venerdì 11 luglio 2014

Camorra, sequestro beni per 100 mln a imprenditore affiliato - video

La Dia di Napoli ha sequestrato beni per 100 milioni di euro ad un imprenditore del settore del Calcestruzzo, affiliato al clan dei Casalesi. Il provvedimento di sequestro è stato emesso dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere - Sezione Misure di
Prevenzione, su richiesta del Direttore della Dia. Il valore del sequestro ammonta a 100 milioni di euro tra società, beni immobili ed autovetture. Destinatario del provvedimento l'imprenditore Alfonso Letizia, storico imprenditore casertano attivo nel settore del calcestruzzo, ritenuto dagli investigatori il punto di riferimento del clan dei Casalesi, fazione Bidognetti e Iovine, in quanto metteva stabilmente a disposizione della famiglia camorristica i propri impianti di produzione del calcestruzzo e le proprie strutture societarie, ottenendo, di contro, dall'organizzazione mafiosa, l'ingresso nel novero delle aziende oligopoliste presenti sul mercato casertano. Un'indagine del 2011 aveva già svelato gli intrecci illeciti del ceto politico di Casal di Principe con l'ala militare e imprenditoriale dal clan dei Casalesi, fazione Schiavone e Bidognetti, fino al condizionamento del voto a favore di candidati indicati dall'organizzazione ed evidenziato enormi interessi economici nell'aggiudicazione di appalti, assunzioni di personale compiacente, apertura di centri commerciali, e attività edilizie con forniture di calcestruzzo.


Fonte: Adnkronos
Via: L'Unità

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...