domenica 21 aprile 2019

Colombo, serie di esplosioni simultanee in chiese e hotel: 253 morti

Almeno 253 persone sono state uccise, tra cui stranieri, e altre 500 sono rimaste ferite in seguito a una serie di esplosioni che hanno scosso tre chiese e tre hotel frequentati da turisti stranieri nello Sri Lanka. Un funzionario di polizia ha dichiarato all'Afp che almeno 45 persone
sono state uccise a Colombo, dove sono stati colpiti tre hotel e una chiesa. Altri 67 sono rimaste uccise in un attacco a una chiesa nel Negombo a nord della capitale, con altri 25 morti in una chiesa nella città di Batticaloa, nell'est del paese. Tutte le esplosioni si sono verificate alle 8.45 (le 4.30 in Italia) mentre i fedeli assistevano alle celebrazioni di Pasqua. Sono stati sicuramente colpiti anche lo Shangri-La Hotel, il Kingsbury Hotel e il Cinnamon Grand Hotel a Colombo, che si trova nei pressi della residenza del primo ministro. Il funzionario di polizia sospetta che almeno due delle esplosioni sono state causate da attentatori suicidi. Il portavoce del National Hospital, il dottore Samindi Samarakoon, dice che i quasi 500 feriti sono stati ricoverati nella sola capitale dell'ospedale principale di Colombo. Il primo ministro dello Sri Lanka, Ranil Wickremesing, ha condannato gli attacchi come "codardi" e ha detto che il governo sta lavorando per tenere sotto controllo la situazione. "Condanno fermamente gli attacchi vigliacchi contro la nostra gente oggi", ha detto in un tweet dal suo account verificato. "Invito tutti gli srilankesi in questo tragico momento a rimanere uniti e forti. Il governo sta prendendo provvedimenti immediati per contenere questa situazione". Il presidente dello Sri Lanka, Maithripala Sirisena, ha invitato la popolazione a mantenere la calma e consentire alle autorità di condurre le loro indagini. L'11 aprile scorso, il capo della polizia, Pujuth Jayasundara, aveva fatto diramare un allarme dell'intelligence ai più alti ufficiali, dichiarando che alcuni kamikaze pianificavano di colpire delle "chiese importanti". "Un'agenzia di intelligence straniera ha riferito che l'Ntj (National Thowheeth Jama'ath) sta pianificando di compiere attacchi suicidi contro chiese di spicco come pure l'alta commissione indiana a Colombo", si legge nel messaggio. L'Ntj è un gruppo radicale musulmano in Sri Lanka, legato alla vandalizzazione delle statue buddiste. Si tratta della peggiore violenza in Sri Lanka dalla fine della guerra civile dieci anni fa. L'entità dello spargimento di sangue ricorda gli attentati casuali perpetrati dai separatisti Trigi Tamil che ebbero come bersaglio una banca, un centro commerciale, un tempio buddista e alberghi frequentati da turisti. L'Isis ha rivendicato gli odierni attentati. Almeno 9 kamikaze hanno agito in risposta alla massacro di Christchurch. La polizia ha arrestato 58 persone e sequestrato un veicolo utilizzato per trasportare i sospettati.


Fonte: AFP
Via: ABC

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...