venerdì 14 novembre 2014

Mafia, pizzo e traffico di stupefacenti: 18 arrestati a Palermo - video

La Polizia di Stato ha eseguito a Palermo 18 ordini di arresto a carico di altrettanti soggetti ritenuti responsabili di associazione per delinquere di tipo mafioso, estorsione, traffico di sostanze stupefacenti, possesso ed uso illegale di armi da fuoco. Un
solido asse con la criminalità campana, la gestione dello spaccio di droga e il serrato controllo del territorio attraverso le estorsioni. C'e' tutto questo nell'operazione "Zefiro" che ha smantellato la cosca palermitana di Brancaccio. Nel giugno del 2012 quattro malavitosi campani soggiornarono a Palermo e consumarono furti nelle banche con il benestare del capo mafia di zona. I quattro utilizzarono congegni meccanici applicati all'interno e all'esterno degli sportelli bancari di "cassa continua" riuscendo ad impossessarsi della cassetta impiegata dai correntisti per depositare il denaro. Le microspie della Squadra Mobile palermitana hanno rintracciato profili riconducibili alla più tradizionale ortodossia mafiosa, come la raccolta di fondi per il sostentamento delle famiglie dei carcerati. Gli investigatori hanno potuto constatare anche le estorsioni commesse ai danni di commercianti e piccoli imprenditori nonché il traffico di stupefacenti. Le indagini sono state coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia e hanno coinvolto le Squadre Mobili di Palermo, Milano, Napoli e Trapani.


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...