martedì 9 dicembre 2014

Caso Loris: madre ascoltata in procura, fermata per omicidio - video

E' stata nuovamente portata in procura Veronica Panarello, madre di Loris Stival, il bambino ucciso il 29 novembre e ritrovato in un canale delle campagne di Santa Croce Camerina nel ragusano. La donna è uscita dalla sua casa con polizia e carabinieri nascondendosi il volto
con il cappuccio ed è salita con il marito su un'auto civetta diretta negli uffici della procura di Ragusa. Secondo quanto rivelato dalla stampa locale sarebbero almeno due le persone coinvolte nell'omicidio del bambino. I due colpevoli si sarebbero coperti a vicenda dopo aver strangolato Loris con una fascetta di plastica, ma al momento non ci sono conferme da parte degli inquirenti. Omicidio volontario, aggravato dal legame di parentela, e occultamento di cadavere: dopo 6 ore di interrogatorio la procura di Ragusa ha emesso un provvedimento di fermo nei confronti di Veronica Stival, la mamma del piccolo Loris. Sarebbe stata dunque lei, secondo magistrati e investigatori, ad uccidere con una fascetta da elettricista stretta attorno al collo il figlio di 8 anni. E sarebbe stata sempre lei a gettare il corpicino nel canalone in contrada Mulino Vecchio, a meno di due chilometri di distanza dal centro di Santa Croce Camerina. La donna non ha però confessato di avere ucciso il figlio. "La mia assistita è un'indagata ma questo non significa che sia colpevole", ha commentato il difensore.


Fonte: ANSA

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...