sabato 12 luglio 2014

Abruzzo: esplosione nella fabbrica di fuochi, aperta inchiesta - video

La Procura di Avezzano (L'Aquila) ha aperto un fascicolo di indagine per l'esplosione che ha causato tre vittime e un disperso nella fabbrica di fuochi d'artificio Paolelli a Tagliacozzo: come conferma il procuratore capo Maurizio Maria Cerrato si indaga per
omicidio colposo plurimo e disastro colposo. La visita del magistrato sul luogo è stata breve, giusto per "prendere possesso" del territorio perché stanno ancora operando gli artificieri e il perito balistico incaricato dal magistrato per effettuare la perizia. Le tre vittime sono: Antonio Morsani, 47 anni di Rieti; Antonello D'Ambrosio, 33 anni di Petrella Liri, frazione Cappadocia (L'Aquila), e il figlio del titolare Sergio Paolelli, Valerio, di 37 anni. La terra ha tremato per chilometri, raccontano i testimoni che hanno sentito l'esplosione. Le case sono state scosse al punto che si era pensato a un terremoto. Poi il fungo di fumo ha rivelato a tutti la probabile tragedia di San Donato. Il forte boato prodotto dall'esplosione principale ha causato danni a vetri e persiane fino a Tagliacozzo, che dista qualche chilometro dal luogo dello scoppio. Altre deflagrazioni sono state poi causate dal materiale incandescente prodotto dalla prima esplosione. Soltanto un anno fa ci fu un'altra tragedia simile in Abruzzo, quando a Città Sant'Angelo esplose la fabbrica dei fratelli Di Giacomo. I morti allora furono cinque.


Fonte: ANSA
Via: RaiNews24

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...