martedì 17 giugno 2014

Benzinai: comincia lo sciopero, blocco bancomat dal 22 al 28 - video

Niente "fai da te" da stamani e fino a martedì sera, chiusura totale mercoledì e, dal 21 al 28 giugno, pagamenti solo in contanti. I benzinai aderenti alle tre principali sigle, Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Figisc/Anisa Confcommercio, sono scesi sul piede di guerra e
hanno dato il via alla lunga agitazione che avrà il suo culmine mercoledì 18 giugno, con lo sciopero totale su strade e autostrade, proprio nel giorno in cui si riuniscono i petrolieri per l'annuale assemblea dell'Unione petrolifera. L'incontro di lunedì scorso al ministero dello Sviluppo, infatti, non è stato sufficiente a rasserenare gli animi e così, salvo improbabili revoche dell'ultimo minuto, il 18 i distributori resteranno chiusi. Lo sciopero è di quelli che possono mettere in ginocchio la circolazione su strade e autostrade. Una vera e propria dichiarazione di guerra, dunque, che i gestori intendono recapitare in primo luogo alle compagnie che, "forti del vincolo di fornitura in esclusiva, continuano ad imporre unilateralmente ed arbitrariamente prezzi con tutta evidenza fuori mercato e comunque molto più alti" di quelli delle no-logo o di quelli vicini ai supermercati, "che pure vengono riforniti dalle medesime compagnie petrolifere". L'agitazione avrà anche una coda: dalla mezzanotte del 21 giugno alla stessa ora del 28 non sarà accettato alcun mezzo di e-payment (carte di credito, bancomat, ecc.).


Fonte: ANSA

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...