venerdì 3 aprile 2020

Baltimora, epidemia da coronavirus: oltre 1 milione casi nel mondo

Sono più di un milione i casi di coronavirus e oltre 53.000 i decessi nel mondo. Il bilancio aggiornato della Johns Hopkins University parla di 1.016.534 persone che a livello globale hanno contratto la Covid-19 e di 53.164 morti con coronavirus. Gli Stati Uniti
restano primi per numero di casi, 245.540, l'Italia per bilancio di 13.915 morti con coronavirus. Secondo nuovi studi scientifici la diffusione del coronavirus può avvenire anche attraverso l'aria, e non soltanto con il contatto. E ora anche l'Organizzazione mondiale della sanità è pronta a rivedere le sue misure guida, secondo la Bbc. Intanto dagli Usa arriva la raccomandazione di usare le mascherine in pubblico, nel tentativo di rallentare la diffusione del Covid-19. Fino ad ora, le autorità sanitarie, incluso il Dipartimento della Salute dell'Australia, hanno sconsigliato alle persone di non indossare le mascherine se non si è malati. Ma coi nuovi dati sulla presenza del virus nell'aria la situazione è diversa. Negli Stati Uniti, le linee guida aggiornate sull'uso delle mascherine sono ancora in fase di formalizzazione, ma è probabile che vengano applicate a coloro che vivono in aree colpite dalla trasmissione comunitaria del virus. Secondo l'Oms, gli studi finora suggeriscono che il virus viene trasmesso principalmente attraverso il contatto con le goccioline respiratorie piuttosto che attraverso l'aria. Con il decreto dell'11 marzo, il Governo italiano ha stabilito nuove regole per contrastare l'emergenza Coronavirus. L'Istituto Superiore di Sanità ha messo a punto una serie di raccomandazioni, per evitare di diffondere il contagio in famiglia, se uno dei membri è stato colpito dal virus. Innanzitutto, la persona con sospetta o accertata infezione Sars-Cov2 deve stare in una stanza separata e, se non è possibile, mantenere una distanza di almeno un metro dagli altri, e quindi anche dormire in un letto diverso. Le stanze, in casa, vanno areate spesso e le mani vanno asciugate utilizzando asciugamani di carta usa e getta. Se ciò non è possibile, utilizzare asciugamani riservati e sostituirli quando sono bagnati. Chi assiste il malato deve indossare una mascherina chirurgica accuratamente posizionata sul viso quando si trova nella stessa stanza, oltre a evitare il contatto diretto con i fluidi corporei. Per buttare i rifiuti bisogna utilizzare contenitori con apertura a pedale, posizionati all’interno della stanza del malato, mentre la biancheria contaminata va messa in un sacchetto dedicato, indossando i guanti. Le regole prevedono poi di utilizzare la mascherina quando si cambiano le lenzuola del letto del malato e disinfettare quotidianamente le superfici come comodini e servizi igienici. Importante poi, aggiunge l'Iss, lavare vestiti, lenzuola e asciugamani del malato in lavatrice a 60-90 gradi usando un normale detersivo e asciugarli.

Vie: AdnKronos | Tgcom24

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...