mercoledì 8 aprile 2015

Scuola Diaz, Corte europea condanna Italia: al G8 fu tortura - video

A Genova ci fu tortura. Quattordici anni dopo la violenta repressione delle manifestazioni no global da parte della polizia italiana, la Corte europea dei diritti umani ha condannato l'Italia per i fatti avvenuti nella scuola Diaz durante il G8 del 2001. I magistrati europei
hanno accolto il ricorso presentato da Arnaldo Cestaro che all'epoca aveva 61 anni. Il signor Cestaro fu aggredito da alcuni agenti tanto da dover essere operato. Un trattamento che deve essere considerato come "tortura". Ma la Corte è andata oltre ed ha denunciato l'inadeguatezza della legislazione penale italiana che non prevede il reato di "tortura". Una lacuna che ha permesso ai responsabili del pestaggio di non essere condannati. La proposta per introdurre il reato di tortura nel codice penale è in discussione al Parlamento italiano da quasi due anni. Il provvedimento in esame si compone di 7 articoli. Per Riccardo Noury, portavoce della sezione italiana di Amnesty International, quella di oggi è "un'ottima notizia. Un atto dovuto che fa giustizia dopo tutto ciò che è accaduto nella scuola Diaz a Genova nel luglio del 2001". "Auspico, a questo punto, che il governo italiano dia seguito a questa sentenza - dice Noury all'Adnkronos - e colmi la mancanza del reato di tortura nella legislazione italiana. Prima o poi ci dovrà essere un organo di giustizia italiano che pronuncerà quella parola: tortura".


Fonte: Euronews
Via: AdnKronos

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...