mercoledì 10 dicembre 2014

Numana: spara a moglie e figlio dopo una lite e poi si suicida - video

Tragedia in famiglia nell'anconetano. Un operaio di 38 anni ha ucciso, con colpi di pistola, la moglie 28enne dalla quale si stava separando e il figlioletto di 5 anni. L'uomo, Daniele Antognoni, ha poi rivolto l'arma contro se stesso e si è suicidato. E' successo
in una palazzina a Numana, al culmine di una lite per la separazione in atto tra moglie e marito. Nella casa la famiglia aveva vissuto insieme ma in questo periodo il marito era ospite in alcuni parenti. La donna, Paula Corduneanu, aveva chiamato poco prima il 112 dicendo che l'ex la stava raggiungendo a casa e che lei aveva paura. Antognoni l'aveva chiamata poco dopo le 11 per dirle che voleva parlarle. Non si sa ancora che cosa ha fatto scattare nella donna un campanello d'allarme e se Antognoni l'abbia minacciata. Dopo la chiamata i carabinieri sono subiti andati sul posto ma la tragedia si era già consumata. Il profilo Facebook dell'uomo rivela che era appassionato di armi e che aveva conseguito un certificato d'idoneità al maneggio delle armi da parte dell'Unione Italiana Tiro a Segno. In uno dei post c'è scritto: "Non per vantarmi, ma anche oggi non ho ucciso nessuno".  Tra conoscenti e vicini, però, nessuno poteva immaginare che potesse arrivare a tanto: "Era una famiglia normale - dice una vicina di casa -. A volte lei lavorava in negozio, la vedevamo con il bambino". 


Fonte: ANSA

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...