venerdì 10 aprile 2015

Cremona, rissa tra CasaPound e Centro sociale: 16 arrestati - video

La Polizia di Stato di Cremona ha arrestato quattro persone e notificato gli arresti domiciliari ad altre 12, tra appartenenti al movimento di CasaPound e appartenenti al locale centro sociale Dordoni. Per tutti l'accusa è di rissa aggravata e per due degli
arrestati anche quella di concorso in tentato omicidio nei confronti del militante del centro sociale Dordoni, Emilio Visigalli. I fatti imputati risalgono alla sera del 18 gennaio scorso, dopo la partita Cremonese-Mantova (Lega Pro), quando numerosi militanti di CasaPound e del Dordoni furono protagonisti di una maxirissa, proprio nei pressi del centro sociale, che provocò il gravissimo ferimento di Visigalli, colpito da una sprangata e poi con calci e pugni fino ad entrare in coma. Al termine della partita i due gruppi si affrontarono con spranghe e bastoni. Le indagini della Polizia di Stato, avvalendosi anche d'intercettazioni telefoniche e ambientali, hanno permesso d'identificare praticamente tutti i partecipanti alla violenta rissa, di raccogliere numerosi elementi per identificare gli autori del pestaggio di Visigalli nonché di ricostruire l'esatta dinamica dei fatti. Tra gli arrestati nell'operazione c'è anche Emilio Visigalli, il militante del centro sociale Dordoni rimasto gravemente ferito nella rissa con gli esponenti di CasaPound. L'uomo è stato posto ai domiciliari con l'accusa di rissa aggravata.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...