mercoledì 8 luglio 2015

Bari: estorsioni a imprenditori e armi nel cimitero, 40 arresti - video

I Carabinieri del Comando Provinciale di Bari hanno eseguito 40 arresti a carico di esponenti del clan mafioso barese degli "Striscuglio", in esecuzione di un ordinanza di custodia cautelare emessa del Gip di Bari su richiesta della Dda della Procura di Bari.
I Carabinieri del Reparto Operativo di Bari hanno ricostruito anni di egemonia del clan mafioso e di dominio in settori vitali dell'economia, primo fra tutti il settore edile locale, dove viene registrata la doppia imposizione del pizzo a imprenditori che pur di lavorare tranquilli hanno pagato sia gli Strisciuglio sia gli uomini del clan Di Cosola, duramente colpito con i 64 arresti dell'operazione "Pilastro", del 21 aprile scorso. Nessun cantiere era esentato, anche quello di una scuola elementare in costruzione nella zona di Palese è finito sotto estorsione. Le documentate infiltrazioni nella tifoseria del Bari Calcio, evidenziano il tentativo dei clan di pesare anche all'interno dello stadio San Nicola. Il clan usava i loculi del cimitero per nascondere armi e munizioni: dietro la lapide di un ignaro professore morto nel 1962 sono state trovate pistole e munizioni. Anche una micidiale bomba a mano tipo "ananas" nella disponibilità del clan. Ricostruite anche le dinamiche dei riti di affiliazione mutuati dalla camorra e bloccati dai fratelli Strisciuglio perché ritenuti troppo pericolosi per la segretezza del clan.



Via: AdnKronos

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...