venerdì 26 dicembre 2014

Canale di Sicilia: soccorsi 1.300 immigrati in varie operazioni - video

Sono numerosi i soccorsi a imbarcazioni di migranti provenienti dalle coste del nord Africa, effettuati dalle navi della Marina Militare impegnate nel dispositivo di sorveglianza e sicurezza marittima nello Stretto di Sicilia. Sono quasi 400 i migranti che hanno raggiunto in mattinata il porto di
Pozzallo. Tra di loro anche un giovane deceduto. La polizia di stato ha avviato le indagini per appurare le cause del decesso. Intanto, si sono concluse nella notte le operazioni di soccorso ai 900 migranti, che si sono svolte in 4 diverse azioni di salvataggio nel canale di Sicilia, cui hanno partecipato le navi della Marina militare Borsini, Driade ed Etna, assieme ai mercantili Cougar e St.Jerneborg. I migranti, tra cui donne e minori, sono poi stati trasbordati sulla nave Etna per gli screening sanitari e i controlli di sicurezza propedeutici al trasferimento a terra. Un sospetto caso di tbc e malaria è stato posto in bio-isolamento a bordo e quindi trasferito a terra con l'elicottero della nave. L'intera operazione è avvenuta in collaborazione con l'ufficio prevenzione del ministero della Salute. Il giorno di Natale, una donna nigeriana soccorsa dalla nave "Borsini" ha dato alla luce un bambino: il lieto evento è avvenuto sulla nave Etna. Mamma e bimbo stanno bene e sono ora in trasferimento per Messina, dove arriveranno oggi pomeriggio, assieme ad altre centinaia di migranti.



Via: AdnKronos
Immagini: Repubblica TV

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...