giovedì 14 marzo 2019

New York, ucciso davanti casa boss Frank Calì: era ponte con mafia

Un noto boss del crimine di New York è stato colpito a colpi di arma da fuoco davanti casa ed è morto poco dopo in ospedale. Francesco Cali, 53 anni, è stato ritrovato mercoledì sera con ferite multiple al tronco nel distretto di Staten Island, ha detto il Nypd. L'italoamericano è
ritenuto il capo della famiglia mafiosa dei Gambino e considerato il mediatore di Cosa Nostra al di là dell'Atlantico. Si tratta del primo assassinio di rilievo negli ambienti della criminalità organizzata di New York da oltre 30 anni. L'agguato è avvenuto alle 21.00 ora locale (le 2.00 di giovedì in Italia). Frank Calì è stato raggiunto da almeno sei colpi di pistola esplosi in strada da un uomo, che prima di fuggire a bordo di un pickup blu gli è passato sopra, secondo quanto riferito da alcuni testimoni. Secondo i media, la polizia ha risposto a una chiamata al 911 mercoledì sera per un assalto di fronte all'abitazione. I medici sono arrivati sul luogo e hanno trasportato Cali allo Staten Island University Hospital, dove è stato dichiarato morto. Gli investigatori dicono che non ci sono arresti e che le indagini sono in corso. Cali era considerato una figura aggregante negli anni successivi all'allora capo del clan Gambino John Gotti, condannato per omicidio e racket nel 1992 e mandato in prigione a vita. A differenza di Gotti ben vestito, Cali aveva mantenuto un basso profilo. L'uomo è stato il primo boss della famiglia criminale di New York a morire dopo 34 anni. Nel 1985, Paul Castellano fu ucciso a colpi di arma da fuoco davanti ad un ristorante (Sparks Steakhouse) di Manhattan, un omicidio organizzato da Gotti, secondo le autorità. Gotti, che poi assunse il controllo della famiglia, avrebbe visto l'azione da vicino con il suo luogotenente, Sammy Gravano. Ma Gravano avrebbe alla fine testimoniato contro Gotti, portando alla condanna di Gotti nel 1992 per cinque omicidi, una delle principali condanne che limarono i ranghi della mafia negli anni '80 e '90. Cali era un associato della famiglia Gambino, secondo i documenti del tribunale, quando fu incriminato nel 2008 con due dozzine di altri membri della cosca per una serie di crimini.



Via: CNN
Foto: Daily Mail

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...