lunedì 9 dicembre 2019

Firenze, sciame sismico e terremoto di magnitudo 4.5: 236 evacuati

Una scossa di terremoto di magnitudo 4.5 Richter è stata registrata dall'Ingv alle 4:37 di lunedì 9 dicembre con epicentro individuato 25 chilometri circa a nord di Firenze tra i comuni di Scarperia e San Piero e Barberino del Mugello. L'evento sismico in provincia di Firenze è
stato localizzato dalla Rete Sismica Nazionale ad una profondità di 9 chilometri. Ma sono una novantina le scosse registrate finora e in considerazione dell'evento tipico dell'assetto tettonico del Mugello non è da escludersi che lo sciame sismico possa andare avanti ancora per settimane. Lo rende noto la Protezione civile regionale. Continueranno quindi le attente operazioni di monitoraggio e verifica, oltre che gli interventi per fronteggiare la situazione di emergenza. La faglia interessata è un segmento di quella del terremoto che colpì il Mugello proprio 100 anni fa, nel 1919. Sono numerose le persone che stanotte sono uscite di casa nel Mugello in seguito alla serie di scosse di terremoto. La Sala di Protezione civile di Firenze monitora la situazione e l'Unione dei comuni del Mugello ha aperto la Sala intercomunale di protezione civile a Borgo. Sono stati dichiarati inagibili il Palazzo comunale e la caserma dei carabinieri forestali di Barberino di Mugello. Lesionata la chiesa di San Silvestro a Barberino e sono in corso gli accertamenti sulla chiesa di San Andrea a Vicchio e sul campanile della chiesa del Bosco ai Frati di Scarperia da parte della Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio. E' in fase di attivazione l'unità di crisi del ministero dei Beni Culturali. Accertamenti inoltre sulla chiesa di San Andrea a Vicchio e sul campanile della chiesa del Bosco ai Frati di Scarperia. Le scuole resteranno chiuse a Barberino di Mugello, Borgo San Lorenzo, Dicomano, Marradi, Palazzuolo sul Senio, Firenzuola, Vaglia, Vicchio. Istituti scolastici chiusi anche a Vernio (Prato) dove resterà inaccessibile anche il palazzo del Comune in via precauzionale per consentire le verifiche. Sono 236 gli abitanti di Barberino del Mugello che non possono rientrare nelle loro case fino a nuova disposizione di protezione civile. Lo sciame sismico è iniziato intorno alle 20 di domenica: la sala di protezione civile di Firenze ha segnalato che alle 21:13 e alle 21:14 sono state registrate dalla Rete Sismica Nazionale altre due scosse di magnitudo 2.8 e 2.0 ad una profondità di 6 e 7 km, con epicentro a Scarperia e San Piero. Terminate tutte le verifiche all'infrastruttura ferroviaria dopo il terremoto che si è verificato nella notte nel Mugello, in Toscana. Concluse alle 11.30 le ispezioni dei tecnici di Rete Ferroviaria Italiana anche sulla linea Firenze–Borgo San Lorenzo, via Pontassieve. Lo comunica Rfi spiegando che i controlli all'infrastruttura ferroviaria non hanno riscontrato criticità e la circolazione è ripresa su tutte le linee interessate dal terremoto delle 4:37.


Fonte: AdnKronos
Via: RaiNews24

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...