mercoledì 5 agosto 2020

Beirut, due grandi esplosioni al porto devastano city: oltre 70 morti

Due massicce esplosioni hanno colpito martedì Beirut, devastando gran parte del porto, danneggiando edifici in tutta la capitale e rilasciando una gigantesca nuvola di funghi nel cielo. L'esplosione è avvenuta nel porto poco prima delle 19,00 ora
locale. Più di 70 persone sono rimaste uccise e oltre 3.500 ferite, con corpi sepolti nelle macerie, hanno detto i funzionari. Ore dopo, le ambulanze hanno portato via i feriti mentre gli elicotteri dell'esercito hanno coadiuvato i Vigili del fuoco a combattere gli incendi che infuriavano nel porto. A provocare le esplosioni che hanno devastato Beirut è stato un incendio in un deposito nel porto di Beirut dove erano immagazzinate 2.750 tonnellate di nitrato di ammonio, sequestrate diversi anni fa da una nave. Testimoni hanno riferito di aver visto una strana nuvola arancione sul sito dopo l'esplosione. Le nuvole arancioni di gas tossico di biossido di azoto accompagnano spesso un'esplosione che coinvolge nitrati. Fonti di Hezbollah attribuiscono ad un sabotaggio israeliano la responsabilità della potente esplosione che ha sconvolto la capitale libanese. Funzionari del governo israeliano respingono le accuse e dichiarano che Israele "non ha avuto nulla a che fare" con la deflagrazione. L'esplosione è stata sorprendente anche per una città che ha visto guerra civile, attentati suicidi e bombardamenti da parte di Israele.

Fonte: CBS News
Via: ANSA
Foto: BBC

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...