domenica 24 marzo 2019

Oslo, nave da crociera in avaria approda al porto: passeggeri salvi

La nave da crociera Viking Sky è approdata in porto dopo un'odissea durata 24 ore nelle acque al largo della Norvegia a causa di un'avaria al motore. Scortata da rimorchiatori, la lussuosa imbarcazione è entrata nel porto di Molde verso le 16.15 di domenica. Tutti
salvi i 1.373 passeggeri: quasi un terzo era stato già evacuato grazie a cinque elicotteri mentre enormi onde colpivano la nave. Venti persone hanno riportato ferite tra cui fratture, tagli e lividi, hanno detto i soccorritori. A bordo c'era anche un cittadino italiano: lo riferisce un tweet dell'ambasciata italiana a Oslo, aggiungendo che il passeggero italiano è stato soccorso nella notte e ora è al sicuro a Molde. Nel tweet l'ambasciata ringrazia inoltre le autorità di ricerca e salvataggio della Norvegia per la pronta risposta. La grande unità commerciale, inaugurata nel 2017, ha sofferto di un guasto al motore sabato pomeriggio mentre si trovava in rotta verso Stavanger da Tromso in un tratto di acque notoriamente infido. La nave attorno alle 14 ha lanciato un mayday, cioè un segnale di sos: l'avaria a tutti i motori tranne uno l'aveva resa ingovernabile, e lasciata in preda alle forti onde e correnti. I filmati dei social media hanno mostrato sedie, piante in vaso e altri mobili sulla nave che rotolavano sul pavimento e si schiantavano contro i muri. Parti del soffitto cadevano sui passeggeri mentre la nave ondeggiava pesantemente. I passeggeri indossavano giubbotti di salvataggio arancioni mentre le onde rompevano porte e finestre e l'acqua fredda si riversava sui loro piedi. L'equipaggio e i suoi tecnici sono riusciti a riavviare tre dei quattro motori della Viking Sky, dislocante oltre 42mila tonnellate, quando si trovava a soli 100 metri dalle rocce. Le evacuazioni si sono svolte in condizioni estremamente difficili. I media norvegesi hanno riportato raffiche fino a 38 nodi e onde superiori a 8 metri in un'area nota per le sue acque agitate e frigide. L'area in cui la nave ha incontrato problemi, nota come Hustadvika, è notoriamente difficile da navigare. Il tratto di costa basso di 10 miglia nautiche è noto per le sue numerose piccole isole e scogliere.



Fonte: The Guardian

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...