lunedì 23 febbraio 2015

F-35: Italia conferma l'acquisto dei 90 caccia, ma taglia costi - video

L'Italia prevede di mantenere l'ordine per 90 jet da combattimento Lockheed Martin F-35, nonostante la pressione politica per tagliare la spesa sui piani, dopo aver vinto un importante contratto di manutenzione, hanno detto a Reuters delle fonti
militari a Roma e del Pentagono. I parlamentari del Pd a Maggio avevano chiesto al premier Matteo Renzi ed al governo di dimezzare la spesa del progetto, mentre alcuni partiti di opposizione volevano recedere completamente dal contratto. Renzi ha parlato l'anno scorso di tagliare la spesa del programma F-35 per contribuire a pagare i tagli delle imposte sul reddito per i bassi salari, mostrando che l'ordine dei jet era ancora un possibile bersaglio negli sforzi dell'Italia per rilanciare la sua economia. Nel 2012, l'allora primo ministro Mario Monti aveva tagliato gli ordini del 30%, per cercare di rafforzare i conti pubblici a seguito della crisi del debito della eurozona. Il governo ha stimato il costo di acquisizione di 90 F-35 a 12 miliardi di euro. Dunque si va avanti secondo i piani originari anche se, viene ripetuto, il programma potrebbe essere ridefinito alla luce delle risultanze del Libro Bianco della Difesa non ancora completato. Sui caccia, l'Italia ha già investito 2 miliardi e mezzo e realizzato a Cameri, in provincia di Novara, lo stabilimento dove verranno costruite le ali e il blocco centrale della fusoliera.



Fonte: Reuters
Via: ANSA

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...