martedì 26 maggio 2015

Isis, ostaggio John Cantlie annuncia: pronto attacco nucleare in Usa

Lo Stato islamico ha detto di essere più vicino a comprare una bomba nucleare dal Pakistan e contrabbandarla negli Stati Uniti. Un articolo, apparentemente scritto dall'ostaggio britannico John Cantlie per la rivista del gruppo terroristico, Dabiq, dice che lo
scenario e "più possibile oggi di quanto lo fosse solo un anno fa". Cantlie, un fotoreporter che è tenuto prigioniero da più di due anni, è apparso in più video di propaganda. In un articolo intitolato "The Perfect Storm", si sostiene che l'Isis ha miliardi di dollari in banca e descrive una "ipotetica operazione" che comporta l'acquisto di una bomba nucleare "attraverso i corrotti trafficanti di armi" in Pakistan. Egli descrive come il dispositivo potrebbe essere contrabbandato in Nord America via terra e via mare. "Forse un tale scenario è inverosimile, ma è la somma di tutte le paure per le agenzie di intelligence occidentali ed è infinitamente più possibile di quanto non fosse solo un anno fa", aggiunge. E dice "se non una bomba atomica", alcune tonnellate di esplosivo potrebbero essere utilizzate al suo posto. "Lo Stato islamico non fa segreto del fatto che ha tutta l'intenzione di attaccare l'America sul suo terreno", si legge. "Stanno cercando di fare qualcosa di grande, qualcosa che nessuno ha mai fatto in passato, e più gruppi giurano fedeltà più è possibile che venga fuori qualcosa di veramente epico".


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...