lunedì 2 gennaio 2017

Londra, militanti Daesh pronti a usare armi chimiche in Europa e Gb

Il ministro della sicurezza britannica ha detto che i militanti dello Stato islamico intendono lanciare attacchi di massa con armi chimiche contro obiettivi in ​​Gran Bretagna e nel resto d'Europa. In un'intervista al Sunday Times Ben Wallace ha detto che britannici uniti
all'organizzazione terroristica cacciata dalle roccaforti in Medio Oriente, come la città irachena di Mosul, sarebbero pronti a ritornare a casa e costituire una crescente minaccia nazionale. "L'ambizione di Is o Daesh è sicuramente quello di lanciare attacchi di massa", ha detto il ministro. "Non hanno obiezioni morali a usare armi chimiche contro la popolazione e, se potessero, lo farebbero in questo paese. Il numero delle vittime che potrebbero essere coinvolte sarebbe la peggior paura di tutti". Il rapporto afferma che nessuna sostanza chimica è stata identificata, ma i servizi di sicurezza si stanno preparando alla possibilità di attacchi con armi non convenzionali. Lo Stato islamico ha utilizzato gas mostarda in un attacco contro la città siriana di Marea nel mese di agosto 2015, secondo l'Opac. Wallace ha sottolineato che lo smantellamento di una cellula dell'Isis in Marocco nel mese di febbraio è la prova che il gruppo mira ad effettuare attacchi chimici altrove. "Le autorità marocchine hanno smantellato una cellula con armi chimiche. Hanno recuperato sostanze chimiche tossiche e sostanze biologiche e un grande magazzino di fertilizzante. Le sostanze trovate avrebbero potuto essere utilizzate per la produzione di esplosivi artigianali ed essere trasformate in una tossina mortale", ha detto. Circa 800 cittadini britannici si pensa di aver viaggiato in Siria, molti per unirsi allo Stato islamico, dopo lo scoppio della guerra civile in quel paese. Circa 100 sono rimasti uccisi.

Via: Reuters

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...