giovedì 9 aprile 2015

Milano: sparatoria nel tribunale, quattro persone colpite e killer preso

E' di tre morti (non quattro come era stato riferito in precedenza) e due feriti il bilancio della sparatoria avvenuta questa mattina al Palazzo di Giustizia di Milano. Tra le vittime, il giudice Fernando Ciampi, del Tribunale Fallimentare, che sarebbe stato freddato all'interno
della sua stanza al secondo piano della cittadella giudiziaria milanese. A sparare è stato Claudio Giardiello, originario di Benevento e imputato a Milano in un processo per bancarotta, che ha esploso alcuni colpi all'interno dell'aula della seconda sezione penale, uccidendo oltre al giudice Ciampi anche il testimone Claris Appiani. Giorgio Erba, coimputato dell'assassino, è morto in ospedale dopo essere stato sottoposto ad un intervento chirurgico.  I feriti sono due: il nipote di Erba, Davide Limoncelli, anche lui testimone al processo, ricoverato in condizioni serie al Policlinico e un avvocato colpito a una gamba, che non è in pericolo di vita. Giardiello è riuscito a fuggire in moto ed è stato bloccato dai carabinieri a Vimercate, paese alle porte della Brianza. Parla a Rainews24 il suo ex avvocato, che poi ha rimesso il mandato nel 2008: Claudio Giardiello, ha detto "era un tipo un pò particolare, sopra le righe", tendente alla violenza, di carattere focoso. Resta da capire come un uomo armato sia riuscito a superare i controlli all'ingresso del Tribunale, con nastro rotante e metal detector.


Fonte: AskaNews
Via: RaiNews24

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...