martedì 20 novembre 2018

Parigi, proteste contro carburanti più cari bloccano paese: 511 feriti

Ricomincia, per il quarto giorno consecutivo, la protesta dei "giubbotti gialli" contro l'aumento dei prezzi del carburante previsto per il 1° gennaio in Francia. Oltre alle operazioni lumaca con rallentamenti su strade e autostrade, filtri, e blocchi del traffico, si è aggiunto il
fermo a sei depositi di carburante. Il numero di partecipanti alle mobilitazioni ha raggiunto il livello di 27.000 persone in 350 siti del Paese, secondo un conteggio del Ministero degli Interni. Un dato nettamente inferiore rispetto ai numeri di sabato, quando si erano mobilitati 290.000 persone in oltre duemila siti. Sono 511 le persone ferite nel quadro delle manifestazioni contro l'aumento delle accise sui carburanti, in particolare il diesel, contenuto nella finanziaria 2019. Una dimostrante di 63 anni è morta investita da un'automobilista a un blocco stradale a Pont-de-Beauvoisin in Savoia. La donna è stata indagata dalla procura di Chambery e dovrà rispondere di "omicidio colposo". Nella manifestazione di Parigi i partecipanti, arrivati a un centinaio di metri dall'Eliseo, sono stati respinti dalla gendarmeria in assetto antisommossa. I contestatori sono stati respinti verso Place de la Concorde dove si sono temuti incidenti per la presenza di black bloc. Raggiunta dalle proteste anche Disneyland, il parco divertimenti a circa 30 km a est della capitale, dove si sono insediati attorno alle barriere di ingresso. Agenti in azione anche al traforo del Monte Bianco, bloccato dai manifestanti che sono stati dispersi con l'uso dei gas lacrimogeni. In Gran Bretagna, le giacche gialle si sono mobilitate nella Cotes d'Armor (Lannion, Dinan, Guingamp, Loudéac, Plaistow e Langueux), ma anche a Brest e Rennes. Per ora il governo francese non fa marcia indietro. Il ministro del Bilancio, Gerald Darmanin, ha detto di co l'esasperazione fiscale ma ha ribadito che dovere dell'esecutivo è di trasformare l'economia per renderla meno dipendente dal petrolio. Intanto scende ai minimi la popolarità del presidente Emmanuel Macron, calata di 4 punti percentuale secondo gli ultimi sondaggi, minimo assoluto nei 18 mesi di presidenza al 25% dei consensi.



Fonte: L'Express
Via: RaiNews24

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...