martedì 16 dicembre 2014

Marò, Corte suprema indiana respinge le istanze di Latorre e Girone

La Corte suprema indiana ha respinto la richiesta presentata da Massimilano Latorre e Salvatore Girone per attenuare le loro condizioni di libertà dietro cauzione. Stando a quanto riportato dalla stampa locale, la Corte ha respinto la richiesta di Latorre di prorogare di
quattro mesi della sua permanenza in Italia per poter sottoporsi a un intervento chirurgico e portare avanti cure e riabilitazione, ordinandogli di rientrare in India il prossimo 16 gennaio. Girone invece chiedeva di poter rientrare per tre mesi per trascorrere un periodo, fra cui le festività natalizie, con la famiglia. La Corte indiana ha sostenuto che tali richieste non verrebbero contemplate in nessuna parte del mondo. Latorre si trova in Italia dal 13 settembre scorso, a seguito di un grave malore accusato a Nuova Delhi. Il presidente della Corte H.L. Dattu ha sostenuto che la richiesta non poteva essere accettata perché l'inchiesta della morte dei due pescatori non è finita e "i capi di accusa non sono stati ancora presentati". È evidente che pesa, nella decisione della Corte Suprema indiana, il precedente del Natale 2012, quando un'improvvida decisione del governo italiano annullò il previsto ritorno dei due marò a New Delhi dopo le vacanze di Natale, provocando un inasprimento della crisi, solo parzialmente mitigato dalla decisione, infine, di rimandarli indietro.


Fonte: AskaNews
Via: La Stampa

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...