società di produzione cinematografica che stava girando a Palermo "Squadra antimafia". I sigilli sono scattati per due immobili nella disponibilità di Tognetti, in via Perpignano e in via Re Federico.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...