martedì 13 agosto 2019

Hong Kong, nuova manifestazione in aeroporto: tutti i voli cancellati

Anche oggi una giornata difficile per l'aeroporto internazionale di Hong Kong, principale hub asiatico. Centinaia di manifestanti sono tornati nel terminal partenze e hanno occupato l'area attorno ai banchi check-in, di fatto impedendo ai passeggeri di partire.
Questo ha spinto l'Airport Authority a bloccare le operazioni di accettazione, prima, e tutti i voli in partenza, poi. Alcuni passeggeri hanno protestato vivacemente e ci sono state scene di caos che vengono dopo la giornata di ieri, quando la dimostrazione pro-democrazia ha costretto lo scalo a fermare le partenze, cancellando oltre 300 voli. Il quarto giorno consecutivo di proteste, fa seguito ai violenti scontri avvenuti nel fine settimana tra manifestanti e forze dell'ordine. Ai 16 arresti effettuati sabato vanno ancora aggiunti quelli di domenica, che ha visto nella notte scontri particolarmente intensi tra i manifestanti e gli agenti, accusati di un uso eccessivo della forza. Ad alimentare la tensione, la polizia ha deciso di dispiegare per le strade dell'ex colonia britannica veicoli pesanti equipaggiati con cannoni ad acqua. Le violenze della polizia hanno scatenato le reazioni di indignazione delle organizzazioni per i diritti umani, tra cui Amnesty International, e hanno spinto i manifestanti a colpire più forte all'aeroporto di Hong Kong. Le proteste nel territorio semiautonomo cinese sono iniziate il 9 giugno, contro il disegno di legge che prevede l'estradizione in Cina per i sospettati di reati penali. L'iter del provvedimento legislativo è al momento sospeso, ma i manifestanti ne chiedono la completa cancellazione. La Cina - che accusa i manifestanti di essere violenti e ieri ha parlato di "segnali di terrorismo" nelle proteste, oltre a suggerire che entità straniere, a partire dagli Usa, soffiano sul fuoco per suscitare una "rivoluzione colorata" - ha più volte chiarito che non resterà con le mani in mano se l'amministrazione e la polizia di Hong Kong non riusciranno a mettere la situazione sotto controllo. Intanto l'Alto Commissariato Onu per i diritti umani ha richiesto un'inchiesta immediata sui comportamenti delle forze dell'ordine nei confronti dei manifestanti.


Vie: AskaNews | AdnKronos
Foto: AFP

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...